Attualità
Halestorm, Lzzy Hale dopo la morte di Jill Janus: "Dobbiamo smettere di tacere sulla nostra salute mentale"


pubblicato in data 18/08/18 da Simone Zangarelli

Il suicidio della frontwoman degli Huntress, Jill Janus, ha sconvolto il mondo della musica, in particolare la sua collega ed amica Lzzy Hale degli Halestorm. In un post pubblicato su Instagram, la cantante metal ha reso omaggio all'amica scomparsa all'età di 43 anni dopo aver lottato per lungo tempo con l'instabilità mentale.

 

Così Lzzy Hale ha colto l'occasione per lanciare un messaggio riguardante il benessere psichico: "Vorrei prendermi un momento per dichiarare quanto sia importante parlare di salute mentale e ricordare a tutti voi là fuori che state combattendo contro demoni che non siete soli!" ha scritto la cantante. "Devo navigare nel mio oscuro labirinto e mi sono rivolta alla musica come àncora di salvezza. Voglio incoraggiarvi a continuare la ricerca della vostra, qualcosa che vi renda felici. Non importa se non lo capisce nessuno tranne te... Va bene". Ha proseguito.

 

 

"Dobbiamo smettere di cercare di essere 'normali'. E dobbiamo smettere di rimanere in silenzio riguardo il nostro benessere mentale." Ha dichiarato Hale. "Chiedere aiuto non significa che tu sia malato. E se non sai come chiedere aiuto, va bene lo stesso. Quelli di noi che hanno le forze ti permetteranno di sostenerti! Siamo tutti in questa vita insieme. Per quelli di voi con la capacità di dare una mano o un orecchio, FATELO! Abbiamo la responsabilità di aiutarci l'un l'altro, perché tutto ciò che diciamo, facciamo e tocchiamo influisce sull'intera razza. Siamo tutti collegati. "

 

La nota si conclude: "Per Jill, mia sorella di scream, spero che ovunque tu sia, hai trovato la pace che non hai trovato qui."