Attualitą
Anthrax, Charlie Benante: "Apple ha contribuito a distruggere l'industria musicale"


pubblicato in data 28/03/18 da Paolo Spera

 Il batterista degli Anthrax, Charlie Benante torna a far parlare di sé.

 

Durante un' intervista ai microfoni di Metal Command ha parlato della sua visione dell'industria discografica di oggi, puntando il dito contro uno dei giganti del settore tecnologico, ovvero Apple, accusata di aver contribuito a distruggerla.

 

"Non molto tempo fa alcune band iniziarono ad offrire la loro musica gratuitamente o tramite un pagamento volontario" racconta Benante, che continua: "Questo ha contribuito a "svalutare" la musica e quello che io ed altri miei colleghi stavamo facendo con il cuore".

"Per quanto tutti amino Apple, penso anche che quest'azienda abbia dato una grande mano nel distruggere la musica, ma nessuno lo dice davvero: tutti sono dalla parte di Apple, ma credo che sia stata una delle principali cause di questo impoverimento". 

Continua: "Ci si relazionava con gli artisti, si tracciava il loro sviluppo e tutta quella roba era importante. Diciamo che se una band aveva tre dischi per un'etichetta che non andava molto bene e poi quel quarto disco riusciva a piazzarsi in classifica, bam!, allora anche quei tre dischi iniziano a muoversi. Questo adesso non potrà più succedere".

 

Conclude: "Un'alternativa ampiamente usata per affrontare il calo delle vendite degli album è stata quella di creare pacchetti VIP durante il tour, che offrono ai fan l'opportunità di incontrare la band e scattare una foto con loro, a volte con articoli esclusivi come poster, inclusi nel pacchetto. Tuttavia, non condivido nemmeno questo. Una parte di me non si sentirebbe onesta nel vedere le persone pagare per scambiare quattro chiacchere dietro le quinte".

 

Ascolta l'intervista dal player in alto!