Punk rock
Creeper: esce il disco “Sex, Death & The Infinite Void”


pubblicato in data 31/07/20 da Giovanni Mogetti

Comunicato stampa

 

 

I Creeper pubblicano l’atteso nuovo album “Sex, Death & The Infinite Void”. Già acclamato dalla critica internazionale per l’eclettica gamma di influenze, la forza narrativa e il puro senso di ambizione, “Sex, Death & The Infinite Void” è disponibile da oggi, venerdì 31 luglio, su Roadrunner Records.

 

“Sex, Death & The Infinite Void” è un concept album nel quale si riflette la vita del frontman Will Gould. Un ragazzo si trasferisce in una nuova città, esce dai binari, incontra una nuova ragazza, si innamora e il mondo come lo ha sempre conosciuto finisce. La band ha rimodellato la gioia e lo spirito dei CREEPER attraverso le lenti della colorata e sentinentale scena Americana rappresentata da Bruce Springsteen e Roy Orbison, con il glamour teatrale di Marc Bolan e dei T-Rex. Non c’è mai stato un momento più appropriato di questo per tumultuosi inni da fine-dei-giorni, mentre ci avviciniamo al vuoto infinito. Tra vivaci cori, un tagliente stile Rat Pack e un tocco d’orato di country moderno, si intraprende un cinematico viaggio attraverso la straordinaria mente di Gould.

 

 

 

L’album contiene i singoli “Poisoned Heart”, “Born Cold”, “Annabelle”, “Cyanide”, “All My Friends” e “Be My End”. I fan possono approfondire gli eventi narrati in “Sex, Death & The Infinite Void” grazie ai cinque episodi del podcast “The Story of… Sex, Death & The Infinite Void”. Condotto dal giornalista e produttore Giles Bidder (Mighty Moon Media), il podcast parla di come i CREEPER hanno sconfitto morte, tragedie e problemi di salute mentale, fino a redarre il loro più ambizioso manifesto e giungere così alla realizzazione del secondo album in studio.

 

Tracklist:

01. Hallelujah!

02. Be My End

03. Born Cold

04. Cyanide

05. Celestial Violence

06. Annabelle

07. Paradise

08. Poisoned Heart

09. Thorns of Love

10. Four Years Ago

11. Holy War

12. Napalm Girls

13. The Crown of Life

14. Black Moon