Die Krupps
Als Waren Wir Fur Immer

2010, SPV
Industrial

Recensione di Federico Botti - Pubblicata in data: 28/11/10

I tedeschi Die Krupps hanno una lunga e ricca carriera alle spalle. Nati come uno dei primi gruppi industrial tedeschi, in breve tempo hanno modificato il tiro aggiungendo elementi disparati, arrivando a produrre vere e proprie pietre miliari dell'Ebm. Oggi li ritroviamo con questo EP, “Als Wären Wir Für Immer”, disco che racchiude cinque pezzi originali e tre loro remix.

Si parte con “Beyond”, traccia sovraccarica di sinth e tutto sommato molto pop nell'incedere, non molto indicativa del genere suonato dai Nostri a causa della sua orecchiabilità e poca aggressività. Il remix che ne è stato fatto ha invece un carattere quasi più “depechemodiano”, più notturno e liquido, senza dubbio gradevole (anche se le è preferibile l'originale). Si prosegue con “The Chameleon Man”, nella quale si cominciano a intravedere tinte un po' più fosche e un mood più orientato verso l'industrial. In generale siamo di fronte a una canzone un po' meno incisiva della precedente, e anche in questo caso il remix che ne è stato fatto non la aiuta: in esso si perde infatti l'aspetto industrial a favore di quello danzereccio e “truzzo”, con una conseguente perdita di  interesse. Sullo stesso asse si muove anche “Dr. Mabuse” (versione rielaborata compresa), mentre possiamo individuare in “Die Macht” e nella titletrack i momenti meglio riusciti di tutto il lotto. Uniche due tracce cantate in tedesco, queste sono anche le più oscure, vuoi per la lingua impiegata (dai suoni sicuramente più aspri e, Rammstein insegnano, divenuta perfetta per l'industrial), vuoi per un'atmosfera cupa e ossessiva che le attraversa dall'inizio alla fine, allontanandole di larga misura dall'Ebm (per lo meno da quello più manieristico e becero).

Come valutare questo come back dei Die Krupps? Positivo senza dubbio, anche se, mi pare inutile dirlo, questo genere ormai suona prevedibilissimo e scontato. Ciò nonostante ci vuole un certo mestiere nel riuscire a comporre qualcosa che abbia ancora motivo di essere ascoltato, e questo è sicuramente il caso di “Als Wären Wir Für Immer”. Se il buongiorno si vede dal mattino, i fan della band di Düsseldorf possono iniziare, a ragione, a leccarsi i baffi.




01. Beyond
02. The Chameleon Man
03. Die Macht
04. Dr. Mabuse
05. Als Wären Wir Für Immer
06. Beyond (Unheilig Remix)
07. The Chameleon Man (Vigilante Remix)
08. Dr. Mabuse (Memphis Remix)

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19

Intervista
The Low Anthem: The Low Anthem

Speciale
Music Industry e innovazione tecnologica: la blockchain come strumento per rivoluzionare il mercato

Speciale
Alter Bridge: la nostra top 20

Speciale
Pink Floyd “The Later Years 1987-2019”