Dee Snider
For The Love Of Metal

2018, Napalm Records
Heavy Metal

Per Dee Snider "For The Love Of Metal" rappresenta la volontà incondizionata di andare avanti per la propria strada
Recensione di Federico Falcone - Pubblicata in data: 28/07/18

Dee Snider, storico leader e frontman dei Twisted Sister è uno degli ultimi baluardi hard rock/heavy metal in fatto di coerenza e attitudine. Qualche anno addietro affermò che i fan degli autori di "Stay Hungry" non volevano - e non vogliono - più nuovi album o singoli, ma, piuttosto, continuare ad ascoltare dal vivo sempre e solo i classici e le hit che li hanno resi celebri in tutto il mondo. Dichiarazioni che sottintesero un addio agli studi di registrazione da parte della band newyorkese. Parole, queste, che oggi, alla luce della pubblicazione del nuovo album da solista, assumono un impatto e una veste ancora più significativa e apprezzabile. Ecco, quindi, che "For The Love Of Metal" è nei fatti ciò che il biondo ossigenato singer statunitense dichiarò a parole: la volontà incondizionata di andare avanti per la propria strada.


Il disco, prodotto da Jamey Jasta (Hatebreed) vede la partecipazione di numerosi musicisti della scena metal attuale: Howard Jones (ex-Killswitch Engage), Mark Morton (Lamb Of God), Alissa White-Gluz (Arch Enemy), Joel Grind and Nick Bellmore (Toxic Holocaust) e Charlie Bellmore (Kingdom Of Sorrow). Già leggendo l'elenco dei nomi degli ospiti si può intuire come l'intenzione di Snider sia quella di rompere col passato e con la scena che l'ha consacrato per rilanciarsi con un sound più moderno e attuale, al passo con l'evoluzione che il genere ha avuto e continua ad avere. Fin dall'ascolto del singolo promozionale ("Become The Storm") appare evidente come l'elemento più moderno del disco sia la produzione: rocciosa, diretta, d'impatto, capace di standardizzare ogni brano su una qualità media piuttosto elevata. Fattore, questo, non da poco, per un LP che ha - e deve avere - l'ambizione di proiettare Snider in una dimensione diversa da quella nella quale è diventato una della star principali. 

 

Apre il lotto "Lise Are A Business" che, con il suo incedere di doppia cassa e riff di chitarra serrato, mette subito in chiaro le cose: di inni glam e cori spensierati ne ascolteremo ben pochi, se non nessuno, La successiva "Tomorrow's No Concern" conferma la primissima impressione; brano diretto, fraseggio abrasivo e songwriting snello e incisivo. "I Am The Hurricane", è il pezzo più USA - oriented della prima parte della tracklist (in alcuni passaggi sembra di ascoltare, addirittura, un brano degli Anthrax nell'era Bush). "Roll Over You", tra i pezzi meglio riusciti del pattern, gode di una performance strepitosa di Snider, capace di far compiere un ulteriore salto di qualità a un pezzo che, di per sé, non brilla d'originalità. In realtà, benchè "For The Love Of Metal" sia ricco di ospiti prestigiosi, è proprio il frontman dei Twisted Sister a dare la prova di maggior spessore. "Mask", "The Hardest Way" e "Dead Hearts (Love Thy Enemy)" sicuramente non mancheranno nelle scalette dei prossimi live show (essendo, senza timore alcuno di esagerare, tra gli episodi meglio riusciti dell'album).

 

L'intera tracklist è composta da brani più o meno interessanti, ben scritti e arrangiati ma piuttosto deficitarie da un punto di vista di originalità o, al limite, di spunti capaci di renderlo un platter irrinunciabile. Alla lunga, infatti, l'attenzione nell'ascolto rischia di venire meno a causa di una scaletta coerente, si, col sound proposto e le intenzioni dichiarate, tuttavia poco incline a variazioni e imprevedibilità. Fattori, questi, che, spesso e volentieri, determinano il successo di un album. Dee Snider è stato - ed è - una colonna portante del nostro genere musicale preferito, e la volontà di allargare la propria fanbase con un progetto diametralmente opposto a quanto finora portato avanti è assolutamente da apprezzare. Ma resta quanto detto poche righe sopra: un full-length piacevole ma non imperdibile.





01. Lies Are A Business
02. Tomorrow's No Concern
03. I Am The Hurricane
04. American Made
05. Roll Over You
06. I'm Ready
07. Running Mazes
08. Mask
09. Become the Storm
10.The Hardest Way
11.Dead Hearts (Love Thy Enemy)
12.For The Love Of Metal

LiveReport
Smashing Pumpkins - Shiny and Oh So Bright Tou 2018 - Bologna 18/10/18

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Via Roma"

Speciale
Lacuna Coil (Diego DD Cavallotti)

Speciale
Imagine: un tributo all'amore di John Lennon per Yoko Ono e per la musica

Intervista
Slash Feat. Myles Kennedy And The Conspirators: Myles Kennedy

LiveReport
Europe - Walk The Earth World Tour 2018 - Bologna 02/10/18