Cradle Of Filth
PanDaemonAeon [DVD]

1999, Music For Nations
Gothic

Recensione di Marco Somma - Pubblicata in data: 06/09/10

Una piccola rarità, un po’ difficile da reperire, che a suo tempo ha fatto la differenza nella storia della band. I Cradle Of Filth mettono insieme il miglior materiale video a loro disposizione per confezionare un DVD, il primo della loro carriera, forse non molto ricco ma decisamente valido. “PanDaemonAeon – A New Age Of Fire” è un gioiello per appassionati, una reliquia per i pochi fan che hanno la fortuna di possedere una copia originale, il guilty pleasure di ogni amante del genere.

Si parte con una scialba versione del video diretto da Alex Chandon, tagliata e censurata per essere trasmessa in tv. Inestimabile per l’aspetto promozionale, ma utile solo per rendersi conto della moltitudine di piccoli tagli effettuati sulla versione integrale. Il consiglio è quello di saltarla a piè pari e passare alle parti più pepate. “From The Cradle To Enslave (Per-version)” sono poco più di cinque minuti di video a metà tra B-movie horror anni ottanta ed un servizio di Penthouse. I Nostri penetrano notte tempo in una chiesa popolata da creature deformi, sottoponendosi alle peggiori torture ed evocando immagini pseudo-erotiche da far impallidire il marchese De Sade. Se avete avuto la fortuna (?) di vedere uno dei film della serie Hellraiser diretta dal maestro dell’horror Clive Barker, riconoscerete certamente il look adottato dalla band per l’occasione. Come i Cenobiti protagonisti dell’opera di cui sopra, Dani filth e compagni indossano le vesti di sacerdoti del dolore, pronti a far precipitare il mondo nell’inferno che merita. Pacchiano e granguignolesco al punto giusto.

Al termine del clip troviamo ad attenderci lo stesso Dani Filth, che come un novello presentatore televisivo ci introduce al making of del video, sicuramente la parte più divertente del disco. Filth si rivela dotato di un humor nero tipicamente inglese irresistibile e fino ad allora insospettato. Il “making of” è purtroppo privo di sottotitoli, risultando cosi un po’ duro da seguire per chi non ha sufficiente familiarità con l’inglese, ma merita comunque una visione. L’impressione generale è di gente che si diverte giocando con l’orrido e prendendosi poco sul serio. Una volte per tutte i Cradle si scrollano di donno l’aura da satanismi convinti, per indossare le vesti più adatte a loro di teatranti dell’orrore. Ormai l’accostamento con l’ambiente black metal, ammesso che abbia resistito al secondo disco, è puramente formale e i Nostri si preparano a farsi riconoscere come quegli oscuri cantastorie che sono stati fin dal principio.

Si conclude così la prima parte del DVD, lasciando il posto agli estratti dalla performance live. Solo quattro brani intervallati da brevi presentazioni da parte della band che vanno dal comico al grottesco. La qualità dei pezzi è sorprendente; considerando che le prestazioni dal vivo dei Nostri sono sempre state altalenanti, questi pochi brani hanno il pregio di immortalare uno dei momenti migliori della band. Filth è in stato di grazia e dà prova di una presenza sul palco notevole, nonché di una voce straordinariamente eclettica. Vedere ed ascoltare per credere!

Nota: L’anno successivo Dani Filth e Alex Chandon torneranno a collaborare per un vero e proprio lungometraggio tra i più sporchi, brutali ed artisticamente disordinati. “Cradle Of Fear”, questo il titolo dell’opera, sarà un tripudio di sangue vietato ai minori. Irrinunciabile per il vero fan, assolutamente trascurabile per chiunque altro!





- From The Cradle To Enslave (Cut And Clean)
- From The Cradle To Enslave (Per-version)
- The Un-making Of From The Cradle To Enslave
- Live at London Astoria:
Dusk And Her Embrace
Beneath The Howling Stars
Cruelty Brought Thee Orchids
Malice Through The Looking Glass

LiveReport
Cult of Luna – European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19

Intervista
The Low Anthem: The Low Anthem

Speciale
Music Industry e innovazione tecnologica: la blockchain come strumento per rivoluzionare il mercato

Speciale
Alter Bridge: la nostra top 20