Mötley Crüe
Greatest Hits

2011, Eleven Seven Music
Hard Rock

Recensione di Daniele Carlucci - Pubblicata in data: 25/11/11

Un gruppo in grado di scrivere alcune tra le pagine più belle della storia dell'hard rock, trasgressivo e distruttivo, che ha vissuto gli anni '80 della scena di Los Angeles da assoluto protagonista con milioni e milioni di album venduti in tutto il mondo e concerti esplosivi e folgoranti. Parliamo dei Mötley Crüe, parliamo di Vince Neil, Tommy Lee, Nikki Sixx e Mick Mars, quartetto che ormai si recita a memoria come le formazioni delle squadre di calcio che hanno segnato un'epoca.

Greatest Hits” è la sesta raccolta della discografia della band californiana (la settima se non considerassimo il fatto che si tratta della ristampa europea del disco uscito per il mercato americano nel 2009) e si presenta come il tocco finale sull'opera di ripubblicazione del catalogo dei Crüe. Di novità rispetto alle altre compilation non c'è ombra, se non che compaiono nella tracklist brani appartenenti alla storia recentissima del gruppo, nello specifico estratti dall'ultimo “Saints Of Los Angeles” (2008). Per il resto nessuna bonus-track, nessuna versione live, nessun inedito: fa eccezione il remix di “The Animal In Me”, davvero poca cosa se pensiamo che è l'unica “novità”, se così possiamo definirla. In effetti per trovare qualcosa di diverso bisogna buttarsi sull'edizione deluxe del CD, che contiene anche un bonus DVD live, quantomeno del materiale mai edito prima.

Certo, è sacrilego parlare in questi termini di un'opera che racchiude in sé perle come “Shout At The Devil”, “Home Sweet Home”, “Girls, Girls, Girls”, “Dr. Feelgood” e “Kickstart My Heart”, tanto per citarne alcune, ma si discute sul senso di “Greatest Hits” e non assolutamente sulla sua qualità, per forza di cose altissima. Del 2005 è “Red, White & Crüe”, sunto completo ed esaustivo della carriera della band di Los Angeles e un full-length in più da allora non giustifica un nuovo “best-of” che, anzi, appare piuttosto ridondante e inutile.

I Mötley Crüe negli ultimi anni hanno fatto parlare di sé più per le vicende personali che per la loro musica: questo succedeva regolarmente anche in passato, ma almeno il gruppo americano nel frattempo sfornava capolavori come “Shout At The Devil”, “Girls, Girls, Girls” e “Dr. Feelgood”.



01. Too Fast For Love
02. Shout At The Devil
03. Looks That Kill
04. Too Young To Fall In Love
05. Smokin' In The Boys Room
06. Home Sweet Home
07. Wild Side
08. Girls, Girls, Girls
09. Dr. Feelgood
10. Kickstart My Heart
11. Same Ol' Situation (S.O.S.)
12. Don't Go Away Mad (Just Go Away)
13. Without You
14. Primal Scream
15. Sick Love Song
16. Afraid
17. If I Die Tomorrow
18. Saints Of Los Angeles
19. The Animal In Me (Remix)

Intervista
Skillet: John Cooper

Recensione
Nightwish - Decades: Live In Buenos Aires

Speciale
Toliman - Abstraction

LiveReport
Cult of Luna – European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19