Warrant
Louder Harder Faster

2017, Frontiers Records
Hard Rock

I Warrant sanno come si assemblano 11 tracce di carattere e ci spiegano fin dalla prima canzone come si scrive un pezzo rock'n'roll.
Recensione di Marilena Ferranti - Pubblicata in data: 10/05/17

"Louder Harder Faster" è un titolo che mette in guardia sul contenuto ad alto tasso di rock'n'roll che i Warrant propongono dopo un silenzio apparente durato ben sei anni. Anni trascorsi a calcare i palchi americani che hanno consolidato il legame di una formazione che tutti avevano dato per spacciata. Frontiers Records li accompagna invece in un nuovo capitolo che sarà finalmente disponibile per le vostre orecchie il 12 maggio, con un album registrato e prodotto dal bassista Jeff Pilson (Dokken e Foreigner) e la voce di Robert Mason, (già protagonista dei Lynch Mob e già assoldato per il precedente e non esattamente entusiasmante "Rockaholic" del 2011). Ne è passato di tempo da "Dirty Rotten Filthy Stinking Rich" e la tragica scomparsa, a soli 47, di Jani Lane ha toccato da vicino chiunque avesse amato questa band, ma forse non tutto è perduto.
 
 
Siamo di fronte ad un chiaro ritorno alle origini e alle influenze personali di ciascuno dei membri di una formazione che vanta qualcosa come 8 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, due album nella Billboard Top 40 e 5 video in cima alle classifiche di MTV. Ma andiamo con ordine: la principale motivazione per cui questo album dovrebbe piacervi molto è la sua anima ribelle, la sua proposta variegata, mai noiosa, e le innumerevoli sfaccettature di una vocalità potente e graffiante che si adatta a qualsiasi pezzo. I Warrant sanno come si assemblano 11 tracce di carattere e ci spiegano, fin dalla prima canzone, come si scrive un pezzo rock'n'roll. Gli ingredienti? Un riff vincente, un tiro calibrato ma potente, una melodia riconoscibile e un impatto che fa venir voglia di alzare il volume e di pensare al prossimo concerto. "Louder Harder Faster" è tutto questo, sebbene la voce di Mason splenda più intensamente su altre vette. "Devil Dancer" inizia in modo da far sospettare che "ci siamo: ora tirano fuori il coniglio dal cilindro", e in effetti la sensualità del pezzo è palpabile, tanto da volersi abbandonare a quelle certe "devil dancers"... E' poi il turno di "Perfect" che riporta in vita un po' di quelle atmosfere spensierate e cazzute dei vecchi Warrant, ma è con "Only Broken Heart" che arriva l'effetto ventilatore da palco, luci stroboscopiche e tiro micidiale. La voce di Mason interpreta alla perfezione le montagne russe di questa storia d'amore dall'aria apparentemente scanzonata. A questo punto, come in ogni album che si rispetti, ecco il "moment ballad". Al primo ascolto la semplicità della melodia che si presenta voce e piano only potrebbe non entusiasmare, ma lasciarsi trasportare dalle parole vi accompagnerà per mano nella seconda metà di un piccolo e struggente gioiello di romanticismo terra terra. Ed eccoci al vero capolavoro della tracklist: una intro acustica a metà tra il country e il blues, una voce che sa di sigaro e whiskey liscio, un'atmosfera polverosa e cupa che mette in evidenza tutta la bravura interpretativa di un cantante di serie A. Avvertenza: al minuto 1:06 allacciate le cinture; questo pezzo ha il potere di far vibrare le tegole e i pavimenti, e il solo di chitarra è di un'eleganza devastante. "Faded" ha qualcosa che ricorda gli anni '60, quasi fosse uscita da un musical ambientato sulle spiegge della California, "New Rebellion" è la dimostrazione che il titolo dell'album non era un semplice monito, ma una promessa. Il basso di Dixon è a dir poco pesante, e le chitarre (si, due) sono pura eccitazione per le orecchie. "Big Sandy" è l'ennesima dimostrazione della versatilità di una voce che si modella su qualsiasi mood, e il battito di mani in sottofondo rende il pezzo immediatamente coinvolgente fino ad un mini solo di Dixon che sembra voler dire "respira, ora ricominciamo". Non finisce qui: "Let it go" chiude con l'invito "Make your choice tonight", e noi vi invitiamo a scegliere i Warrant, perchè sanno ancora cosa significa fare del buon sano rock'n'roll.




01. Louder Harder Faster
02. Devil Dancer
03. Perfect
04. Only Broken Heart
05. U In My Life
06. Music Man
07. Faded
08. New Rebellion
09. Big Sandy
10 Choose Your Fate
11 Let it Go

LiveReport
Sziget 2019: la 27esima rivoluzione dell'amore - Budapest 07/08/19

Intervista
Twilight Force: Alessandro Conti (Allyon)

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19

Speciale
Le rinascite di Bruce Dickinson