Folkstone
Restano I Frammenti [DVD]

2012, Folkstone Records/Audioglobe
Folk Metal

Anima e cuore nel primo DVD live celebrativo della band bergamasca
Recensione di Fabio Rigamonti - Pubblicata in data: 16/01/13

Da band per festival estivi locali e gratuiti, ad una delle realtà più consolidate ed apprezzate del folk metal nazionale e non solo; la strada percorsa dai briganti Folkstone è di quelle lunghe e faticose, sulle quali “Restano I Frammenti” da raccogliere e rimirare per poter apprezzare ancora meglio e con maggior soddisfazione il proprio presente. Con questo intento nasce il primo DVD live celebrativo della band, racchiuso in un sontuoso set da tre dischi che immortala per intero il concerto del 3 novembre scorso al Palacover di Villafranca; e si parla di due ore un quarto di musica in cui davvero non si poteva chiedere di più ai guerrieri bergamaschi.

Ora, chiunque abbia un minimo di dimestichezza con i ragazzi sa benissimo che i Folkstone fanno le cose a modo loro, infischiandosene ampiamente delle regole e settando dei personali standard che, volendo ben guardare, costituiscono uno dei loro maggiori pregi, ovvero la meravigliosa caparbietà di voler anteporre la loro volontà anzitutto. Ebbene, se vi aspettate da quest’opera un DVD che rasenti l’eccellenza da tutti i punti di vista, siete lontani dalla realtà. Colpa, soprattutto, di una traccia audio a due soli canali, fortunatamente codificata in AC3 in modo tale che in molte configurazioni d’impianto sia emulabile un minimo di ambienza, ma ciononostante molto “chiusa” e compressa, fenomeno assai avvertibile quando il pubblico partecipa veemente nell’esecuzione dei brani e nell’acclamare la band, senza che questo possa spiccare come dovrebbe su dei canali posteriori ad esso dedicati. E se due tracce audio sono troppe poche per il concerto, nove membri nell’attuale formazione dei Folkstone sono troppi per la regia, che risulta a tratti schizoide nel cercare di essere sempre ovunque a catturare il momento, spesso con un taglio troppo grossolano e con movimenti di camera troppo frettolosi.

Si tacerà ora della “sindrome Hansi Kursch” (per chi non conosce la patologia, trattasi di spaesamento che colpisce il vocalist di una band abituato anche a suonare uno strumento, ma che non si ritrova più con strumenti da suonare a seguito di ampliamenti di line-up) che pare colpire il buon Lore quando si ritrova da solo davanti al microfono, senza una cornamusa od una chitarra in mano, e ci limiteremo a cominciare ad elencare un bel po’ dei pregi che abbondano in questo triplo disco, a cominciare dalla prestazione della band che, simpatica nota sopra a parte, è eccellente da ogni punto di vista, con quel pubblico iper-reattivo che rende ogni concerto dei Folkstone quell’evento da raccontare che ha fatto la fortuna della band. Poi, la qualità video generale rasenta l’eccellenza, e lo stress dei nostri moderni tv led viene sopportato con scioltezza dall’opera. Apprezzabili anche gli inserti di immagini di repertorio in mezzo all’esecuzione del concerto che enfatizzano i messaggi lirici di alcune canzoni (“Simone Pianetti”, “Grige Maree”, “Frerì”, “Nell’Alto Cadrò”), un bonus che, in definitiva, ci fa fare pace con la regia.

Infine, impossibile non menzionare gli extra: non così abbondanti come si penserebbe, ma di assoluta qualità nel mostrarci senza veli alcuni una band che, per definizione, non ha mai amato trincerarsi dietro al suo ruolo, e la cui sincerità di intenti viene palesata dal secondo DVD del set. Al di là dei videomessaggi pre-concerto dei fan (spassosissimi) e dei videoclip ufficiali sinora girati dai Folkstone, ciò che si apprezza in particolar modo è il diario degli spostamenti della band verso il Tanzt di Monaco, dove ci viene mostrato tutto senza filtri, e pare di essere lì con loro, ad ascoltare stanchi ma soddisfatti Battiato nel furgone sulla strada del ritorno verso casa. Ancora, stucchevoli backstage di realizzazione del concerto-evento di Villafranca ci vengono risparmiati in favore di riprese amatoriali fatte lungo “Il Confine Tour 2012”, con cene alcoliche in compagnia, scherzi, giocoleria e tanto, tanto divertimento, sia da parte dei protagonisti impressi su video, sia da parte nostra che guardiamo.

Che non sia un’opera formalmente elegante come il galateo dei DVD musicali imporrebbe lo capiamo anche dal disco audio di accompagnamento, che non presenta tracce digitali, bensì una compressione diretta in mp3 di tutto il contenuto audio del DVD del mastodontico concerto, di modo che non si fosse costretti a tagliare nulla (27 tracce in totale, tra cui l’inedito “Respiro Avido”), senza dover pesare sugli oneri della band e, di riflesso, sul prezzo d’acquisto finale al pubblico, cosa inevitabile se si fosse scelta la canonica strada del secondo disco audio. Quando si dice la praticità bergamasca nelle cose.

Insomma, “Restano I Frammenti” è un’opera sicuramente migliorabile sotto alcuni aspetti tecnici - lacune anche pesanti e non trascurabili, che penalizzano il voto in calce - ma certamente perfetta dal punto di vista del cuore e dell’anima, e poiché di cuore e di anima vive il fan medio dei Folkstone, se già si apprezza l’operato della band si aggiunga un punto abbondante alla valutazione finale, si metta la coccarda viola di SpazioRock per il top album, si riempia il corno di birra, si scaldi l’impianto home theater e ci si goda la magia dei Briganti di Montagna comodamente seduti a casa propria, come mero riscaldamento in attesa di andare a vederli live da qualche parte un’altra volta ancora.

I frammenti del presente sono assai preziosi dunque, e con essi si deve cominciare a costruire un futuro ancora più solido e scintillante. 




DVD Live:

01. Il Confine
02. Grige Maree
03. Aufstand!
04. Non Saro’ Mai
05. Alza il Corno
06. Lo Stendardo
07. Anime Dannate
08. Terra Santa
09. Respiro Avido
10. Anomalus
11. Ombre di Silenzio
12. Nebbie
13. FolkStone
14. Frerì
15. Un’Altra Volta Ancora
16. Frammenti
17. Sgangogatt
18. Briganti di Montagna
19. Luna
20. Omnia Fert Aetas
21. Simone Pianetti
22. Nell’Alto Cadrò
23. InTaberna (In Vino Veritas)
24. Rocce Nere
25. Longobardia
26. Vortici Scuri
27. Con Passo Pesante

DVD Extra:

Fanbox
Contenuti Extra

Cd Extra:

Mp3 dell’intero concerto presente su DVD

LiveReport
Helloween - Pumpkins United World Tour - Milano 18/11/17

Speciale
"Awakening Beyond": come incontrarsi in un campo di pura potenzialità

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo video dei The Clan feat. Punkreas

Intervista
Marlene Kuntz: Cristiano Godano

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta in streaming "War Is Over"

Speciale
Firenze Rocks 2018