Grunge
Chris Cornell: pubblicate le foto della scena del suicidio e chiamata al 911


pubblicato in data 12/07/17 da Salvatore Dragone
La polizia di Detroit rivela nuovi dettagli sulla morte di Chris Cornell, suicidatosi nella notte tra il 17 e il 18 maggio dopo il concerto al Fox Theatre.
 

A quasi due mesi dalla sua scomparsa, la testata Detroit News ha pubblicato le foto scattate dalle autorità giunte nella stanza 1136 del MGM Grand Casino Hotel e l'audio della chiamata di soccorso al 911 (che potete ascoltare nel player in alto).

 

Dalle ricostruzioni effettuate, il primo a trovare il corpo esanime del leader dei Soundgarden è stato il bodyguard Martin Kirsten: "Intorno alle 23.30, finito il concerto e dopo aver firmato alcuni autografi, Chris mi aveva chiamato per aiutarlo a sistemare la sua Apple TV che non funzionava. Successivamente ricevo una telefonata da sua moglie Vicky, molto preoccupata perché non gli rispondeva. Mi chiese di sincerarmi delle sue condizioni e così andai da lui. La porta era bloccata dall'interno, chiamai il personale dell'hotel per farla aprire ma si rifiutarono. A quel punto l'ho sfondata a calci e sono entrato quando ho intravisto i suoi piedi dalla porta del bagno. Sono corso dentro e l'ho liberato dal laccio intorno al collo, poi ho cercato di fargli un massaggio cardiaco. Successivamente sono arrivati i soccorsi, per un'ora hanno tentato di rianimarlo ma senza successo".

 

cornell_laccio

 

cornell_stanza

 

cornellstanza1

 

cornell_medicine 

 

cornell_porta 

 

cornell_porta_laccio