Cowboys For Dimebag V
06/12/17 - Legend Club, Milano


Articolo a cura di Pamela Piccolo
È tornato mercoledì sera per la sua quinta edizione l’appuntamento con il Cowboys For Dimebag - All Star Tribute Benefit Show. Per la prima volta a Milano, anche quest’anno diversi musicisti della migliore scena rock e metal italiana si sono ritrovati per ricordare e omaggiare Darrell Lance “Dimebag” Abbott, chitarrista dei Pantera e dei Damageplan scomparso l’8 dicembre di un ormai troppo lontano 2004. La formazione dei Cowboys For Dimebag è composta da membri di band come Folkstone, Furor Gallico, Nanowar Of Steel, Anewrage, Instant Karma, Node, Down The Stone, Rage, Cidodici, Lionsoul, Alteria, Marco Di Salvia, FuzzFuzz Machine e molti altri.
 
I musicisti, da tradizione, si alternano sul palco portando in scena le vibrazioni di Dimebag attraverso la riproposizione dei brani più noti dei Pantera. I Cowboys scaldano il pubblico brano dopo brano e portano in mano in loro cuore, perché la causa è davvero importante.
 
«Heavy metal is what I'm into.
Shit that moves you,
shit that has heart and soul»
(Dimebag Darrell) 
 
“A New Level” apre la serata ed è subito un tremare di pareti. La seconda traccia di “Vulgar Display Of Power”, disco manifesto dei Pantera, è sinonimo di quella ferocia inaudita che scorre nelle vene di chiunque vi presti orecchio. Riff veloci, accelerazioni e rallentamenti e doppia cassa si susseguono con intensità. La robustezza delle voci e degli strumenti lasciano posto alla lenta e melodica “This Love”. Contraltare a questa scelta è affidato a “Five Minutes Alone” da “Far Beyond Driven” e a “Revolution Is My Name” e “Yesterday Don’t Mean Shit” da “Reinventing The Steel”, solo alcuni dei pezzi che portano il Legend Club alla ribalta. Mastodontica è “Domination” da “Cowboys From Hell”, con riff taglienti e spietatamente brutali che proseguono fino al devastante finale di “Strenght Beyond Strenght”, “Fucking Hostile” e “Cowboys From Hell”.
 
La V edizione del Cowboys For Dimebag - All Star Tribute Benefit Show ha visto altri due signori tributi: “Ace Of Spades” e Whole Lotta Rosie”, rispettivamente in onore di Lemmy Kilmister e Malcolm Young, hanno dato l’ultima incendiata al locale prima dell’esecuzione di “Walk”, canzone che chiude ogni concerto dei Cowboys For Dimebag cantata all'unisono da tutti i partecipanti all’evento, sia sopra che al di là del palco, e inno della band cardine del groove metal statunitense.
 
dimebagdarrell1992billboard650 
Dimebag, uno dei metal act più influenti ed espressivi degli anni Novanta che con i suoi Pantera ha venduto oltre sette milioni di dischi, sarebbe stato estremamente orgoglioso di assistere a una serata pregna di carica e positività, dove festa era la parola d’ordine di accesso. L’evento, come tutti sapete, ha anche un fine benefico: l’intero ricavato verrà interamente devoluto all’Associazione Bianca Garavaglia Onlus, da anni impegnata sul fronte della lotta ai tumori infantili.

Re - Spect!
 
 
Setlist

A New Level
I'm Broken
Revolution Is My Name
This Love
Shattered
The Art Of Shredding
Five Minutes Alone
Mouth For War
The Great Southern Trendkill
Yesterday Don't Mean Shit
Primal Concrete Sledge
Domination
Strength Beyond Strength
Fuckin' Hostile
Ace Of Spades
Whole Lotta Rosie
Cowboys From Hell
Walk




Speciale
La cittą eterna accoglie i resti mortali dei Pink Floyd

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Long Lost Sailor"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Stramalodio"

Speciale
Dolores O'Riordan: "why can't you stay here awhile"

Speciale
The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta in streaming "Avventure Tropicali"