Saga
Contact - Live In Munich [DVD]

2009, InsideOut Music
Prog Rock

Recensione di Gaetano Loffredo - Pubblicata in data: 27/05/09

Il concerto di addio di Michael Sadler è racchiuso in un doppio dvd celebrativo registrato in Germania, “Contact – Live In Munich”, e ha dato il via ad un nuovo percorso di iniziazione ad uno dei gruppi tra i più popolari della scena rock progressiva internazionale: i “Saga”.
Abbiamo da poco affrontato l’argomento “disco in studio”, e accettato di buon grado il cambiamento (seppur forzato), tessendo le lodi di Rob Moratti, il nuovo cantante, e scambiando le nostre opinioni con un Jim Gilmour piuttosto seccato dall’ingombrante presenza del nome di Sadler nelle interviste e durante le conferenze stampa. Inevitabile se pensate che Michael è stato, insieme a Jim, mente e braccio dei Saga per trenta lunghi anni.


Il doppio dvd è un addio più che dignitoso e il pubblico tedesco non ha rinunciato alla ghiotta opportunità di entrare nella storia dei cinque, intervenendo in massa e glorificando un Michael Sadler letteralmente commosso, sommerso di applausi dalla primissima “The Interview” al bis conclusivo “What's It Gonna Be Tonight?”. Ventitré canzoni custodite nel primo supporto, una scaletta ineccepibile che non dimentica nessuno dei cavalli di battaglia, anzi, è la sintesi perfetta di quelle “irregolarità melodiche” che hanno  consentito ai Saga di raggiungere il vertice del genere.
Il concerto è molto intimo, è facile carpirne tutte le sfumature emotive anche solo guardando, tra un’immagine e l’altra, il viso un po’ malinconico di  Ian Crichton (grandissima prova la sua) e dello stesso Gilmour.
Non c’è stato bisogno di prevedere una ricca scenografia ma qualche soldo in più l’avrei speso per una registrazione che sì, eccelle sotto il profilo acustico, ma difetta sotto quello visivo. Impensabile, al giorno d’oggi, non affidarsi al formato sedici noni e impensabile doversi accontentare di un’immagine “spixellata” anche nel sua dimensione originale: a nulla serviranno cambi di impostazione e televisioni ultra-tecnologiche. E’ deficitaria anche la prova del regista che raramente stacca sull’assolo di turno, soffermandosi sempre e comunque (anche quando non serve) su Michael Sadler. D’accordo, è l’addio del frontman ma anche e soprattutto un concerto dei Saga.
Pressoché inutile il secondo disco, che guarderete una volta soltanto perché incuriositi dal breve documentario e dai sei brani estratti dal concerto di Mannheim 2007 (stessa qualità video, audio peggiore).


“Live in Munich” è un manifesto commemorativo, appetibile per chi ha seguito il gruppo con costanza e dedizione, non si tratta di un dvd artificiale e per questo meritevole di ogni elogio, ma è troppo poco curato per poterlo consigliare a chiunque. La classe e il repertorio dei Saga non si discutono, ma una spesa di oltre venticinque euro va giustificata mettendo a disposizione tutte le risorse necessarie per offrire il miglior prodotto possibile. E non basta promuoverlo come “l’addio di Michael Sadler” per renderlo indispensabile.





DVD 1

01.The Interview
02.That's As Far As I'll Go
03.You're Not Alone
04.I'm OK
05.Can't You See Me Now
06.Book Of Lies
07.The Perfectionist
08.Drum Solo
09.The Flyer
10.Mind Over Matter
11.The Security Of Illusion
12.Time's Up
13.Piano Solo
14.Scratching the Surface
15.We've Been Here Before
16.On The Air
17.On The Loose
18.Careful Where You Step
19.10.000 Days
20.Wind Him Up
21.Humble Stance
22.Don't Be Late
23.What's It Gonna Be Tonight?


DVD 2

Documentary
Underground TV (6 tracks live from Mannheim 2007)
Pic gallery: 30th anniversary/The farewell of Michael Sadler

Intervista
Anneke Van Giersbergen: Anneke Van Giersbergen

Recensione
Epica - Omega

Recensione
Alice Cooper - Detroit Stories

Speciale
L'angolo oscuro #19

Intervista
Epica: Mark Jansen

Intervista
Sirenia: Emmanuelle Zoldan