Mondo Naif
Turbolento

2015, Dischi Bervisti
Stoner/Psychedelic Rock

Recensione di Francesco De Sandre - Pubblicata in data: 06/01/15

"Ho mille gioielli per riempire il vuoto
Degli angoli in cui m'intrattengo
A restare con me".


Respirare conviene. Nell'affannosa ricerca della verità, nella voglia di spezzare i confini della ragione, nello studio superficiale e sismico dell'equilibrio. Respirare conviene per ossigenare un momento di lucidità opaca, per risvegliare le membra e spogliarsi della membrana di apparenza che riscalda, soffoca e opprime l'intelletto dei sentimenti.

 

Da cosa è scandito il ritmo vitale? Cosa alimenta la salute? A cosa è bene ambire? La soluzione è relativa perché trapassa attraverso i protagonisti dello stesso viaggio della materia. I soggetti vincenti conquistano la materia ma sanno sbarazzarsene: la personalità è l'unico strumento concesso a chi ha focalizzato il proprio obiettivo finale. Fino a radere tutto al suolo, fino a provocare il suolo, diventando suolo, fino a scendere nel sottosuolo. VEXILLA REGIS PRODEUNT INFERNI.

 

"Nel non tempo
A fare non cose
Nel non momento
Forse vivrò".

 

"Turbolento" è il secondo album dei Mondo Naif, formazione trevigiana entrata negli ultimi anni nelle cerchie di Afterhours, Zen Circus, Aucan, Bud Spencer Blues Explosion, Ministri, The Bastard Sons of Dioniso. Un giro il cui diametro si amplia, dal 2013, con la partecipazione alla fondazione dei Sotterranei di Padova. Ai Mondo Naif l'underground piace: il primo disco esce nel 2012, si chiama "Essere Sotterraneo" ed è l'input che permette alla band di girare l'Italia, salire sul palco di Sherwood Festival, aprire i Pond (side Tame Impala) e giungere integri fino al momento del rilancio, ora tangibile.

 

Prodotto, registrato e mixato dal capitano Tommaso Mantelli (Il Teatro Degli Orrori, Captain Mantell), "Turbolento" è l'espressione rabbiosa e dicotomica dell'esistenza umana, strappata, raccolta e rimescolata disordinatamente in attimi di calma apparente in cui l'innocenza non esiste, uno sguardo è una sentenza e un colpo inferto non provoca dolore. In uscita il 19 Gennaio 2015 per Dischi Bervisti, Dreamin Gorilla e Go Down Records.





01. Non Tempo
02. Aquilone
03. Per Sempre
04. THC
05. Scatole Magiche
06. Maelstrom
07. Verve
08. Niente
09. VEXILLA REGIS PRODEUNT INFERNI
10. Belfagor

Intervista
Steven Wilson: Steven Wilson

Speciale
PREMIERE: ascolta "Novacaine" il nuovo singolo dei 10 Years

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Gutter Ballet" interpretata dai Cryptex

LiveReport
Wacken Open Air 2017 - Wacken 03/08/17

Recensione
Judas Priest - Sin After Sin

Speciale
Le Sirene dei Nightwish