Night Demon
Darkness Remains - Expanded Edition

2018, Steamhammer/ SPV
Heavy Metal

Recensione di Luca Ciuti - Pubblicata in data: 13/01/18

Si dice spesso che la personalità di una band sia direttamente proporzionale all'originalità del suo stile, un  assunto spesso vero, talvolta persino un assioma, non di rado smentito come nel caso degli statunitensi Night Demon, trio californiano dedito a un granitico heavy metal di derivazione britannica. A dispetto di uno stile che suonerebbe familiare anche al più sordo degli ascoltatori per via degli evidenti rimandi ai mostri sacri del passato (Maiden in primis), la band è riuscita a far parlare di sé grazie alla sua abilità compositiva e all'incredibile potenza che sprigiona in sede live: prova ne è il crescente numero di acts messo a referto nell'anno passato e che in questo 2018 li vedrà di spalla al tour europeo degli Accept e persino al al Wacken Open Air. L'imminente tour a fianco della compagine tedesca è la giusta occasione per raggiungere un pubblico più ampio ed arricchire il proprio catalogo con la ristampa dell'ultimo "Darkness Remains" uscito lo scorso anno.
 
Perché ci prendiamo tanto a cuore le sorti della band americana? Semplice, quella che potrebbe sembrare la classica operazione revival rivela una realtà che ha dalla sua diversi punti di forza. Non capita tutti i giorni di imbattersi in un combo proveniente dall'assolata California dedito alle sonorità della NWOBHM, un connubio che potrebbe sembrare bizzarro ma che si caratterizza invece per una inattesa freschezza; merito soprattutto dell'istrionico Jarvis Leatherby che col suo timbro vocale tipicamente US conferisce al repertorio la giusta personalità. La reissue regala poco o niente di veramente rilevante rispetto all'edizione originale, versioni remixate, outtakes alternative e un commentario track by track che fornirà spunti interessanti per approfondire la conoscenza del terzetto americano.
 
Al netto di tutto ciò, il disco continua a scorrere e divertire che è una bellezza, proprio come quando è uscito se non di più, ragion per cui l'appuntamento è più che mai sotto al palco del Live di Trezzo sull'Adda nel giro di qualche settimana.




CD1

Original Master
 
01. Welcome To The Night
02. Hallowed Ground
03. Maiden Hell
04. Stranger In The Room
05. Life On The Run
06. Dawn Rider
07. Black Widow
08. On Your Own
09. Flight Of The Manticore (instrumental)
10. Darkness Remains

Bonus Material
 
11. Turn Up the Night (Black Sabbath cover)
12 We Will Rock You (Queen cover)
13. Life On The Run (instrumental/ alternative studio take)
14. Flight Of The Manticore (instrumental/demo version)
 
CD2

Bright Lights Mix

01. Welcome To The Night
02. Hallowed Ground
03. Maiden Hell
04. Stranger In The Room
05. Life On The Run
06. Dawn Rider
07. Black Widow
08. On Your Own
09. Flight Of The Manticore (instrumental)
10. Darkness Remains
 
Track by Track Audio Commentary
 
01. Welcome To The Night
02. Hallowed Ground
03. Maiden Hell
04. Stranger In The Room
05. Life On The Run
06. Dawn Rider
07. Black Widow
08. On Your Own
09. Flight Of The Manticore (instrumental)
10. Darkness Remains

Digital Version (28505D):
 
Bright Lights Mix
 
01. Welcome To The Night
02. Hallowed Ground
03. Maiden Hell
04. Stranger In The Room
05. Life On The Run
06. Dawn Rider
07. Black Widow
08. On Your Own
09. Flight Of The Manticore (instrumental)
10. Darkness Remains
 
Bonus Material
 
11. Life On The Run (instrumental/ alternative studio take)
12. Flight Of The Manticore (instrumental/demo version) 

Speciale
La città eterna accoglie i resti mortali dei Pink Floyd

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Ancora io e te" dei D'Alì

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Long Lost Sailor"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Stramalodio"

Speciale
Dolores O'Riordan: "why can't you stay here awhile"

Speciale
The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains