Tenacious D
Rize of the Fenix

2012, Columbia
Rock

Recensione di Francesco Benvenuto - Pubblicata in data: 04/09/15

"Rize of the Fenix" è il titolo di questo terzo album dei Tenacious D, band che ha per protagonisti Jack Black e Kyle Gass, due artisti decisamente fuori dal comune.
La combinazione di comicità e musica ha sempre fatto da padrona in questo duo, che torna dopo ben sei anni, risorgendo proprio come la Fenice, rappresentata con un pene nella copertina del lavoro e citata nel titolo dell'album.
Una rinascita vera e propria, caratterizzata da un ritorno sulle scene prepotente, tanto da portare i Tenacious D alla vittoria di un Grammy per "Best Metal Perfomance" con il brano "The Last in Line", estratto da un album tributo a Ronnie James Dio.

"Rize of the Fenix" è una vera evoluzione rispetto ai precedenti musical dei due artisti: questo album è veramente "tanta roba", tanta musica e meno sketch comici,  che però sempre divertono (soprattutto i puristi della band).
I Tenacious D sono la noti per la loro abilità nel fondere la musica rock e la commedia volgare: brani come "Low Hangin' Fruit" sono l'esaltazione dell'essenza dei "D".
Il brano d'apertura è invece la title track "Rize of the Fenix", una traccia che racconta il ritorno di Jack Black e Kyle Gass, affermando che "Nessuno avrebbe creduto che i D sarebbero risorti...proprio come la Fenice".
Ed invece sono tornati e con un grande album acustico, elemento che risulta essere il denominatore comune di tutti gli album dei D.
Ed in un album di musicisti-commedianti, poteva mancare un riferimento all'ormai diffusissimo tema delle Milf? Decisamente no.
Ecco allora la canzone "39", una vera e propria ballata, una di quelle canzoni da accendini durante il live; si passa così dall'amore, volgarmente raccontato di "39" a "Rivers of Brown", titolo per il quale non c'è bisogno di traduzione.

Forse sono proprio questi intermezzi comici a rendere godibile un album che altrimenti potrebbe risultare banale e perché no, anche noioso.
E' proprio questo, dunque, il punto di forza dei Tenacious D, l'abilità di utilizzare le loro diverse arti, quella musicale e quella della recitazione, in un unico lavoro.
"Rize of the Fenix" è un album che va apprezzato per quello che è e che va analizzato tenendo in forte considerazione che i fautori di questa opera sono essenzialmente due comici e solo dopo musicisti.
Siamo arrivati così a quasi 15 anni di carriera per i D, durante i quali hanno rilasciato solo tre album studio, ma tutti di ottima fattura.
Attendiamo con ansia il ritorno in studio, perché fa sempre piacere ritrovare il caro vecchio Jack Black.





Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Via Roma"

Speciale
Lacuna Coil (Diego DD Cavallotti)

Speciale
Imagine: un tributo all'amore di John Lennon per Yoko Ono e per la musica

Intervista
Slash Feat. Myles Kennedy And The Conspirators: Myles Kennedy

LiveReport
Europe - Walk The Earth World Tour 2018 - Bologna 02/10/18

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Alien Shivers"