AAVV
Frontiers Rock Festival - The Compilation

2014, Frontiers Records
Hard Rock

Recensione di Luca Ciuti - Pubblicata in data: 30/04/14

Si contano ormai le ore che ci separano da uno degli avvenimenti musicali più attesi dell’anno, non solo in ambito hard n’heavy. La nostrana Frontiers Records si appresta a celebrare la prima edizione del suo festival con una tre giorni (1-2-3 maggio, Live Club di Trezzo sull’Adda) piena zeppa di nomi attesissimi dagli amanti del rock melodico. Comunque vada, un successo tutto targato made in Italy, quello dell’etichetta partenopea, che annovera nel suo roster nomi tali da far impallidire persino una major. Se come noi avete nostalgia degli anni ’80 e delle sonorità patinate che hanno caratterizzato la vostra adolescenza, allora questo è il festival che fa per voi. Non c’è festival che si rispetti che non abbia la sua compilation celebrativa,e  anche Frontiers si porta avanti pubblicando a tempo di record questa "Frontiers Rock Festival - The Compilation", che è anche un ottimo pretesto per scaldare i motori in vista di una tre giorni che si preannuncia intensissima.
 
Come spesso accade, tocca alle seconde linee riempire i solchi delle compilations e la Frontiers in questo non fa eccezione. I nomi degli artisti coinvolti suoneranno familiari probabilmente solo agli esperti del settore, ma questo non è certo un elemento che va a discapito della qualità. Tutt’altro, si trasforma in un potente veicolo promozionale per artisti e progetti in cerca di una maggiore visibilità impreziosito dal fatto che ben nove tracce su quattordici sono rare o inedite. Hard Lions, Crazy Lixx, L.R.S. e Adrenaline Rush sono le punte di diamante di una compilation più che buona in cui le note stonate vengono solo da una raffazzonata ballata di Issa e da “Power Of Music” dei Place Vendome, dal discutibile “Thunder In The Distance”.  Preparatevi a rivivere la magia degli anni ’80 con il Frontiers Rock Festival, e se volete caricarvi a dovere giusto un attimo prima di lanciarvi sottopalco, siete ancora in tempo a farlo con questa interessante compilation.




01. Livin’ For a Dream (L.R.S.)
02. Change (Adrenaline Rush)
03. Heaven Is To Be Close To You (Moonland)
04. Trouble In a Red Dress (Three Lions)
05. Simpathy (Crazy Lixx)
06. All The Way (State Of Salazar)
07. Invincible (Issa)
08. Hey You (Dalton)
09. Victorious (W.E.T.)
10. Fever Dreams (Hardline)
11. Into The Fire (Eclipse)
12. Can’t Stop Love (Angelica)
13. Power Of Music (Place Vendome)
14. On mY Own (M.I.M.)

LiveReport
Pixies - UK & Europe Tour 2019 - Bologna 11/10/19

Recensione
Nick Cave & The Bad Seeds - Ghosteen

Videointervista
Lacuna Coil: Cristina Scabbia, Andrea Ferro

Recensione
Lacuna Coil - Black Anima

Recensione
Helloween - United Alive

Intervista
Johnny Marr: Johnny Marr