CuriositÓ
Marilyn Manson: "La Bibbia usatela per sbatterla in testa a qualcuno"


pubblicato in data 07/12/17 da SpazioRock
Nonostante le varie polemiche che erano state mosse, ieri sera Marilyn Manson è stato ospite del nuovo programma di Canale 5 "Music". 

Intervistato da Paolo Bonolis, il Reverendo ha parlato del suo modo di essere, del suo nuovo album, delle sue passioni (collezionismo) e delle strane esperienze che ha avuto nel nostro paese. 

Sul suo look ha detto: "Prima non mi piacevo, ora non sono qualcuno che non sono...ho deciso di essere qualcuno diverso da quello che ero prima, e l'ho fatto diventando Marilyn Manson". 

Sul titolo del suo nuovo album, prima annunciato come "Say 10" e poi cambiato in "Heaven Upside Down" ha rivelato: "Sono stato molto impulsivo, come un bambino. Quando stavo per ultimare il disco prima di San Valentino è successo qualcosa che non potevo prevedere, mio padre si era ammalato. La morte di mio padre, in un certo senso, mi ha concesso di scrivere la canzone 'Heaven Upside Down'. Non era completa, avevo scritto solamente il testo, poi l'ho terminata anche se non sono mai riuscito a suonarla per mio padre e penso che questo possa descrivere l'album nella sua interezza. 'Heaven Upside Down' è importante perchè tu guardi il cielo, guardi le costellazioni,ma puoi guardare anche il buio che le circonda, non solo la luce, puoi guardare lo spazio negativo. Dipende dalla prospettiva..."

Sulle continue accuse da parte della società americana, definita da Bonolis come "accusatori che hanno la Bibbia sul comodino e la pistola sotto al letto" ha prontamente risposto: "La cosa migliore della Bibbia è che è spessa abbastanza per sbatterla in testa a qualcuno... e non si va neanche in prigione per questo! A parte questo mi piace il fatto che ora mi ritengo una delle persone più intelligenti d'America...". 

Guarda il video integrale dell'intervista dal player in alto!