The Dead Formats
The Dead Formats

2009, Visible Noise
Punk

Recensione di Simone Castelli - Pubblicata in data: 08/07/09

La Visible Noise torna all'attaco del mercato, dopo il successo dei Lostprophets e dei Bring Me The Horizon, con i giovani inglesi The Dead Formats e la loro prima omonima pubblicazione, un EP composto da sei brani che sembrano anticipare un vero e proprio album.
I sei ragazzi che compongono questo gruppo vengono dall'Essex, e presentano un sound Punk anni settanta in cui le influenze dei The Clash e dei The Jam sono evidenti e che strizza l'occhio ad un Hardcore più moderno.

Per il genere musicale proposto sei membri a comporre la band sono forse troppi e la qualità del suono ne risente diventando eccessivamente pastoso e spesso rumoroso. Le linea vocali dei due singer si intervallano bene, una più strillata (a volte troppo) ed una più blues che ammorbidisce le sonorità in levare.

Le premesse sono buone, ma per risultare più credibili dovranno trovare una propria linea artistica, ad oggi le influenze del passato sono troppo marcate e la loro voglia di sperimentare ne risente; se in sede live sapranno metterci la stessa energia espressa in studio allora saranno sicuramente eventi imperdibili.





01.Again and Again

02.Dirty Whote Shoes

03.Step It Up

04.One Of The Faces

05.Stop Talking, Start Dancing

06.Wind Up 

LiveReport
Sziget 2019: la 27esima rivoluzione dell'amore - Budapest 07/08/19

Intervista
Twilight Force: Alessandro Conti (Allyon)

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19

Speciale
Le rinascite di Bruce Dickinson