Hardcore Superstar: "The Party Ain't Over 'Till We Say So"
La band svedese farą presto tappa anche a Roma il 12 novembre per un imperdibile appuntamento all'Orion


Articolo a cura di Isadora Troiano - Pubblicata in data: 12/10/17

Gli Hardcore Superstar sono senza dubbio una delle band caposaldo dello sleaze rock del nuovo millennio e anche una delle più amate in Italia per quanto riguarda tale genere. Unendo questi due elementi si comprende l'incredibile seguito che il quartetto di Göteborg, Svezia, ha raccolto dai primi successi degli anni 2000 nel nostro paese e che continua a confermare in qualsiasi passaggio.


Con 10 album in studio pubblicati e 20 anni esatti di attività, gli Hardcore Superstar hanno praticamente rifondato un genere: attingendo a piene mani dal glam/punk anni '80 e mixandolo sapientemente con l'hard rock più moderno, i quattro svedesi hanno riportato in vita una corrente che sembrava essersi sopita con gli anni, il tutto secondo la tradizione della loro terra d'origine. Si può dire che è grazie agli Hardcore Superstar e a tante altre band scandinave contemporanee o quasi, come i Backyard Babies, i Crashdiet o i Gemini Five, che lo sleaze è tornato a risplendere nei primi anni 2000 per continuare ad essere, ad oggi, un genere di culto.

 

harcore_superstar_pistoia_2016_17 

La band nasce a Göteborg nel 1997 con Jocke Berg alla voce, il chitarrista Thomas Silver, il bassista Martin Sandvick e il batterista Mika "Dyna Mike" Vainio dietro le pelli. Il loro primo lavoro, distribuito in Svezia nel 1998, è "It's Only Rock'n'Roll": distribuito da un'etichetta svedese attira in breve l'attenzione della casa discografica Music For Nations che mette subito sotto contratto il quartetto, proiettandolo oltre la penisola scandinava. Dopo il primo cambio di formazione che vede l'arrivo di Magnus "Adde" Andreasson alla batteria, i nordici debuttano ufficialmente nel 2000 con l'album, "Bad Sneakers and a Piña Colada" che contiene brani già inclusi nel precedente platter come "Hello/Goodbye" e "Someone Special", e altri che diventeranno tra i più amati e apprezzati come "Liberation" e "Have You Been Around". Già dal primissimo tour europeo, gli Hardcore Superstar hanno l'Italia tra le mete preferite per i propri show e il sodalizio resta tale ancora oggi, ben 17 anni dopo. Il gruppo è molto prolifico e al ritmo di un album ogni 2 anni (o anche meno), seguiti dai relativi tour, crea una un'ampia fanbase che spazia dall'Europa al Giappone, altra terra in cui la band è molto apprezzata già dai primi lavori.

 

harcore_superstar_pistoia_2016_1 

Arriviamo quindi al 2005, l'anno della consacrazione della band con il disco omonimo, contenente hit come "We Don't Celebrate Sundays", "Wild Boys" e "My Good Reputation". "Hardcore Superstar" riscuote un grande successo commerciale e contribuisce a far emergere gli svedesi dal mero underground: è, ad esempio, grazie a questo album che gli Hardcore Superstar ottengono una nomination per i Grammy della madrepatria.


Con il successivo "Dreamin' In A Casket" (2007), gli Hardcore Superstar inanellano un altro successo, sia commerciale che di critica, aggiudicandosi il titolo di Album dell'Anno in patria. La band si imbarca in una lunga tournée mondiale che comprende Stati Uniti e Giappone ma subisce una brusca battuta d'arresto quando il chitarrista Thomas Silver abbandona il gruppo nel mezzo del tour. Il musicista viene sostituito, all'inizio in maniera temporanea, poi in breve tempo in pianta stabile, dal chitarrista dei Crazy Lixx Vic Zino e con questo secondo cambio di formazione e alle spalle un altro album di successo, la band prosegue la propria avventura e lancia nel 2009 "Beg For It", primo opus per la Nuclear Blast che li ha reclutati l'anno precedente. Il sodalizio con il nuovo chitarrista Vic Zino da nuova linfa al gruppo e dal 2010 al 2015 gli Hardcore Superstar sono sempre più impegnati, sfornando tre album, "Split Your Lip" (2010), "C'mon Take On Me" e il più recente "HCSS"(2015), e girando il mondo con il loro adrenalinico show.

 

harcore_superstar_pistoia_2016_21

 

L'ensemble svedese non conosce riposo ed è già al lavoro al seguito dell'ultimo disco, che vedrà la luce a febbraio 2018. Un assaggio di quanto bolle in pentola in casa Hardcore Superstar verrà rilasciato proprio il prossimo venerdì 13 ottobre con il singolo "Have Mercy On Me", preannunciato su tutti i canali social del gruppo.

 

Intanto non possiamo che aspettarli fino al prossimo 12 novembre all'Orion di Roma e prepararci ad assistere a uno show di puro rock ‘n' roll come solo gli Hardcore Superstar sanno fare.




LiveReport
Liam Gallagher - As You Were Tour 2017 - Manchester 16/12/17

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Irene"

Intervista
Rainbow: Ronnie Romero

Recensione
Linkin Park - One More Light Live

Recensione
Bruce Springsteen - The River

Speciale
Rock in Roma 2018