Francesco Ferrazzo
Goccia Dopo Goccia

2011, Autoproduzione
Indie

Recensione di Alessandra Leoni - Pubblicata in data: 22/01/12

Francesco Ferrazzo, cantautore di Verbania, dopo una gavetta di durata alquanto considerevole in svariati gruppi pop rock, e dopo aver partecipato a concorsi di tutto rispetto, come il Premio Città di Recenati o il Premio De André 2005, arriva a pubblicare un buon album d'esordio.


Senza troppi giri di parole, questo "Goccia Dopo Goccia" nasce attraverso una gestazione abbastanza lunga, della durata di circa tre anni. Il full-length di debutto presenta sette tracce estremamente piacevoli e ben equilibrate, dove il cantautorato della fortunata tradizione italiana, presente nella titletrack o in "A Testa In Giù", si fonde con il brio di una leggera matrice elettronica come "Di Cosa Ha Bisogno La Gente", dal testo impegnato, che affronta tematiche di carattere sociale. Non si scade nel melodramma pieno di autocommiserazione, caratteristica che sembra esser stata adottata da alcuni cantautori ed artisti degli ultimi anni, al contrario: l'artista in questione riesce a bilanciare in maniera fresca e leggera l'introspezione e l'attenzione per la società che lo circonda. I brani, poi, non sono nemmeno tanti, evitando così di farcire di riempitivi il debutto, cosa non facile per chi pubblica il proprio primo disco. Così come le influenze di cantautori come Ivano Fossati, o somiglianze e rimandi ad artisti come Daniele Silvestri o Niccolò Fabi, sono appena accennati e non disturbano l'ascoltatore, riuscendo così a non suonare troppo derivativi o privi di personalità.


Insomma, a conti fatti questo "Goccia Dopo Goccia" è un lavoro ben ponderato e ben confezionato, per essere un debutto. Scivola via con la giusta leggerezza, mescolata ad un'adeguata incisività e buon gusto negli arrangiamenti. Non rimane altro che attendere ulteriori sviluppi nella carriera di Francesco Ferrazzo.





01. Guardarsi Dentro
02. Goccia Dopo Goccia
03. A Testa In Già
04. Di Cosa Ha Bisogno La Gente
05. Stai Sereno
06. Tranne Che A Te
07. Departure

Recensione
Alter Bridge - Walk The Sky

LiveReport
Volbeat - Rewind, Replay, Rebound World Tour - Milano 14/10/19

LiveReport
Pixies - UK & Europe Tour 2019 - Bologna 11/10/19

Recensione
Nick Cave & The Bad Seeds - Ghosteen

Videointervista
Lacuna Coil: Cristina Scabbia, Andrea Ferro

Recensione
Lacuna Coil - Black Anima