Tuomas Holopainen
The Life And Times Of Scrooge

2014, Nuclear Blast
Soundtrack

La storia e le avventure di Zio Paperone rivivono nella fantasia di Tuomas Holopainen
Recensione di Paola Marzorati - Pubblicata in data: 21/04/14

Definite la parola "rock". Nulla di quello che vi verrà in mente, in guizzi di fantasia veloci come stelle filanti, riuscirà mai ad incarnarne la vera natura come le parole di Nikki Sixx: "è fare esattamente ciò che voglio". E' prendere un'idea, amarla nonostante tutto, nonostante la sua diversità e realizzarla. E' allontanarsi da un sentiero già tracciato e sceglierne uno sterrato, un po' in salita. E' scrivere e produrre un album tutto strumentale, colonna sonora della graphic novel scritta e illustrata da Don Rosa e mettersi alla prova, ancora una volta. Questo è quello che fa di "The Life And Times Of Scrooge", uscito l'11 aprile per Nuclear Blast Records, un disco rock, anche senza chitarre, anche senza amplificatori sparati al massimo; e di Tuomas Holopainen, cuore e mente dei Nightiwsh, un artista maturo e completo, capace di rendere i suoi più grandi sogni realtà.

 

Mi è sempre piaciuto considerare gli album strumentali - anche se, ad onor del vero, una ristretta cerchia di guest impreziosisce l'opera con le sue performance vocali - come delle vere e proprie prove di coraggio, di quelle che spaventano e paralizzano, perché le superi solo se il talento ce l'hai davvero, solo se riesci a far parlare gli strumenti come se avessero una voce impaziente di raccontare una storia. A volte restano muti, trasformando l'aria in un mormorio senza significato; altre, invece, parlano la tua lingua e li capisci, e li vivi davvero. Gli strumenti di Tuomas Holopainen parlano, raccontano, dipingono la storia di Scrooge McDuck, e ti ci perdi dentro. Dieci tracce di una melodia quasi solida, con variazioni di tono e di tema, repentine, veloci, inaspettate, che abbiamo provato a catturare con il primo, emozionante ascolto in anteprima. E ascolto dopo ascolto l'album non perde la propria magia: ti perdi e ti ritrovi in un luogo dove tutto è più leggero, come sulla Luna, dove la testa non pesa così tanto e i pensieri si sono trasformati in fiocchi di neve pesanti mentre rincorri la vita e le avventure di Scrooge, sempre così lontane ma allo stesso tempo così vicine. Perché è questo quello che dovrebbe fare un album: raccontare una storia, che sia la tua o quella di un personaggio di fantasia poco importa. Basta che parli, anche senza una voce; basta che arrivi. E questo ultimo lavoro di Tuomas arriva eccome, un po' inaspettato come un forestiero che bussa alla porta e all'inizio non lo comprendi. Ma lasciatelo parlare e ascolto dopo ascolto lo capirete, capirete che parla la vostra lingua, con la voce melodiosa e potente che solo un artista come Tuomas Holopainen poteva regalargli. Uno che sa essere rock in ogni progetto, perchè del rock mantiene la forza e il coraggio di tentare. E, soprattutto, il talento e la fantasia di fare di uno dei suoi più grandi sogni una realtà che esorcizza l'anima.





01. Glasgow 1877
02. Into the West
03. Duel & Cloudscapes
04. Dreamtime
05. Cold Heart of the Klondike
06. The Last Sled
07. Goodbye, Papa
08. To Be Rich
09. A Lifetime of Adventure
10. Go Slowly Now, Sands of Time

Intervista
Europe: Joey Tempest

LiveReport
Nick Mason's Saucerful Of Secrets - European Tour 2018 - Milano 20/09/18

Recensione
Slash Feat Myles Kennedy & The Conspirators - Living The Dream

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Rcade"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Sogni Di Te"

Intervista
Nel vortice dei Voivod: Away