Provetta
Waste (We Always Seem To End)

2020, 2185406 Records DK
Pop-punk

Dopo un periodo di pausa, i Provetta sono tornati con un album pop-punk esplosivo e travolgente!
Recensione di Dario Fabbri - Pubblicata in data: 04/08/20

I Provetta sono una band pop-punk italiana, formata ad Ancona nel settembre del 2001, con una decennale carriera alle proprie spalle interrotta da un calo fisiologico di stimoli che ha portato i membri della band a decidere di interrompere il proprio progetto. Tuttavia, l’amore senza limiti nei confronti del loro genere d’appartenenza ha fatto la differenza, portando recentemente il gruppo a riprendere in mano gli strumenti. In compagnia di un nuovo batterista e con l’apporto di idee fresche dopo il periodo di pausa, i Provetta sono arrivati a pubblicare il nuovo album “Waste (We Always Seem To End)”.

 

Traendo spunto dalle band più celebri della scena pop-punk Nordamericana, come Blink-182 e i primi Sum 41, i quattro musicisti italiani, all’interno di “Waste (We Always Seem To End)” propongono principalmente due tipologie di canzoni: classici pezzi pop-punk in pieno stile fine anni ’90 (come ad esempio i brani che han composto le colonne sonore dei primi film di American Pie), in grado di mettere a ferro e fuoco i festival punk-rock estivi e ballad acustiche, tanto semplici e immediate, quanto piacevoli. Le tematiche del lavoro, come intuibile dall'energica opener "Angie (Another Nice Girl Is Empty)" e come affermato dalla stessa band, si concentrano invece su questioni di cuore e aspetti fortementi personali.

 

Tra gli episodi migliori del lotto rientrano le esplosive “Stars & Skies” e “Heart Protection Area”: quest’ultima, oltre al già citato pop-punk, attinge a piene mani dall’alternative rock e dall’emo rock di metà anni 2000, il che la rende una delle tracce più varie dell’album. Per quanto riguarda le ballad, invece, è la conclusiva “Final Motion” la più originale tra quelle presenti, merito soprattutto di una buonissima prova vocale e di una base più elaborata rispetto agli episodi acustici precedenti.

 

Al termine delle sette canzoni che compongono questo nuovo lavoro, la caratteristica positiva che emerge su tutte è l’esplosività delle tracce pop-punk sempre affiancata alla natura fortemente introversa dei pezzi acustici, che rendono il prodotto più bilanciato e meno prevedibile. Considerati questi aspetti e la resa finale dei brani, ci troviamo davanti ad un lavoro di tutto rispetto, che potrà costituire un ottimo trampolino di lancio per il nuovo ciclo della carriera dei Provetta.





01. Angie (Another Nice Girl Is Empty)
02. Stars & Skies
03. Nothing To Lose
04. Out Of Mind
05. I Can't Always Smile
06. Heart Protection Area
07. Final Motion

LiveReport
Black Anima - Live from the Apocalypse 2020 - Milano 11/09/20

Recensione
Napalm Death - Throes Of Joy In The Jaws Of Defeatism

Speciale
L'angolo oscuro #9

Recensione
Finntroll - Vredesvävd

Recensione
Marilyn Manson - We Are Chaos

Intervista
Ihsahn: Ihsahn