My Sleeping Karma
Soma

2012, Napalm Records
Alternative Rock

Recensione di Marco Belafatti - Pubblicata in data: 17/09/12

Dalle parti della Napalm Records lo chiamano “Psychedelic Groove Rock”. Noi preferiamo presentare il genere musicale suonato dai tedeschi My Sleeping Karma come un magma ben strutturato di note nervose ed ipnotiche, figlie dei seminali Tool. Gira e rigira, non esiste altra band nell'intero panorama alternativo ad aver esercitato un'influenza di tale portata sulle formazioni nate a partire dalla prima metà degli anni 2000. E il quarto lavoro dei Nostri, in uscita a fine settembre per la nota label austriaca, non sembra fare eccezione, tant'è che le trame di chitarra delle pur ottime “Pachyclada” e “Ephedra” tradiscono sin da subito una certa “simpatia” nei confronti della band di “Lateralus”.

Tuttavia, certi di essere ben lontani dallo scadere nel mero citazionismo, i My Sleeping Karma decorano i propri pezzi facendo leva su intermezzi di incredibile raffinatezza, dove l'atmosfera e un certo retrogusto psichedelico la fanno da padrone, per poi squarciare l'etere con riff taglienti ed abrasivi di matrice vagamente stoner. Non mancano, per la gioia degli animi più sognanti, sintetizzatori ariosi e pianoforti ultraterreni (quasi un alter ego delle creature fatate rappresentate nella bellissima copertina ad opera di Sebastian Jerke), mentre l'assenza assoluta di parti vocali ha il pregio di rendere questo viaggio di 55 minuti ancora più introspettivo e illuminante.

Certo, l'originalità non è il maggior punto di forza di “Soma”, ma non si può dire che i Nostri manchino di dinamicità o che non abbiano interiorizzato a dovere la lezione impartita da Maynard James Keenan e soci in modo da riproporla sotto una veste sufficientemente personale ed accattivante. Indi per cui segnatevi il loro nome, ascoltate l'album e iniziate a fare il tifo insieme a noi: la strada verso il capolavoro è già stata imboccata.





01. Pachyclada
02. Ephedra
03. Eleusine coracana
04. Saumya
05. Somalatha
06. Psilocybe
07. Interlude by sheyk rAleph (Bonus Track)
08. Glow11 (Remix by Holzner&Kaleun) (Bonus Track)

Recensione
Satyricon - Rebel Extravaganza [Remastered]

LiveReport
Ghost - A Pale Tour Named Death 2019 - Mantova 05/12/19

Intervista
Skillet: John Cooper

Recensione
Nightwish - Decades: Live In Buenos Aires

Speciale
Toliman - Abstraction

LiveReport
Cult of Luna European Tour 2019 - Milano 03/12/19