Attualità
Deep Purple, Ian Gillan contro Ritchie Blackmore: “Non credo Ritchie sia mai cresciuto"


pubblicato in data 29/06/17 da Simone Maurovich
Ritchie Blackmore? No grazie.
 
Si potrebbe sintetizzare così l’intervista che Ian Gillan, voce dei Deep Purple, ha rilasciato alla tedesca Bild, allontanando definitivamente le voci che avrebbero voluto di nuovo una collaborazione tra i due.
 
Non credo che Ritchie sia mai cresciuto davvero” sentenzia Gillan. “Voglio dire, sono cresciuto fuori da tutte queste dinamiche. Ma c’è una linea sottile tra l’autosufficienza e l’arroganza, una linea davvero sottile. E molto dipende dalla prospettiva, da come ti poni perché le persone possono vedere le cose in maniera molto diversa rispetto a come le vedi tu”.
 
I due hanno da poco sotterrato l’ascia di guerra e ricucito i rapporti ma questo non basta per pensare di tornare a dividere lo stesso palco: “Si abbiamo fatto pace, almeno credo. Adesso almeno ci parliamo. Abbiamo risolto molte delle nostre difficoltà che non avevano niente a che vedere direttamente con il nostro rapporto. Erano più che altro vecchi problemi di gestione, roba noiosa ma importante per il resto del gruppo. Ora, rispetto al passato, vedo la buona volontà”.
 
Gillan ha poi concluso: “Non credo che qualcuno disprezzi realmente Ritchie e la sua abilità nel suonare. Anzi siamo stati molto fortunati ad averlo con noi. Voglio dire, avevamo Jon Lord, Ian Paice e Roger Glower. Per questo voglio augurare a Ritchie buona fortuna, qualunque cosa voglia fare”.