Flying Colors
Live in Europe

2013, Mascot Records
Prog Rock

Recensione di Stefano Risso - Pubblicata in data: 19/11/13

Ai Flying Colors evidentemente non piace perdere tempo e ad appena un anno dalla pubblicazione del debutto omonimo, ritornano sul mercato con un live album, il presente “Live in Europe”, registrato nella data di Tilburg, in Olanda.

Un corposo doppio album che almeno sulla carta potrebbe far sorgere il dubbio di come il supergruppo americano abbia potuto allestire un concerto così importante (come lunghezza e contenuti) con solo un full-length all’attivo. Fortunatamente la risposta è più semplice di quanto possa sembrare, i nostri sono musicisti di lungo corso con lunghe carriere alle spalle, quindi non deve sorprendere la presenza nella tracklist di alcune cover del repertorio dei singoli membri (e non solo, vedi la sempre emozionante “Hallelujah”), oltre a una leggera rielaborazione dei pezzi propri, per adattarli meglio in un cotesto dal vivo.

Con un potenziale così alto è quasi inutile stare a parlare della prestazione offerta dai Flying Colors, forti di un debutto di successo (raggiunta la nona posizione della Billboard Hard Rock Charts), tra influenze prog, rock e venature pop per un risultato frizzante e mai troppo complesso. Lo spirito dei nostri si ritrova perfettamente durante l’ascolto di “Live in Europe”, un doppio album che viaggia velocemente con un buonissimo ritmo e con un’ottima alternanza di canzoni/emozioni, dove il gusto melodico e la spontaneità dominano sulla pura tecnica strumentale (che ovviamente c’è e si sente). Del resto quando artisti del calibro di Casey McPherson, Neal Morse, Steve Morse, David LaRue e Mike Portnoy si lasciano andare al divertimento e al piacere di intrattenere il pubblico, il risultato non può che essere eccellente.

Un live (proposto anche come DVD, Blue-Ray, vinile e in digitale) che quasi silenziosamente arriva sul mercato ma che contiene tanti minuti di grande musica suonata da interpreti eccezionali. Direi che basta per un ascolto, in attesa del secondo capitolo in studio previsto per il 2014.



CD1

01. Blue Ocean
02. Shoulda Coulda Woulda
03. Love is What I'm Waiting For
04. Can't Find a Way
05. The Storm
06. Odyssey
07. Forever in a Daze
08. Halleluja
09. Better Than Walking Away

CD2

01. Kayla
02. Fool in My Heart
03. Spur of the Moment
04. Repentance
05. June
06. All Falls Down
07. Everything Changes
08. Infinite Fire

Speciale
L'angolo oscuro #10

Recensione
Deftones - Ohms

LiveReport
Lamb Of God - Self Titled Album Global Stream - Richmond, Virginia 18/09/20

LiveReport
Black Anima - Live from the Apocalypse 2020 - Milano 11/09/20

Recensione
Napalm Death - Throes Of Joy In The Jaws Of Defeatism

Speciale
L'angolo oscuro #9