Attualità
Deep Purple, Roger Glover: "Sappiamo di non poter andare avanti per sempre"


pubblicato in data 29/08/17 da SpazioRock

Sembra che neppure i Deep Purple, nonostante tutto, siano immortali. O almeno così lascia intendere il loro storico bassista, Roger Glover.

 

 

In un'intervista con la Pittsburgh Post-Gazette in merito ad un possibile ritiro dello storico gruppo britannico dalle scene al termine dell'attuale "Long Goodbye Tour", Glover ha affermato di saper bene che il gruppo non potrà continuare ad esibirsi per sempre e che, come la "linea tracciata tra il bene e il male" descritta dagli stessi Deep Purple in "Child In Time", "deve esserci una linea tra il suonare ed il non suonare".

 

Glover ha inoltre chiarito che nessuno dei membri del gruppo è ovviamente incline a discutere di un imminente ritiro, nonostane sia inevitabile, dunque i Deep Purple continueranno a suonare fin quando sarà possibile.


Nonostante l'età avanzata, (Ian Gillan ha da poco compiuto 72 anni) d'altronde, è innegabile la voglia dei Deep Purple di fare ancora musica: il loro ultimo album in studio, "InFinite", è stato pubblicato da earMUSIC ad Aprile e la band è attualmente impegnata nel tour di supporto all'album.

 


"Non credo che passi un giorno senza che io mi meravigli del fatto che sono ancora in una band e che sto facendo cosa facevo quando avevo 15 anni. Ho una vita davvero fortunata." Ha dichiarato Glover nel corso dell'inervista. "Negli anni '60 quando entravi in una band, se avevi una hit forse riuscivi a stare in giro ancora per un paio d'anni, ma avevi bisogno di fare un'altra hit dopo quella, e un altro album e un altro tour. Non pensavi mai al futuro, solo all'anno seguente. Essendo durata così tanto tempo, nonostante gli alti e i bassi, credo che questa cosa sia semplicemente magnifica."

A cura di Miriam Stellino