Julie's Haircut
In The Silence Electric

2019, Rocket Recordings
Psychedelic Rock

Trame psichedeliche e ricerca interiore si alternano in un altro viaggio targato Julie's Haircut.
Recensione di Mattia Schiavone - Pubblicata in data: 15/10/19

A distanza di quasi tre anni dal precedente "Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin", i nostrani Julie's Haircut sono tornati sul panorama musicale con un'ulteriore ricerca all'interno di noi stessi. La band, da sempre dedita ad un rock psichedelico umorale e dalle molte influenze, dopo un lungo periodo di tour ha finalmente registrato e dato alle stampe il nuovo lavoro, intitolato "In The Silence Electric".

 

Contraddistinto dalla solita ricerca sonora e interiore, "In The Silence Electric" conserva l'idea di musica dei Julie's Haircut, andando a scolpire anche nuovi elementi intorno ai quali si costruiscono i nove brani. A differenza del lavoro precedente, in questa occasione il processo di songwriting è stato meno caratterizzato dalla libera improvvisazione, quanto più dal subconscio degli stessi musicisti, ormai pienamente consapevoli dei propri mezzi. Il risultato finale è un lavoro solido e con pochissimi difetti, in cui l'alternanza si atmosfere corpose e rarefatte si traduce in momenti onirici coadiuvati da repentine accelerazioni o ritmi sincopati, il tutto senza mai perdere le redini. A questo proposito, l'opera di arrangiamento è come sempre ammirevole: i diversi strati sonori si intrecciano e completano a vicenda, andando a formare un'intelaiatura solida.

 

Se la opener "Anticipation Of The Night" si mantiene su atmosfere calme e oniriche, i ritmi si alzano già con la successiva "Emerald Kiss", impennandosi poi con l'acida "Until The Ligths Go Out". Sulla stessa lunghezza d'onda si sviluppa il riuscito singolo "Sorcerer": le percussioni violente caratterizzano il brano, completato dalle sonorità psichedeliche e dai sussurri suadenti. Le maggiori sorprese si hanno invece con "Darlings Of The Sun", i cui elementi dark e quasi trip hop riescono a catapultare l'ascoltatore in una nebbiosa Bristol degli anni '90 e con la lenta e agghiacciante "In Return". A mostrare un altro volto dei Julie's Haircut è la successiva "Pharaoh's Dream", arricchita da elementi tribali e orientali (su cui spiccano le percussioni), mentre la conclusiva "For The Seven Lakes" presenta tutti gli aspetti migliore della musica proposta dalla band.

 

I Julie's Haircut non deludono neanche questa volta. "In The Silence Electric" è un altro lavoro di alto profilo che si accosta al precedente e al resto dell'ottima discografia. Soprattutto considerando il fatto che la band emiliana ha sempre trovato più fortuna fuori dalla Penisola natia, il consiglio è di non lasciarsi scappare questo ascolto e una delle innumerevoli date italiane che la band sta già proponendo.





01. Anticipation Of The Night
02. Emerald Kiss
03. Until The Lights Go Out
04. Lord Help Me Find The Way
05. Sorcerer
06. Darlings Of The Sun
07. In Return
08. Pharaoh’s Dream
09. For The Seven Lakes

LiveReport
Loud And Proud Fest - Paderno Dugnano (MI) 09/11/19

LiveReport
Opeth - In Cauda Venenum Tour - Milano 09/11/19

LiveReport
Jethro Tull - 50 Anniversary Tour - Roma 07/11/19

Speciale
Quiet Riot - Hollywood Cowboys

Speciale
Foals - Everything Not Saved Will Be Lost Part 2

Intervista
Blind Guardian Twilight Orchestra: André Olbrich