Annihilator
Triple Threat

2017, Udr Music
Thrash metal

Tornano gli Annihilator di Jeff Waters, e lo fanno con "Triple Threat", box contenente un cd acustivo e un live al Bang Your Head in Germania
Recensione di Federico Falcone - Pubblicata in data: 31/01/17

Gennaio 2017, per gli appassionati di thrash metal, è stato un mese di grandi uscite. Dopo il ritorno dei Kreator con il bellissimo "Gods Of Violence", ecco che anche i canadesi Annihilator, capitanati dal padre - padrone Jeff Waters, tornano a scaldare i cuori dei propri fans con una nuova release.

 

"Triple Threat", però, a ben vedere, non è una nuova fatica in studio composta da soli pezzi inediti, ma, al contrario, è un box contenente due dischi molto differenti tra di loro. Il primo dei due, "Unplugged: The Watersound Studios Sessions", è composto da dieci brani, fra cui alcuni grandi classici della band, revisionate e suonate in chiave acustica. Scelta, questa, del tutto inusuale o, quanto meno, singolare, per una thrash metal band. Lo stesso Waters, come dichiarato a SpazioRock nella recente intervista, ha, però, ammesso che l'idea di un acustic album era nell'aria già da tempo ma, per una lunga serie di ragioni, non ha mai potuto porlo in essere. Fortunatamente per noi, invece, adesso si è deciso a realizzarlo e il risultato è davvero lodevole. Per ovvie ragione, i pezzi non godono di quell'impatto "in your face" tipico delle versioni originali, ma, e non è roba da poco, mettono in luce una sorprendente interpretabilità risultando efficaci e convincenti anche senza gli amplificatori accesi. A coadiuvare il nativo di Ottawa troviamo una line up affiatata e convincente composta da Aaron Homma alla chitarra, Richard Hinks al basso, Marc LeFrance alla batteria e Pat Robillard in qualità di session man. Particolare non da poco è che tutti i pezzi sono stati registrati in presa diretta, riuscendo, così, a rendere trasparente e immediato il feeling all'interno della band e risultando, quindi, estremamente spontaneo e sincero. Tra le tracce più riuscite si possono annoverare l'opener "Sounds Good To Me", "Snake In The Grass" e "Phoenix Rising".

 

Il secondo disco contiene lo show che gli Annihilator hanno tenuto allo scorso "Bang Your Head" festival in Germania e qui, per la gioia dei fans più oltranzisti, si torna a sonorità a loro più congeniali. Nonostante i numerosi cambi di line up che, innegabilmente, hanno minato una carriera comunque importante, la band dal vivo è una garanzia. L'ottima produzione mette in risalto tutta la potenza e la classe cristallina di Waters e soci, autori di una prestazione eccellente per impatto e presa sul pubblico. "Alison Hell", "Never Neverland", "King Of The Kill", pezzi che ogni amante del thrash metal dovrebbe conoscere a memoria, scatenano il putiferio sotto il palco, dimostrando che, se in giornata di grazia, gli Annihilator non hanno niente da invidiare a nessuno. In conclusione, in attesa di un nuovo album che speriamo arrivi al più presto, "Triple Threat" è un box che ogni amante della band deve assolutamente avere.





Cd 1 - Unplugged: The Watersound Studios Sessions


01. Sounds Good To Me
02. Bad Child
03. Innnocent Eyes
04. Snake In The Grass
05. Fantastic Things
06. Holding On
07. Stonewall
08. In The Blood
09. Crystal Ann
10. Phoenix Rising


Cd 2 - Live At The Bang Your Head!!! Festival


01. King Of The Kill
02. No Way Out
03. Creepin' Again
04. Set The World On Fire
05. W.T.Y.D. (Welcome To Your Death)
06. Never, Neverland
07. Bliss
08. Second To None
09. Refresh The Demon
10. Alison Hell
11. Phantasmagoria
12. Crystal Ann
13. Phoenix Rising

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Long Lost Sailor"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Stramalodio"

Speciale
Dolores O'Riordan: "why can't you stay here awhile"

Speciale
The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta in streaming "Avventure Tropicali"

Recensione
David Bowie - Heroes