Quebegue
Quebegue

2012, Autoproduzione
Indie/Folk

Recensione di Alessandra Leoni - Pubblicata in data: 28/08/12

Il sestetto fiorentino dei Quebegue - dalla grafia ostica, ma che si pronuncia "chebeghe", che può portare a qualche esplosione di ilarità - dopo anni di attività giunge finalmente a pubblicare il proprio disco d'esordio omonimo.


La band si colloca nel filone - di giorno in giorno sempre più nutrito - del cantautorato italiano, che, con sonorità semplici ed immediate, arriva al cuore - e alle orecchie - dell'ascoltatore, affrontando argomenti di per sé molto quotidiani e di stampo sentimentale. Numerosi sono i riferimenti a figure femminili, amori un po' complicati, come in "Una Settimana Con Veronica", "Donna Che Ride" o "Uomo Che Piange". Fermo restando che i contenuti rimangono una scelta soggettiva, più o meno condivisibile, musicalmente i Nostri non danno vita a niente di troppo originale od innovativo, per quanto si legga che la band si sia impegnata per rendere quanto più variegata la propria proposta. A volte è proprio nel cercare di non rimanere intrappolati in un genere, che si finisce per rimanerne invischiati. Si parla di folk - ed in piccola misura si può sentire qualche sonorità appartenente a questo genere, swing - non me ne vogliano i buoni musicisti, ma di swing propriamente inteso non sembra proprio essercene in questo inciso - e per finire rock sperimentale, maggiormente riscontrabile in "Persona Qualunque" o nella divertente "Vino Divino", rifatta nel 2006 da Rossana Casale.


Dunque, questo "Quebegue" si presta ad un ascolto leggero e disimpegnato, e il full-length in tutta onestà assolve perfettamente alla funzione di disco scorrevole, perché non si può certo dire che il prodotto sia stato male confezionato. L'unica cosa che lascia perplessi è quest'inarrestabile abitudine di voler mettere più e più etichette a un disco, facendolo sembrare più eclettico di quello che non è. E' un semplice disco di cantautorato italiano, con qualche venatura folk. Nulla di più e niente di così originale.





01. Uomo Che Piange
02. Donna Che Ride
03. Mentre Corro Verso Il Mare
04. Una Settimana Con Veronica
05. Persona Qualunque
06. Favola
07. Vino Divino
08. Eraiva
09. La Distanza Del Volo
10. La Libertà Di Scelta

Intervista
Skillet: John Cooper

Recensione
Nightwish - Decades: Live In Buenos Aires

Speciale
Toliman - Abstraction

LiveReport
Cult of Luna European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19