Black Label Society
Unblackened

2013, Eagle Rock Entertainment
Heavy Metal

A teatro con Zakk Wylde...
Recensione di Gaetano Loffredo - Pubblicata in data: 25/09/13

Nuova uscita marchiata a fuoco col logo della Black Label Society che, dopo il clamoroso successo del full di inediti "Order Of The Black" e il buon riscontro della raccolta “The Song Remains Not The Same”, si ripresenta con un live album atipico per un gruppo schiacciasassi come quello di Zakk Wylde (leggi l’intervista esclusiva). Trattasi infatti di un concerto per lunghi tratti poetico, intimo e  struggente che, per una notte, ha assunto sembianze country-blues-rock da brividi veri. La location è quella del Club Nokia di Los Angeles, un teatro che si è ben presto trasformato in un raduno per motociclisti come immediatamente evidenziato dalle immagini delle prime file del parterre: uno stuolo di fan e rider con la toppa del gruppo stile “Sons Of Anarchy”. Bello vero?

Il repertorio è da considerarsi inedito su DVD, perché tolti quei due/tre brani che normalmente sono funzionali a Zakk per tagliare in due o più parti i suoi concerti heavy, tutto il resto è presentato nella controparte acustica: sarà un vero piacere ascoltare una “Stillborn” o una “Speedball” nelle rispettive versioni addolcite nella sostanza ma altrettanto intense a livello emotivo. Potrete optare per un doppio CD audio che contiene il set del concerto, altri brani live e sei tracce acustiche registrate in studio, oppure potete virare sul Blu-Ray o sul classico DVD se preferite unire video all’audio (scelta consigliata). Per i die hard fans è disponibile anche un bundle ultra limitato contenente doppio CD, DVD, foto book, collanina con emblema, il tutto impacchettato con l’accuratezza richiesta da coloro disposti a spendere ottanta euro per avere il top.

"Unblackened", fate attenzione o voi che profanate per la prima volta il tempio della BLS, non è un biglietto da visita né la giusta introduzione al gruppo di Zakk Wylde. Va preso per quello che è come uscita singola: una anomala rappresentazione semi-acustica, e non per questo poco valida, di una band abituata a ben altri palcoscenici. Zakk è in gran forma, e lo percepirete soprattutto ascoltando la sua prestazione vocale: le qualità tecniche sono e restano indiscusse, sia quando si parla di chitarra(e) che quando si parla di pianoforte. Certo, vederlo seduto mentre imbraccia la sua Gibson davanti ad una decina di bottigliette d’acqua naturale, senza birra e senza le pose a cui ci ha da sempre abituati, può destabilizzare, poi la musica prenderà il sopravvento e capirete che è proprio quello il momento di vero godimento della release.





CD 1

01. Losin' Your Mind
02. The Blessed Hellride
03. Sold My Soul
04. Road Back Home
05. Spoke in the Wheel
06. House of Doom
07. Queen of Sorrow
08. Machine Gun Man
09. Sweet Jesus
10. In This River
11. Throwin' it all Away

CD 2

01. Takillya (Estyabon)
02. Won't Find It Here
03. Rust
04. Speedball
05. I Thank You Child
06. Stillborn
07. Ain't No Sunshine When She's Gone (Bill Withers)
08. Lovin' Woman (Bonus Version)
09. Queen of Sorrow (Unblackened recorded studio version)
10. Song for You (Bonus Version) (Bill Withers)
11. Won't Find It Here (Unblackened recorded studio version)
12. Yesterday, Today, Tomorrow (Unblackened recorded studio version)

Recensione
AC/DC - Highway To Hell

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Thundertruck"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Ognuno Come Vuole"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Smartfriend"

LiveReport
Metal For Emergency 2018 - Sepultura & more - Filago (BG) 04/08/18

LiveReport
Steven Tyler & The Loving Mary Band - Roma Summer Fest 2018 - Roma 27/07/18