Rock
Guns N' Roses, Slash: "Alcune delle nostre canzoni erano sessiste in un certo senso"


pubblicato in data 11/09/18 da Simone Zangarelli

È certamente difficile per le rock star fare i conti con l'opinione pubblica, soprattutto dopo i recenti scandali di molestie sessuali che hanno coinvolto il mondo dello spettacolo. Così al chitarrista dei Guns N' Roses, Slash, è stato chiesto, ai microfoni di Yahoo! Music, se pensa che le canzoni scritte con Axl Rose e compagni stiano invecchiando bene, soprattutto alla luce del movimento #MeToo.

 

"Non ci avevo mai pensato" ha replicato il chitarrista "Non mi è mai passato per la mente, voglio dire, penso che quando la cosa del #MeToo è esplosa davvero, il pensiero che un gruppo di musicisti potrebbe essere implicato mi ha attraversato la mente, nessuno in particolari, ma solo musicisti. Per lo più, per quanto ne so io, non era così."

 

 

"Non avevamo quel particolare rapporto con le ragazze, era molto più il contrario, in alcuni casi" ha proseguito il chitarrista. "Comunque alcune delle nostre canzoni erano in qualche modo sessiste ma non penso che fossero fatte con malizia o altro ". 

 

In un'altra intervista a Classic Rock, Slash ha ripreso l'argomento delle molestie sessuali e del movimento #MeToo, proponendo il suo punto di vista: "Non ho mai avuto un rapporto di lavoro con nessuno che stesse, sai, cercando di fare pressioni per fare sesso o altro."

 

"Il problema è che potresti essere accusato ingiustamente di qualcosa, ma quasi non importa: è là fuori. Anche se dovessi risultare innocente, il danno è già stato fatto e questo è piuttosto triste" ha concluso il musicista.