Tom DeLonge
To The Stars

2015, To The Stars Records
Punk Rock/Alternative Rock

Recensione di Francesco De Sandre - Pubblicata in data: 03/06/15

La malinconia dell’incompletezza genera spesso reazioni estreme. È nell’incompleto, nel mancante che scaturisce la direzione e l’essenza di un’opera. Tom DeLonge pubblica da solo otto tracce e scarica un peso non poco leggero, ma non per vendetta o rimorso nei confronti di chi quelle tracce avrebbe potuto ottimizzare e completare, semplicemente per vuotare la cantina della creatività di ogni rimasuglio di progetto finito. “The Invisible Parade” è l’acustico modaiolo, più che demo, demoniaco e barcollante nella sua voluta essenzialità. “Circle-Jerk-Pit” è il tentativo di impeto sofferente già fatto coi Box Car Racer. “To the Stars... Demos, Odds and Ends” è, complessivamente, la sintesi degli ultimi Blink182 lacerati dalla totale conversione agli AVA. Non c’è uno stilistico filo logico nel primo album solista di una carriera costellata di collaborazioni e tentativi. Un disco che assume un significato solo se inteso come il mattone che impossibilita al baule del passato di riaprirsi.





Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "SpaceseductIOn"

Speciale
Le tre vite di Chris Cornell

Recensione
Joy Division - Unknown Pleasures

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Thrust"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Spleen"

Intervista
The Damned: Solca ancora i mari la pił dannata nave del punk