Unruly Child
Big Blue World

2019, Frontiers Music
Melodic Rock

Recensione di Giovanni Ausoni - Pubblicata in data: 09/08/19

Terzo lavoro in studio dopo la reunion del 2010, "Big Blue World" costituisce il gradito ritorno degli Unruly Child. L'unione dei talenti di Mark Free e Bruce Gowdy portò alla realizzazione di uno degli album più emblematici e sfortunati della scena melodica dei primi Nineties; malgrado a questo punto della carriera nessuno si aspetti un'opera del livello di quel lontano debutto, bisogna constatare che i dieci inediti appena sfornati propinano piacevoli sensazioni. Un nuovo disco, dunque, che conferma come la band statunitense stia vivendo una sacrosanta seconda giovinezza

 

Molti e di qualità gli esempi di una ritrovata verve compositiva dopo la mezza delusione di "Cant't Go Home" (2017): i ritornelli irresistibili e le tastiere espanse dell'iniziale "Living In Someone Else's Dream", l'intervallo acustico "Breaking The Chains", che potrebbe figurare nel lotto dell'esordio, le vibrazioni blue collar dell'elegante "Are These Word Enough". La sfaccettatura maggiormente AOR del trio risalta in "Will We Give Up Today", mentre grandi cori e tastiere colorate sono al centro della scena in "Dirty Little Girl" e "Down And Dirty" , puro hard rock dallo spirito tipicamente anni ‘80. Discorso a parte merita la teatrale "Beneath A Steady Rain", pezzo nel quale i nostri concretizzano il loro desiderio di creare qualcosa di esotico e originale cucendo, su una base debitrice della musica classica, frammenti di The Beach Boys, Riz Ortolani e Queen.

 

Non possiamo certo pretendere che nel 2019 gli Unruly Child suonino seguendo pedissequamente gli stilemi del 1992, ma "Big Blue World" rappresenta un lavoro più che degno, a cui vale la pena concedere molteplici ascolti al fine di catturarne tutti i pregevoli dettagli. Tra chitarre robuste, armonie ad alto impatto e fluorescenti torce eufoniche.

 





01. Living In Someone Else's Dream
02. All Over The World
03. Dirty Little Girl
04. Breaking The Chains
05. Are These Words Enough
06. Will We Give Up Today
07. Beneath A Steady Rain
08. The Harder They Will Fall
09. Down And Dirty
10. The Hard Way

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19

Speciale
Le rinascite di Bruce Dickinson

LiveReport
Hellfest 2019 Day 1 - Gojira, Dropkick Murphys and more - Clisson, Francia 21/06/19

Speciale
Preview: Summer Breeze 2019