Nightwish
Imaginaerum (The Score)

2012, Nuclear Blast
Soundtrack

Recensione di Marco Belafatti - Pubblicata in data: 08/12/12

Niente da fare, l'hype che ruota attorno ad “Imaginaerum” - ormai un brand vero e proprio, con tanto di gadget inusuali quali bottiglie di vino e comode pantofole - non sembra destinato ad arrestarsi. Non in Italia, almeno. Se in Finlandia schiere di fan urlanti hanno già potuto assaporare sul grande schermo la magia delle immagini ispirate alla musica dei Nightwish, noi dovremo accontentarci della colonna sonora ufficiale, pubblicata neanche troppo astutamente dalla solita Nuclear Blast a circa un anno esatto dalla release principale e a poche settimane dall'uscita del film nelle sale, più e più volte rimandata a causa di ritardi nella lavorazione.

Imaginaerum (The Score)”, frutto del certosino lavoro di riarrangiamento praticato dal signor Petri Alanko (flautista finlandese e insegnante presso la Sibelius Academy, nonché autore di colonne sonore per videogiochi) sulla base dei brani contenuti nell'ultima opera discografica della band di Tuomas Holopainen, non è altro che questo. Una colonna sonora come tante se ne sentono al giorno d'oggi, per altro penalizzata dalla mancanza di movimenti avvincenti o particolarmente ispirati. Pare stupido ricordare che le melodie portanti sono le stesse che abbiamo già ascoltato e riascoltato in questi ultimi dodici mesi, seppur private del tocco magico della band, ma il fatto è che questo disco non offre altri termini di paragone e si pone sin dalla copertina come l'ennesima appendice dal potenziale commerciale evanescente di un prodotto già pienamente sfruttato.

Nemmeno i patiti delle ambient-azioni più tetre e spettrali troveranno grandi motivi d'interesse in quest'album; per loro il consiglio è quello di rispolverare le colonne sonore dei vari episodi di “Silent Hill”. Per tutti gli altri, compresi coloro che non hanno mai sentito parlare dei Nightwish e della loro musica, basterà recuperare il disco ufficiale o volare in Finlandia per vedere il film diretto da Stobe Harju. Tutto il resto è noia. O marketing, come preferite. 





01. Find Your Story
02. Orphanage Airlines
03. Undertow
04. Spying In The Doorway
05. A Crackling Sphere
06. Sundown
07. Wonderfields
08. Hey Buddy
09. Deeper Down
10. Dare To Enter
11. I Have To Let You Go
12. Heart Lying Still
13. From G To E Minor

Recensione
Bruce Springsteen - The River

Speciale
Rock in Roma 2018

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Universi Alternativi"

Recensione
U2 - Songs Of Experience

Speciale
Pearl Jam, "Let's Play Two": un inno dedicato a chi arriva fino in fondo

LiveReport
Spend The Night With Alice Cooper 2017 - Milano 30/11/17