The Upperclass Bastards
No-Bless Oblige

2009, Street Symphonies
Rock

Recensione di Simone Castelli - Pubblicata in data: 19/11/09

Al loro primo album in studio i The Upperclass Bastards si rivelano una piacevole sorpresa. La band nata nella capitale sabauda nel 2005, dopo vari cambi di lineup, si è sentita finalmente pronta ad uscire con album vero e proprio.

"No-Bless Oblige" è disco dalle sonorità graffianti, che esprime una mirata ricerca musicale. Le dieci tracce proposte spaziano dall'hard rock all'heavy e anche all'alternative, sonorità ben espresse dall'ottima voce di Charlotte e da piacevoli assoli di chitarra. L'energia trasmessa da brani come "Burnout" e "B.A.D. (Bad Attitude Doll)" si contrappone a pezzi più tranquilli come "Slash" e "Idol of Myself". Non è assolutamente da disdegnare anche la cover di "Bang Bang (My Baby Shot Me Down)" di Sonny Bono.

Insomma, per un gruppo già conosciuto nel territorio piemontese, quest'album è un ottimo debutto nazionale, e perché no, internazionale. Quaranta minuti di piacevole rock che in alcuni frangenti ricordano i No Doubt dei primi due album.



01. Trip
02. Excuse My French
03. Scary Cherry
04. Burnout
05. B.A.D. (Bad Attitude Doll)
06. Slash 145
07. Out Of Time Hero
08. Idol Of Myself
09. Bang Bang (My Baby Shot Me Down)
10. Lust For Life

Speciale
Sei valide ragioni per partecipare al Copenhell

LiveReport
Sziget 2019: la 27esima rivoluzione dell'amore - Budapest 07/08/19

Intervista
Twilight Force: Alessandro Conti (Allyon)

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19