Thrash Metal
Sepultura: Max Cavalera parla del 'Return To Roots' tour, che celebra il ventennale del sesto album 'Roots'


pubblicato in data 02/09/17 da Paolo Spera

Moshpit Backstage ha recentemente condotto un'intervista con l'ex frontman dei Sepultura, Max Cavalera riguardo il tour, "Return To Roots" con il quale lui e suo fratello, Igor Cavalera celebrano il ventesimo anniversario dello storico e sesto album della band, "Roots" pubblicato il 20 febbraio 1996 per Roadrunner Records.

 

Riguardo il tour, che ha ha proposto per intero l'album, Max ha dichiarato: "E' anche meglio di vent'anni fa! Adesso c'è meno pressione, io e mio fratello ci divertiamo assieme, e la cosa bella è che non abbiamo omesso nessun brano di "Roots"! Credo che sia stato un disco davvero importante per noi e per il metal in generale. Penso che abbia addirittura cambiato le regole su come fare gli album. Adesso chiunque suona più stili all'interno dello stesso disco, ma il metal non accetta questo genere di cose, ed in quell'album era soltanto lui il protagonista! Quel periodo è stato fantastico! Siamo stati accolti dalla tribù Xavante nella foresta pluviale, dipinsero i nostri volti facendo degli strani riti. Ciò ha reso l'album molto più intenso e davvero energico. Adesso, il tour è sold-out ovunque: Europa, America e Sud America e proprio in questi giorni saremo in Australia. Siamo davvero orgogliosi di questo. Senza dubbio è stata la scelta migliore da fare!".

 

Ha continuato, parlando di cosa si provi a suonare ancora gli storici pezzi dei Sepultura con suo fratello Igor: "E' ottimo perchè è tutto un po' diverso dai Cavalera Conspiracy. Il nostro album esce ad ottobre! E' tutto pronto, ma non sarà mai "Roots". Quello è stato davvero il miglior album che potessimo mai scrivere, ma è stato un periodo davvero pesante per la nostra vita e non abbiamo potuto veramente godere del tour o del successo dell'album. Adesso le cose sono cambiate, tutto è più tranquillo e stiamo godendo di ogni singolo istante del tour". Continua: "Da quando l'album è uscito è passato molto tempo, ma nonostante ciò i nostri fan non sono mai andati via ed in più ci sono anche nuovi ragazzi che ci apprezzano. Ovviamente non erano ancora nati quando l'album è uscito, quindi è un onore per noi renderli partecipi venti anni dopo! Gli anni 90 sono stati importanti per il metal. Ricordo i Pantera, gli Slayer, i Biohazard, i Faar Factory! E' così bello vedere questi giovani ragazzi, questa nuova generazione, che desidera far parte di qualcosa che non hanno potuto conoscere prima!".

 

Max ha anche parlato del prossimo album dei Cavalera Conspiracy, "Psychosis": "E' un album bestiale! Sono così orgoglioso, ci sono nove canzoni totalmente energiche ed aggressive! E' davvero ben fatto. Io, da solo, ho trascorso due mesi soltanto sui riff dell'album, prodotto dal nostro amico, Arthur Rizk".

 

"Psychosis" sarà rilasciato il 17 novembre per Napalm Records.

 

Guarda il video dell'intervista dal player in alto!