Sinheresy
The Spiders And The Butterfly [EP]

2011, Revalve Records
Symphonic Metal

Recensione di Luca Ciuti - Pubblicata in data: 20/06/12

Una voce al femminile, una voce maschile, una cornice di metal sinfonico. Il connubio di tutti questi elementi potrebbe sapere di formula scontata e ripetibile all’infinito. Per fortuna non è il caso dei nostrani Sinheresy che con "The Spiders And The Fly" debuttano ufficialmente sul mercato discografico. In attesa di un full length album al momento in fase di lavorazione, la band triestina ci delizia con questo cinque pezzi di buon livello, se consideriamo che si tratta di una band attiva da meno di tre anni.

Come ogni debutto discografico, “The Spiders And The Fly” serve a fissare le coordinate stilistiche: in questo  caso la musica dei Sinheresy è definibile senz’altro come symphonic metal, per via di un sound ricco di tastiere e partiture a cavallo fra power e progressive. Tutto questo però non deve trarre in inganno, la band oltre a questo mostra una spiccata abilità nell’utilizzo delle due voci, centrando l’obbiettivo di dare vita a una sinergia tutt’altro che scontata. Di tutto rispetto la parte strumentale, perfettamente all’altezza dei due vocalists che sembrano prediligere melodie semplici e malinconiche alle consuete “arie” di ispirazione lirica che hanno fatto la fortuna di band come Nightwish ed Epica.

Citare anche un solo pezzo è ostico oltre che superfluo e non renderebbe giustizia al prodotto intero: siamo di fronte a cinque pezzi forgiati in maniera eccellente da un combo che, c’è da scommetterci, farà parlare di sé in futuro. E ora sotto con il debut album!





01. Temptation Flame
02. The Spiders And The Butterfly
03. Merciless Game
04. Forever Us
05. When Darkness Falls

Speciale
Metallica: 35 anni in tour

Speciale
PREMIERE: guarda il nuovo video dei the Cyborgs

Speciale
PREMIERE: guarda "Flesh Tight", il nuovo video dei Triggerfinger

Speciale
Chris Cornell: "I'm gonna break my rusty cage"

Speciale
Libri: Confessioni di un Eretico - Tra sacro e profano nei Behemoth e oltre

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo video dei Final Cut