Slipknot
Antennas to Hell

2012, Roadrunner Records
Nu Metal

Un "best-of" inutile in attesa del prossimo disco di inediti
Recensione di Stefano Risso - Pubblicata in data: 24/07/12

A pochi mesi dall’uscita di “Iowa (10th Anniversary Edition)”, arriva sul mercato un altro prodotto targato Slipknot, l’ennesima pubblicazione in cui non sono contemplati inediti, volta a sfruttare il nome della band, in questo periodo di apparente stasi dei nostri mascherati. Sembra incredibile ma nella vasta discografia degli Slipknot mancava solo un best-of. Detto, fatto.

Antennas to Hell” colma la lacuna con una selezione di brani che pescano dai quattro full-length della formazione americana, formando una tracklist di canzoni che ormai tutti i fan del mondo conosceranno a memoria e che sicuramente saranno arrivate alle orecchie persino dei detrattori. Difficile stabilire se siano effettivamente le migliori, sicuramente sono tra le più ascoltate (dal vivo, in televisione, per radio, ecc...) in tutti questi anni, quindi meritevoli di essere inserite in scaletta. Il secondo cd è invece un live album degli Slipknot, registrato al Download Festival nel 2009, se non sbagliamo lo stesso concerto già proposto nel dvd “(sic)nesses”, pubblicato nel 2010. Se il primo disco poteva avere una lontana utilità nel saggiare l’evoluzione della band dai primi lavori ai giorni nostri, riproporre lo stesso concerto già protagonista di un dvd ci sembra un’esagerazione che va oltre gli scopi da “raschiamento del fondo del barile” che animano questo genere di pubblicazioni.

A completare “Antennas to Hell” un dvd aggiuntivo coi venti videoclip girati in carriera... Di cui non diremo niente per non infierire. Totalmente superfluo, “Antennas to Hell” è uno di quei lavori che non aggiungono nulla, riproponendo materiale già ascoltato, che difficilmente potrà entrare nuovamente nelle collezioni dei fan più sfegatati.



CD 1: Antennas to Hell

01.(sic)

02.Eyeless

03.Wait and Bleed

04.Spit It Out

05.Surfacing

06.People = Shit

07.Disasterpiece

08.Left Behind

09.My Plague (New Abuse Mix)

10.The Heretic Anthem (live)

11.Purity (live)

12.Pulse of the Maggots

13.Duality

14.Before I Forget

15.Vermillion

16.Sulfur

17.Psychosocial

18.Dead Memories

19.Snuff

 

CD 2: (sic)nesses: Live At The Download Festival 2009

01.(sic)

02.Eyeless

03.Wait and Bleed

04.Get This

05.Before I Forget

06.Sulfur

07.The Blister Exists

08.Dead Memories

09.Left Behind

10.Disasterpiece

11.Vermilion

12.Everything Ends

13.Psychosocial

14.Duality

15.People = Shit

16.Surfacing

17.Spit It Out

 

DVD: The Videos

01.Spit It Out

02.Wait and Bleed (video animato)

03.Wait and Bleed

04.Surfacing

05.Scissors

06.Left Behind

07.My Plague

08.People = Shit (live)

09.The Heretic Anthem (live)

10.Duality

11.Vermilion

12.Vermillion Pt. 2

13.Before I Forget

14.The Nameless

Speciale
Trivium (Corey Beaulieu)

Speciale
Hardcore Superstar: "The Party Ain't Over 'Till We Say So"

Recensione
Robert Plant - Carry Fire

Speciale
PREMIERE: guarda "Shine", nuovo video dei SIMO

Intervista
Albert Lee: Albert Lee

Intervista
Enslaved: Ivar Bj°rnson