Garbage: L'essenza dell'andare controcorrente
Il successo di una band etichettata "spazzatura".


Articolo a cura di Eleonora Muzzi - Pubblicata in data: 08/10/16

Chiedete ad una qualsiasi persona che si aggira attorno ai trent'anni quali band rock hanno più caratterizzato, secondo loro, la fine del millennio, e quasi di sicuro nomineranno i Garbage.


La band scozzese-americana, nata nel 1993 in Wisconsin (Stati Uniti) ha, di fatto, segnato un'era. Con un alternative rock in costante evoluzione, un disco mai uguale al precedente e uno strabiliante numero di dischi venduti (si stima circa 17 milioni di copie in tutto il mondo), Shirley Manson, Butch Vig, Steve Marker e Duke Erikson hanno instillato in milioni di ascoltatori quel pizzico di follia e, se vogliamo, paranoia, che sono una delle fonti caratteristiche migliori della band. Il nucleo alla base della band è costituito da Vig e Marker che avevano già militato insieme in vari gruppi, oltre che a lavorare insieme come produttori per altre band (tra cui i Nirvana). L'anno seguente Vig si unisce a Marker ed Erikson e producono remix per band come U2 e Nine Inch Nails, cambiando spesso e volentieri la struttura stessa della canzone e l'arrangiamento. Fu qui che si decisero a formare una band per conto loro. Il nome nasce da uno dei primi commenti ricevuti: "Quella merda sembra proprio spazzatura." All'inizio era Vig alla voce, ma le passate esperienze di tutti e tre i membri in progretti composti solo da uomini li portò a cercare una vocalist femminile, ma non una che cantasse nella maniera in cui si era abituati a sentire le donne, quasi cinguettassero. Qualcosa in stile Patti Smith o Chrissy Hynde, e che sapesse gridare, all'occorrenza. Shirley Manson arriva al momento giusto.

 

garbagegarbage Il primo album, "Garbage", esce nel 1995. Viene preceduto dal singolo "Wow", che non compare nel disco, e "Only Happy When It Rains". Resta nelle classifiche inglesi e americane per oltre un anno e diventa multi-platino in molti altri paesi. Il successo li porta ad andare in tour di oltre un anno, compreso un supporting act con gli Smashing Pumpkins. L'album è caratterizzato da una commistione di diversi generi. Vig e Marker affondavano le proprie radici, soprattutto come produttori, nel grunge e cercarono quindi, in tutti i modi, di non suonare grunge, anzi, volontariamente scrissero l'album in modo che suonasse il più pop possibile. Il sound incorpora un po' di tutto, da elementi punk alla techno. I testi spaziano tra gli argomenti più disparati, da quelli a cui ci si riesce a relazionare più facilmente a quelli più difficili che trattano di perversione. La critica è unanime nell'acclamare questo debutto.

 

garbage_version_2.0"Version 2.0" esce il 4 Maggio 1998. Più introspettivo, a livello sia di testi che musicalmente, viene nuvoamente accolto dalla critica in maniera positiva, venendo anche nominato a due Grammy Awards, per Album Dell'Anno e Miglior Album Rock. Il terzo singolo "Special" riceve due nomination in più, per miglior Canzone Rock e Miglior Performance Rock di un Duo o Gruppo. Nuovi elementi vengono introdotti, come strumenti ad arco dal vivo e non sintentizzati, brani con oltre cento tracce sovrapposte e strani esperimenti di interpolazione tra brani dei Beach Boys e dei Pretenders. Vig descrive il disco come un tentativo di far combaciare l'alta tecnologia e un sound più tranquillo, qualcosa di nuovo legato a dei bei ricordi. La band cerca di replicare quello che aveva sancito il successo di "Garbage" ma di farlo meglio, eppure ancora fatica a trovare un'identità propria e il risultato è un suono più pop ma al contempo molto più oscuro, anche dato dai testi, questa volta scritti unicamente da Shirley Manson. L'elettronica incontra il pop, l'hip hop si scontra con l'alternative rock in un mix letale che porta i Garbage nuovamente in cima alle classifiche e sui palchi di tutto il mondo.

 

garbage__the_world_is_not_enough_singleL'anno seguente esce "The World Is Not Enough", tema dell'omonimo film della serie dedicata a James Bond. Il brano, scritto da David Arnold e Don Black, ma prodotto dalla band stessa, è l'esemplificazione di come i Garbage riescano a saltare da un genere all'altro in maniera molto fluida. Problemi legali legati a contratti poco chiari a parte, dopo tre anni da "Version 2.0" la band torna in studio per "Beautiful Garbage". Il disco segna un cambiamento netto rispetto al sound dei due album precedenti, con melodie più complesse, testi più diretti e un accento maggiormente posto sull'elettronica e certi elementi di new wave. Lo si può definire uno strappo col passato, ma è soprattutto noto per essere un disco controverso. Sia la critica che il pubblico lo accolgono in maniera tiepida, e lo si potrebbe chiamare il classico disco che "o lo ami o lo odi." Infuso di influenze hip-hop contemporaneo (basti pensare alla melodia di base di "Androginous", il primo singolo estratto) e new wave, è strutturalmente più complesso ma al contempo più semplice e diretto. A livello compositivo si sente un'attenzione maggiore verso la stratificazione dei suoni, che porta i brani ad essere estremamente complessi, ma tutti questi suoni sono creati con quattro, massimo cinque strumenti diversi. I classici del rock, chitarra basso e batteria la fanno da padrone.

 

garabgebleedlikeme Nel 2003 ritornano al lavoro per scrivere quello che sarebbe diventato "Bleed Like Me", uscito solo nel 2005. La composizione del disco risulta particolarmente travagliata, tra i problemi di salute della Manson e tensioni in generale che hanno quasi portato la band allo scioglimento. Preceduto dal singolo "Why Do You Love Me", vede la partecipazione di Dave Grohl su "Bad Boyfriend". L'album è un'occasione che la band coglie al volo per appianare certe differenze interne e riuscire a lavorare in maniera più armoniosa. Imparano la lezione dello scorso disco, più frammentario a livello musicale, e tornano parzialmente indietro e ricominciano ad affidarsi sull'elettronica e la tecnologia, ritornano i loop e le campionature, Vig lascia in parte la batteria e torna suonare la chitarra. Tutti questi cambiamenti, definiti dalla band liberatori, risultano in un album più aperto e appunto, libero, musicalmente parlando. I testi riflettono il passato personale della band, parlano di relazioni ("Why Do You Love Me?" in primis) e di guerra, spinti anche dalla cronaca e dalla politica internazionale, ma anche di grandi eventi mediatici e sociologici, vedi "Sex Is Not The Enemy", ispirata dalla wardrobe malfunction di Janet Jackson al Superbowl del 2004.

 

absolute_garbagegarbage_01

 

 

Dopo 18 mesi di pausa la band si riunisce per l'uscita del primo Greatest Hits della loro carriera, "Absolute Garbage", uscito nel 2007 e anticipato dal singolo inedito "Tell Me Where It Hurts", caratterizzato da un arrangiamento orchestrale che rimanda al lavoro svolto su "The World Is Not Enough".

 

 

 

garbage_not_your_kind_of_peopleSolo nel 2012 arriva un nuovo album di inediti, "Not Your Kind Of People". In seguito a tutti i problemi precedenti alla lavorazione di "Bleed Like Me" e al tour lasciato a metà, la band non si era praticamente mai sentita se non per il breve periodo per registrare "Tell Me Where It Hurts". I primi passi che hanno portato all'album sono stati presi quasi per scherzo e in totale libertà, in quanto la band ai tempi era slegata da qualsiasi contratto e senza un manager che potesse spingerli in questa o quella direzione, erano praticamente senza aspettative. Il risultato è un album ancora più libero e sentito a livello personale dalla band, che libera da pressioni dall'alto, ha avuto modo di scrivere quello che pareva loro in totale libertà e relax. Chitarre e sintetizzatori rientrano di prepotenza in un sound che nel recente passato era stato reso più "rock" e meno "elettronico" e artificiale. Inoltre, durante il lungo processo di songwriting, la band ha tutto il tempo di lavorare molto sulla vibe delle canzoni, il che rende "Not Your Kind Of People" un disco estremamente compatto a livello tematico e stilistico, sebbene mantenga tutte le caratteristiche tipiche dei Garbage, che continuano ad amare il saltare da un genere all'altro. L'album, successo commerciale già per conto suo, riceve un boost non indifferente quando alcune delle tracce presenti vengono utilizzate in altri media, come i trailer per i videogame "The Amazing Spider-Man" e "Metal Gear Solid V: The Phantom Pain" e nelle serie TV The Vampire Diaries e The Following.

 

garbagestrangelbx150 Il 10 Giugno 2016 esce "Strange Little Birds", sesto LP della band. Il discosegue la piega presa dal precedente "Not Your Kind Of People", caratterizzato da un songwriting istintivo e molto personale, ma caratterizzato da un tema che fa da filo conduttore: l'oscurità."Strange Little Birds" può risultare alienante per certi frangenti, le atmosfere sono cupe e le melodie pesanti, quasi opprimenti. Il modo migliore per descriverlo potrebbe essere "cinematografico". Mancano quelle canzoni energiche degli album precedenti, quindi niente di canticchiabile come "Run Baby Run" o "I Think I'm Paranoid". Per certi versi ricorda il primo disco, "Garbage", ma con un'atmosfera ancora più dark e un feeling decisamente più vicino a "Bleed Like Me".




Speciale
PREMIERE: guarda il nuovo video dei Black Stone Cherry

LiveReport
Candlemass & more - Doom Over Brixia - Brescia 25/03/17

Speciale
Dave Matthews & Tim Reynolds: storia di un'alleanza straordinaria

Speciale
Libri: J.R.R. Tolkien Il Signore Del Metallo

Speciale
Ayreon (Arjen Lucassen)

LiveReport
Children Of Bodom 20 Years Down And Dirty Tour - Trezzo Sull'Adda 22/03/17