Alcatrazz
Parole Denied - Tokyo 2017

2018, Frontiers Music
Hard Rock

Recensione di Giovanni Ausoni - Pubblicata in data: 09/12/18

Ancora una volta il sogno si trasforma in realtà: a più di tre decadi di distanza dall'ultimo concerto tenuto insieme in Giappone, i membri fondatori degli Alcatrazz, ovvero Graham Bonnet, Gary Shea e Jimmy Waldo, tornano a esibirsi dal vivo nella nazione nipponica. "Parole Denied - Tokyo 2017" mostra una formazione in gran spolvero, rimpolpata per l'occasione da Gary Benquechea e Conrado Pesinato, provenienti direttamente dall'omonima band del singer britannico, e sorprendentemente priva di quella ruggine di solito inevitabile quando la condivisione dello stesso palco diviene, nel susseguirsi dei lustri, merce rara. 
 
 
Esponenti di un hard rock dalle reminiscenze blackmoriane, ma rielaborato in una forma abbastanza personale, i nostri inanellarono, a metà degli anni '80, un pugno di album di ottima qualità, capaci di entrare, a pieno diritto, nel gotha delle migliori prove del periodo: ascoltare brani come "Jet To Jet", "Hiroshima Mon Amour", "Island In The Sun", interpretati con convinzione e, soprattutto, senza spirito di passerella, ci catapulta nella magia di un momento storico irripetibile, anche in virtù di una produzione nitida e corposa, in grado di unire precisione e selvatichezza nella restituzione del suono. A completare la strenna pensa un disco aggiuntivo contenente un paio di bonus track e alcune versioni demo di pezzi poi inclusi in "Dangerous Games" (1986): tra i pezzi, registrati rigorosamente in analogico, spiccano "Emotion", che vede alla chitarra l'allora promettente Steve Vai, e un'incendiaria "Set Me Free", clamorosamente esclusa dalla scaletta del secondo LP del gruppo.
 
 
Nella speranza di rivedere gli Alcatrazz di nuovo al lavoro in sala d'incisione, degustare "Parole Denied - Tokyo 2017", sembra l'unica azione giusta da compiere: magari, lasciandosi influenzare dall'entusiasmo on stage dei suoi vecchi compagni, forse persino Yngwie Malmsteen potrebbe decidere di risalire a bordo...




CD1

01. Night Of The Shooting Star
02. Ohayo Tokyo
03. Too Young To Die...Too Drunk To Live
04. Suffer Me
05. God Blessed Video
06. Will You Be Home Tonight
07. Jet To Jet
08. Witchwood
09. Skyfire
10. Hiroshima Mon Amour
11. Island In The Sun


CD2

01. Emotion (Studio Demo)
02. No Imagination (Studio Demo)
03. Losing You Is Winning (Studio Demo)
04. Please Call Me (Studio Demo)
05. Blue Boar (Studio Demo)
06. Ohayo Tokyo (Studio Demo)
07. Set Me Free (Rehearsal / Studio Demo)
08. Rider (Rehearsal / Studio Demo)

Intervista
Frank Carter & The Rattlesnakes: Frank Carter

Speciale
ANTEPRIMA: guarda il video di "Pray"

LiveReport
Florence + The Machine "High as Hope" Tour 2019 - Bologna 17/03/19

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Cobalt"

Intervista
Queensr˙che: Todd La Torre

Intervista
Shadowparty: Tom Chapman, Josh Hager, Phil Cunningham