Litfiba
Tetralogia Degli Elementi

2015, Warner
Rock

Un DVD fantastico accompagnato da un contorno inutile
Recensione di Andrea Mariano - Pubblicata in data: 14/01/15

Cosa può spingere un fan, ma anche un comune estimatore di una band a spendere 27 euro per un box in cui l’unico elemento davvero interessante è il DVD, l’unico supporto ottico con materiale inedito? Nulla, anche perché stiamo parlando di quattro album che sicuramente tutti i seguaci dei Litfiba possiedono. E allora si corre ai ripari, confezionando una versione “light” in cui il DVD viene affiancato da due CD di Best Of del materiale dal 1990 al 1997.

Tetralogia Degli Elementi” ha il potere di donare gioia, goduria e rabbia.

Gioia: dopo 22 anni passati a prender polvere negli archivi della Warner, viene finalmente alla luce quello che nei piani originari avrebbe dovuto costituire la controparte visiva del portentoso “Colpo Di Coda”, testimonianza live dei Litfiba intenti a devastare a suon di decibel il palazzetto di Bologna in occasione del Terremoto tour. Il DVD presenta riprese del concerto di Firenze, stralci di backstage in occasione delle varie date e simpatiche testimonianze pre e post concerto, con domande ai fan e spostamenti on the road della crew e dei vari membri della band. Ottimo montaggio, ottima pulizia sonora effettuata nei mesi scorsi, molto buona anche la resa video del DVD, aspetto da non dare mai per scontato.

Goduria: a livello di contenuti, il DVD del concerto di Firenze del 1993 è una perfetta radiografia di quel che erano i Litfiba all’epoca: una band che ha le proprie solide fondamenta negli arrangiamenti live di Ghigo Renzulli e nella imponente presenza scenica di Piero Pelù, il tutto supportato da un Roberto Terzani al basso che fa il suo lavoro e, laddove non arriva la tecnica od il carisma musicale, non si tira indietro per simpatici siparietti, né si tira indietro per sfogare un po’ di energia e divertimento muovendosi piuttosto spesso nella frazione di palco che gli spetta. Il drumming di Franco Caforio è sempre stato perfetto per la formazione di quel periodo, molto energico e al contempo preciso più di un metronomo, mentre Aiazzi è sempre la solita garanzia dal 1980 in poi, anche se qui deve destreggiarsi con suoni meno sperimentali rispetto agli acidi e teatrali anni ’80. Parlando di scaletta, “Resta” in versione hard rock fa la sua sporca figura, “Amigo” trova la sua connotazione definitiva, tutti gli estratti da “Terremoto” hanno una marcia diversa rispetto alle controparti in studio, e paradossalmente sono anche più godibili in chiave live. Le vecchie conoscenze come “Cane”, “El Diablo” e “Tex” sono una gran bella botta sempre e comunque, “Ci Sei Solo Tu” in quella strana versione anni ’90 piace o non piace, mentre “Cangaceiro”, non riportata nella sua interezza ma solo dalla presentazione della band da parte di Pelù, è forse il finale migliore che i Litfiba abbiano mai architettato per i loro concerti, con una esplosione euforica d’energia che s’impossessa del pubblico ed ancor più del cantante, il quale prende la rincorsa ed effettua uno stage diving degno della miglior scuola rock americana.

Rabbia: perché perdersi in un bicchier d’acqua? L’edizione standard di “Tetralogia Degli Elementi”, composta così come è, ha poco senso d’esistere. Concettualmente è perfetto: si celebrano i quattro album di quell’epoca, ergo “El Diablo”, “Terremoto”, “Spirito” e “Mondi Sommersi”, si aggiunge il DVD della testimonianza live di cui tutti sapevano l’esistenza, ma che fino ad ora non ha mai avuto l’occasione di esser riesumata. Materialmente, però, è un’operazione con una falla pazzesca: nessuno si sogna di spendere soldi per dischi che già si possiedono, soprattutto se questi non hanno alcun extra. Circolano da anni versioni in spagnolo di “Ritmo 2#”, “Regina Di Cuori” e “Goccia a Goccia”, perché non inserirle come bonus in “Mondi Sommersi”? Renzulli ha reso disponibile su internet “Bueno”, brano da cui son nate “Dinosauro” e “Ritmo”, perché non inserirla come extra in “El Diablo”?

Con l’edizione “light”, composta da 2 CD oltre al DVD, si è cercato di fare una selezione degli episodi migliori di quei 7 anni, ma anche qui ci son magagne che potevano tranquillamente essere evitate: inserire brani in versione live 1999 non è stato azzeccatissimo, ancor meno dimenticare di eliminare in “Animale Di Zona” la coda in cui Piero Pelù introduce il pezzo successivo dedicato a Marco Pantani (“Prendi In Mano I Tuoi Anni”, tratto da “Infinito”)… che però non è presente. Non è essere puntigliosi o, perdonate il termine, cagacazzi. Sono le basi di una qualsiasi raccolta, ed operazioni del genere, ovvero tagliare parti non necessarie, sono già state fatte in passato in casa Litfiba. Dispiace, infine, constatare che anche il DVD non ha alcun extra, come gallery fotografica o che, ma in questo caso non è una mancanza così clamorosa.

Difficile, davvero difficile valutare “Tetralogia Degli Elementi” nella sua complessiva proposta commerciale. Un DVD tanto atteso, un DVD fantastico, corredato però o da un doppio CD tutt’altro che imprescindibile, o da 4 album riproposti pari pari alle controparti dell’epoca, senza aggiunte.

Qualche anno fa la A&F Records creò la The Classic Album Selection, ed in queste pagine recensimmo quella dedicata ai Soundgarden, un cofanetto contenente tutta la discografia della band, ma con extra, packing differente e altro. Una discografia proposta per meno di 30 euro, e già solo questo dovrebbe far pensare.

In definitiva, versione standard consigliata SOLO a chi vuole avvicinarsi ai Litfiba anni ’90, a chi magari ha iniziato ad ascoltarli grazie a qualche fratello maggiore o a qualche zio o a qualche genitore e vuol quindi iniziare a farsi una propria discografia originale. Per tutti gli altri: andate in edicola, chiedete Sorrisi & Canzoni e relativo allegato, tornate a casa, aprite il cofanetto, prendete delicatamente il DVD ed inseritelo nel lettore, preferibilmente con un buon impianto e godetevi l’ebbrezza di un gran bel live. “Ed i due CD?”. CD? Quali CD?



Edizione Standard:

 

CD 1 - El Diablo

CD 2 - Terremoto

CD 3 - Spirito

CD 4 - Mondi Sommersi

DVD - Terremoto Tour Live '93

 

Edizione "Best Of":

 

CD 1:

01. El Diablo

02. Proibito

03. Siamo Umani

04. Woda-Woda

05. Ragazzo

06. Resisti

07. Dimmi Il Nome

08. Maudit

09. Fata Morgana

10. Dinosauro

11. Prima Guardia

12. Sotto Il Vulcano

 

CD 2:

01. Lo Spettacolo

02. Spirito

03. No Frontiere

04. Diavolo Illuso

05. La Musica Fa

06. Lacio Drom (Live 1999)

07. Animale Di Zona (Live 1999)

08. Ritmo

09. Imparerò

10. Regina Di Cuori

11. Goccia A Goccia

12. Si Può

13. Sparami (Live 1999)

14. ritmo 2# (Live 1999)

15. Dottor M.

 

DVD - Terremoto Tour Live '93

Speciale
Dropkick Murphys.. "are back and they're looking for trouble"

Speciale
Metallica: 35 anni in tour

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo lyric video dei White Skull

Speciale
PREMIERE: guarda il nuovo video dei the Cyborgs

Speciale
PREMIERE: guarda "Flesh Tight", il nuovo video dei Triggerfinger

Speciale
Chris Cornell: "I'm gonna break my rusty cage"