Peter Gabriel
So (Remastered 25th Annivery Deluxe Edition)

2012, Realworld Music
Prog Rock

Come riscoprire un grande disco degli anni 80 senza perdere un solo grammo del fascino dell'originale
Recensione di Eleonora Muzzi - Pubblicata in data: 04/12/12

Spiegare chi sia Peter Gabriel dovrebbe essere inutile. Recensire nuovamente “So”, l'album capolavoro che ha segnato la metà degli anni 80, dovrebbe esserlo ancora di più. Ma in occasione del venticinquesimo anniversario dall'uscita di questo quinto album solista del poliedrico ex-vocalist dei Genesis con conseguente re-release dell'album rimasterizzato in qualità digitale e relativa edizione speciale commemorativa, non ci potevamo esimere dal presentarvi questa piccola perla discografica pubblicata tramite Realworld Music, l'etichetta discografica fondata dallo stesso Gabriel. In questa sede prenderemo in considerazione il digipack contenente tre CD, ovvero l'edizione rimasterizzata di “So” e il “Live In Athens” del 1987. Le altre versioni rilasciate consistono nell'album singolo senza bonus, nell'edizione con il Blu-Ray contenente il documentario sul making of dell'album e nel box-set a tiratura limitata formato da due vinili, ben otto dischi e un corposo book fotografico che racconta la storia dell'album e del tour che lo ha seguito.

Partendo dal presupposto che “So” contiene alcuni dei migliori pezzi scritti dal musicista inglese, tra cui le celeberrime “Don't Give Up”, in duetto con Kate Bush, e “Sledgehammer”, che per anni ha detenuto il posto come video più trasmesso da MTV; permane la tracklist modificata (non quella originale del 1986), adottata per la re-issue del 2002. Nessun altro cambiamento è stato apportato, oltre alla rimasterizzazione dell'audio, che guadagna in volume dell'output e in riduzione del rumore di fondo, tipico della registrazione analogica. In pratica, abbiamo di fronte lo stesso prodotto, semplicemente all'orecchio ci giunge come se fosse stata registrato in uno studio moderno, con metodi attuali.

Da grande amante dell'avanzamento tecnologico, Gabriel ha sempre amato giocare con i tutti gli strumenti che gli potevano capitare tra le mani, dai synth ai nuovi modelli di microfono o ai nuovi metodi di registrazione che si sviluppavano nel corso degli anni (ricordiamo che fu uno dei primi a registrare le parti di batteria con la tecnica del gated drum, che divenne un'icona degli anni '80 assieme alla batteria elettronica), e non poteva quindi non rimettere mano ad uno dei suoi dischi più importanti con le migliori tecnologie esistenti oggi, nel 2012. Il risultato è un opera che, dal punto di vista prettamente audio, suona come se fosse stata registrata ieri. Artisticamente parlando è quasi inutile dire che “So” è uno degli album più importanti della storia del progressive rock, in quanto segna lo stacco tra gli standard che costituivano la musica di Gabriel fino a quel punto della sua carriera e che lo avrebbero portato, nel corso degli anni, ad inserire influenze sempre più marcate di world music, elettronica e anche pop. “So” contiene brani duramente prog come “This Is The Picture (Excellent Birds)” affiancati a episodi come “Sledgehammer”, che più che un pezzo rock ricorda il soul e la Motown americana, e “Mercy Street”, tuttora indefinibile come genere, perché non si tratta di rock, né di pop, né di elettronica e tanto meno di ambient: è un mix indescrivibile di generi accomunati da un unico fattore, ovvero dal fatto che nelle mani di un musicista come Peter Gabriel e tutti i suoi collaboratori ogni pezzo diventa un capolavoro assoluto della musica a livello mondiale. La strana commistione di generi che caratterizza “So” tocca anche “Big Time” e “In Your Eyes”, brano che chiude l'album e col suo coro finale segna profondamente la direzione che l'artista avrebbe poi preso, tre anni dopo, con “Us”. A pensarci, l'unico spiraglio propriamente prog rock di “So” è l'apripista “Red Rain”, che sebbene sia un pezzo già “atipico” per Gabriel, più orecchiabile rispetto alla sua media, è uno dei più “classici”, nel suo tendere maggiormente al rock rispetto ai brani che lo seguono.

Il “Live In Athens 1987” è invece diviso in due CD separati. Dal punto di vista della setlist, nulla da dire, essendo presente la maggior parte delle canzoni simbolo di Gabriel. Tecnicamente parlando, anche in questo caso siamo di fronte ad un'edizione che va oltre l'essere un live di qualità, come ne escono oggigiorno, e rasenta la perfezione sonora. Il suono è avvolgente anche se ascoltato attraverso le casse del computer, su uno stereo di qualità superiore è quasi come essere lì allo stadio, insieme a lui. Una sensazione magnifica.

Parlando invece di questa edizione a tre CD, pur essendo molto più spoglia rispetto alla più esclusiva (e costosa) edizione deluxe, contiene qualche piccola perla da non sottovalutare. Fisicamente l'album è contenuto in un cartonato rigido dallo spessore superiore rispetto alla media, che riproduce la copertina originale senza ulteriori fronzoli o etichette che marcano la differenza con l'album standard. Aprendolo, all'interno troviamo tre slipcase: nella prima, con sopra l'immagine di copertina meno nome e titolo, c'è l'album, pronto per essere ascoltato e goduto. Le altre due sono marcate con due foto scattate durante il concerto in questione, una delle quali raffigurante Gabriel intento a fare crowdsurfing, mentre l'altra raffigura l'intera band. Oltre a questo la confezione contiene il booklet con i testi e qualche retroscena del live e quattro cartoline rigide.

La rimasterizzazione di “So” porta nuovo splendore ad un album già magnifico nella sua versione originale e aggiunge un paio di chicche per i fan ma non solo. Chiunque, anche chi si approccia alla musica di Peter Gabriel per la prima volta, può godersi questa nuova versione del suo quinto parto discografico, senza timore di perdere un solo grammo del fascino dell'originale.



CD 1 – So (Remastered 25th Annivery Deluxe Edition)

01. Red Rain
02. Sledgehammer
03. Don't Give Up
04. That Voice Again
05. Mercy Street
06. Big Time
07. We Do What We're Told (Milgram's 37)
08. This Is The Picture (Excelletn Birds)
09. In Your Eyes
 
CD 2 – Live In Athens 1987 (Part I)

01. This Is The Picture
02. San Jacinto
03. Shock The Monkey
04. Family Snapshot
05. Intruder
06. Games Without Frontiers
07. No Self Control
08. Mercy Street
09. The Family And The Fishing Net

CD 3 – Live In Athens 1987 (Part II)

01. Don't Give Up
02. Solsbury Hill
03. Lay Your Hands On Me
04. Sledgehammer
05. Here Comes The Flood
06. In Your Eyes
07. Biko

Intervista
Skillet: John Cooper

Recensione
Nightwish - Decades: Live In Buenos Aires

Speciale
Toliman - Abstraction

LiveReport
Cult of Luna – European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19