Jonny Lang
Signs

2017, Mascot Label Group/Provogue
Blues/Rock

Recensione di Sergio Mancuso - Pubblicata in data: 25/08/17

Dopo quattro anni dall'ultimo successo "Fight For My Soul", Jonny Lang torna in pista con "Signs", un album volutamente autobiografico "ma non in maniera letterale" come ci tiene a precisare.

 

Un lavoro che sembra riportare il chitarrista alle proprie origini blues, quando esordì nel 1995 a soli quindici anni, senza perdere di vista la particolarità dello stile da soulman cantore di gospel. L'insieme crea un sound distorto, grezzo e trascinato. Un ritorno alle origini con uno sguardo al presente, perché dopo ventidue anni Lang conosce le regole del gioco, e per questo inserisce all'interno dell'album una canzone come "Last Man Standing", decisamente radio-frendly con il suo stile di puro rock che ricorda da vicino i Black Country Communion di Joe Bonamassa e Glenn Huges. "What You're Made Of" invece rieccheggia di ritmi funky che faranno scuotere i fianchi o almeno il capo agli ascoltatori.

 

Nonostante alcune sfumature accattivanti per il pubblico mainstream, Jonny mantiene il proprio stile, rimane fedele al proprio marchio di fabbrica. L'album si apre con "Make It More", acustica, in cui parla della sua abitudine di procrastinare, dell'essere "pigro" e dichiara che non sarà più così - lo speriamo, Lang assomiglia vagamente a George Martin per i tempi di attesa interminabili ai quali sottopone i propri fan - e si chiude con "Singing Songs".

 

Entrambe cantate splendidamente, mettono chiaramente in mostra le armi migliori del cantautore: il songwriting e una voce gospel perfettamente intonata. Non sarà un album che sprizza scintille, ma chiunque sia un appassionato non ne rimarrà deluso. I ritmi indolenti e grezzi che scorrono tascinati sono perfetti e saranno la chiave di volta adatta a catturare il cuore di chi voglia ascoltarlo.





01. Make It Move
02. Snakes
03. Last Man Standing
04. Signs
05. What You're Made Of
06. Bitter End
07. Stronger Together
08. Into The Light
09. Bring Me Back Home
10. Wisdom
11. Singing Songs

LiveReport
Stones - No Filter Tour 2017 - Lucca 23/09/17

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Tightrope" dei Vandenberg's Moonkings

Intervista
Cradle Of Filth: Dani Filth

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "The Arsonist" dei Von Hertzen Brothers

Intervista
Satyricon: Frost

Recensione
Foo Fighters - Concrete And Gold