Groundbreaker (Steve Overland)
Steve Overland pensava che non ci fosse nulla di rivoluzionario in un disco in puro stile 80s, e aveva tanti dubbi in merto anche solo al nome della band, "Groundbreaker". Poi ha pensato: "hey, ma è proprio questo che lo rende rivoluzionario!" A cosa si riferiva? Scopritelo con noi nell'intervista, insieme al consiglio n.1 per diventare cantanti straordinari con una semplice bottiglia di shampoo.
Articolo a cura di Marilena Ferranti - Pubblicata in data: 19/09/18

 ---SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION---

 

Groundbreaker è il nuovo progetto musicale targato Frontiers che vede impegnati te e Robert Sall. (ndr, rispettivamente da FM e Work of Art, W.E.T). Come fan del Melodic Rock ho apprezzato moltissimo le melodie orecchiabili provenienti da un mix perfetto di rock melodico britannico e svedese. Come presenteresti questo album ai fan che non vi conoscono già per i vostri lavori con FM e Work of Art?


Beh, penso che tu l'abbia riassunto perfettamente. Io, Robert e Alessandro (ndr, Del Vecchio) ci siamo incontrati per scrivere un disco di rock classico anni '80 che è poi anche il filone in cui sia io che lui già militiamo. Robert mi ha mandato alcune cose e Serafino (ndr, Perugino - Frontiers Music) ha detto che la sua visione era quella di veder realizzato un "Indescreet 2" che è il primo album degli FM. A tutti gli effetti, questo è un disco con dieci fantastiche tracce di rock melodico. Non scrivevo un disco da tempo, e sai, con gli FM scriviamo diversi tipi di stili, così ho pensato che fosse un'occasione straordinaria quella di confrontarsi, fare una sorta di briefing, preparandoci a realizzare il nostro progetto al meglio. Robert è un grande autore, è semplicemente fantastico lavorarci e vale lo stesso anche per Alessandro, entrambi sono artisti molto talentuosi. Robert mi ha mandato alcune basi musicali e ho cominciato a ragionare: "questo potremmo farlo così, questo potremmo cambiarlo cosà" ... quindi penso che a chiunque non conosca le band dalle quali proveniamo basti dire che è un classico disco rock melodico dove le canzoni sono state pensate con molta attenzione. Sai che scrivo molta musica, e di questo progetto sono particolarmente orgoglioso.

 

Robert, tu e Alessandro del Vecchio avete scritto insieme. Quale canzone di questo album diresti che rappresenta al meglio le tue abilità come songwriter?

 

Robert ha lavorato principalmente sulle basi musicali, siamo stati io e Alessandro a scrivere le melodie e il resto; per esempio "Something Worth Fighting For" è interamente farina del nostro sacco. Robert è arrivato in un secondo momento, lui per esempio ha scritto "Will It Make You Love Me". Ci siamo incontrati in molte occasioni prima di questa avventura, molte volte prima dei concerti, e siamo andati da subito molto d'accordo, è stato semplice perché speravamo nello stesso risultato. Mi reputo una parte importante di tutte le canzoni perché ho scritto tutte le melodie, quindi tutte significano moltissimo per me.

 

Dopo tutti questi anni come sai ancora quando una canzone è buona fin dall'inizio del processo di scrittura?

 

E' molto strano davvero. Utilizzo questo filtro: se qualcosa di magico non sta accadendo, smetto di scrivere. Se non viene naturale, significa che non è abbastanza buono o non vale la pena spendere il mio tempo per farlo. La maggior parte delle canzoni veramente belle a mio avviso arrivano molto velocemente, voglio dire che alcune arrivano in mezz'ora, alcune impiegano un giorno o due per vedere la luce, ma ti lasci ispirare dalla tua idea iniziale, e se impiega troppo tempo ad evolversi non sarà mai il tuo pezzo migliore. E lo sto ancora facendo, scrivo per un sacco di persone diverse, ed è ancora una delle cose più eccitanti per me, avere un'idea e poi svilupparla in una canzone finita, amo questo processo, vedere come si evolve. Probabilmente è tra le cose che mi piacciono di più.

 

Perché avete scelto il nome Groundbreaker?

 

Non sono stato io! (ndr, ride) Questa è stata un'idea della nostra etichetta discografica. Avevano in mente alcuni nomi e inventare un nome che non sia già stato usato è molto difficile al giorno d'oggi. La mia iniziale risposta all'utilizzo è stata dubbia: voglio dire, è un ottimo disco, ma definirlo "goundbreaking" mi sembrava troppo, probabilmente saremmo andati incontro a delle critiche (ndr, ride). Poi mi hanno detto: nella nostra mente lo è, perché nessuno ha pubblicato un album di rock melodico in puro stile 80s per lungo tempo con questa qualità, così mi hanno convinto e quando ho visto l'artwork e il logo ho pensato che fosse davvero un buon nome e finora non abbiamo avuto nessuna risposta negativa. 

 

Avete già pubblicato un paio di video musicali, un EPK e alcuni filmati del "dietro le quinte". Quali sono stati i primi commenti sui social network? Hai letto qualcosa che ti ha fatto piacere in maniera particolare?

 

Sì! Un sacco di fan mi hanno mandato messaggi mentre ero in viaggio dicendo "wow, Steve, adoro questo disco!" Quindi in pratica se i fan che seguono la mia carriera o le persone che mi supportano rimangono soddisfatte, per me significa che posso fare ciò che amo per vivere, qualsiasi commento positivo conta ed è lusinghiero. Sono davvero sinceramente contento. E io non sono uno di quegli artisti che farebbero qualcosa di molto radicale pur sapendo che i fan potrebbero non apprezzare, per me è molto importante compiacere le persone che hanno fiducia in me, quindi farò del mio meglio ogni volta per far loro piacere.

 

steveoverland86ccaa4216f449a2bb5a04a95f34655 

Come membro degli FM hai sempre dimostrato di non aver bisogno di indicazioni, ti piace spingerti in modi molto sperimentali pur rimanedo fedele al tuo stile. Che cosa ci vuole per costruire il sound di una band o di un artista?

 

Sai, è una domanda molto difficile a cui rispondere. A me è stata data questa voce, e se alle persone non piaccio è un peccato perché non sarò mai qualcosa che non sono. Si tratta di identità. Non ho creato niente, ho solo aperto la bocca un giorno e ne è uscito un suono così. Naturalmente ho imparato molto nel corso degli anni, ascoltando le persone giuste quando ero giovane. Ho attinto da molte influenze e molti ottimi esempi, e non avevo un solo cantante al quale ispirarmi, non ho mai voluto essere come un artista specifico. Ho ascoltato molto Stevie Wonder, Paul Rodgers e molti altri... credo che sia tutto ormai parte di ciò che rende il mio sound unico e speciale. Se qualcuno mi dicesse "Steve, sei davvero bravo, ma puoi cantare un po' più....?" La risposta sarebbe immediatamente: "No!"

 

 

 

So che sei abituato a comporre almeno 20 canzoni ogni volta che stai scrivendo un nuovo album, e poi finisci per scegliere la manciata di pezzi migliori che effettivamente finiscono sull'album. È andata così anche per questo disco? Hai scritto molto materiale extra?

 

Sì, è così. Abbiamo sei canzoni che non sono state usate su questo album, e probabilmente saranno usate nei prossimi dischi Frontiers. Sono tutte belle canzoni, ma mentre scrivi un disco ragioni su quello che ti serve, può essere un up-tempo, una ballata, alcuni pezzi con un certo mood... quindi abbiamo pensato cosa potesse funzionare meglio per una tracklist a tutto tondo e scelto solo le canzoni più adatte. Ho trascorso davvero dei bei momenti scrivendo questo disco... Sono andato in Svezia e ho passato tre giorni meravigliosi a registrare i video, e Robert è stato un padrone di casa eccezionale, e penso che sia essenziale in questo momento della mia carriera scegliere di lavorare con persone che mi piacciono. Non ho davvero bisogno di lavorare con persone che non mi piacciono, quindi spero davvero questo bel percorso si evolva in un altro disco.

 

Una volta hai detto in un'intervista che non ti senti più in competizione per essere il più grande, ma competerai sempre per essere il migliore. Questo mi ha davvero colpito. E‘ quindi la competizione la chiave per sopravvivere in questo business per così tanto tempo?

 

È vero. Sarò onesto con te: ci sono così tanti grandi cantanti là fuori, e io tendo a non leggere troppo quello che le persone scrivono su di me perché voglio essere il migliore per me stesso. Voglio dire, se mi capita di ascoltare un altro grande cantante io non sono certo invidioso, piuttosto mi capita di esclamare: "wow, che grande cantante". C'è abbastanza spazio per tutti in questo mondo. Quindi non sarò il più grande, non è mai stato il mio scopo. Adoro la musica, adoro cantare e scrivere canzoni e adoro vedere le persone tra il pubblico cantare le mie canzoni, perché ciò significa che la mia arte riesce a toccare le persone in maniera speciale, e sono molto fortunato a poter fare ciò che amo. Non sono più così giovane eppure guarda, sono ancora molto impegnato, ho due o tre album in pentola, ho girato il mondo, è stata una grande vita.

 

Una delle canzoni di questo nuovo album è un' incredibile ballad "Something Worth Fighting For". Per cosa a tuo parere vale sempre la pena combattere? E per cosa non ha senso?

 

Felicità e amore. Ed è di questo che si tratta, anche questa canzone ne parla. Le cose materiali sono davvero prive di significato, la felicità è ciò che è importante e se qualcosa ti rende felice e devi lottare per averlo, vale sempre la pena combattere. La stessa cosa vale per l'amore; se trovi la persona che ami devi combattere per tenerla con te. Ora guarda il mondo: ci sono così tante guerre e lotte per il potere... per il potere non vale mai la pena di lottare, non penso che sia importante nello schema della felicità. E se le persone pensano che quelle siano cose per cui valga la pena combattere... beh il loro schema è davvero misero. Oh, cielo, mi fai sembrare profondo! (ndr, ride)

 

Dal momento che hai una delle voci più incredibile che conosca e i fan tendiamo sempre ad immaginare i grandi cantanti come creature perfette, degli strumenti viventi... tu cosa canti normalmente sotto la doccia?

 

(ndr, ride) Tutto! Entrando in casa mia sentiresti "stai zitto!" tutto il tempo. Io canto sempre. Cammino per casa cantando! Non riesco a farne a meno, giuro! E questa cosa fa davvero impazzire la mia famiglia perché la mia voce è così forte ... (ndr, ride) So che sono fastidioso. Ma la doccia... oh cielo, è il posto migliore per cantare! Ha un'acustica fenomenale! Se vuoi essere un cantante, e sei un principiante, fidati di me, inizia nella doccia perché suona molto meglio! Afferra una bottiglia di shampoo come un microfono e vai!

 

---ENGLISH VERSION---

 

 
Groundbreaker is the new musical project featuring you and Robert Sall (from Work of Art, W.E.T). As a Melodic Rock fan I have enjoyed the catchy melodies coming from a perfect mix of British and Swedish melodic rock. How would you present this album to the fans who don't already know you form FM and Work of Art?
 
Well I think you summed it up perfectly already. Me and Robert and Alessandro (Del Vecchio) met up to write a classic 80s rock style record which is kind of the bands we're in. Robert sent me some stuff and Serafino (Perugino - Frontiers Music) said he wanted an "Indescreet" kind of result which is the first FM album of course, this is to say a record with ten great melodic rock songs. I hadn't written a record for a long time and with FM we write all different kinds of styles and I thought it was great having that sort of briefing so we knew exactly what we were trying to do. Robert is a great writer, just fantastic to work with and so is Alessandro, they're both very talented. Robert sent me some backing tracks, and I've been thinking "why don't we do this, why don't we change that"... so I think for anyone who doesn't know the bands we're in, it's enough to say it's a classic melodic rock record, a very "strong song record". You know I write a lot of music and I'm really proud of that.
 
 
I know Robert, you and Alessandro del Vecchio wrote together. Which song from this album would you pick to present your songwriting at its best?
 
 
Well Robert worked mostly on the backing tracks, it was me and Alessandro, for instance "Something Worth Fighting For" it was all me and Alessandro. Robert came in a little bit later, he wrote "Will it make You Love Me". We met many times before before gigs, we got along so well, it was just easy cause we wanted the same result at the end. I'm a big part of all the songs cause I wrote all of the melodies, so they all mean something to me.
 

After all these years how do you still know when a song is good from the very beginning of the writing process?

 
It's very weird really. I sort of have this filter: if something isn't happening I just stop writing. If it doesn't come naturally it means it's just not good enough or not worth spending the time doing it. Most really great songs in my opinion come really quickly, I mean some come in half an hour, some take a day or two to finish but you get inspired by your initial idea, if it takes too much time it won't be your best song. And I am still doing it, I write for a lot of different people, and it's still one of the most exciting things for me, having an idea and then developing it in a finished song, I love this process, seeing how it turns out. It's probably on of the things I enjoy the most.
 
 
 
Why did you choose the name Groundbreaker?
 
 
I didn't! (laughs) That was the record company's idea. They had a few names in mind and coming up with a name that hasn't been used it's very difficult nowadays. My initial response to using that was doubtful: I mean it's a great record but it's not goundbreaking. So we'll probably get some criticism (laughs) so they said to me: in our minds it is, because nobody's made a melodic rock 80s style album for a long time with this kind quality so they convinced me and when I saw the artwork and the logo I thought it was a really good name and we haven't had any negative response so far.

 

You have released a couple of music videos, an EPK and some behind the scenes footage. What have been the first comments on the social networks? Did you read something that flattered you in a special way?

 

Yes! A lot of fans emailed and texted me while I've been on the road saying "wow, Steve, I love this record!" So basically if the fans that follow my career or the people that follow me support me, which means that I can do that for a living, any positive comment counts and it's flattering. I am really genuinely pleased. My fans would say "I love what you've done" and it's o important because if they don't like it I can't do this anymore. They're so positive about the songs and the record and it all keeps touching me because if the people who buy my music continue to love what I do it means I can carry on doing what I love to do... so I am flatterd by all of them. And I'm not one of those artists who would do something very radical knowing my fans won't like it, for me it's very important to please the people so I'll do my best everytime to please them.

 
As a member of FM you have always shown you don't need directions, and you like to push yourself in very experimental ways still sounding like yourself. What does it take to build a band's sound?
 
 
You know, it's a very difficult question to answer. Me, I was given this voice, and if people don't like me it's a shame because I'll never be any different. It's identity. I didn't creat it, I just opened my mouth one day and it came out like this. Of course I've learnt a lot over the years, listening to the right people when I was young. It took a lot of influences and a lot of great examples, and I didn't have just one singer to look up to, I've never wanted to be like a specific singer. I listened to Stevie Wonder a lot, to Paul Rodegers, and so many... and I guess that's what makes the sound of what I am. If somebody said to me "Steve, you're really good, but can you sing a bit more like this?" The answer would be "No!"
 
 
I've read you are used to compose 20 songs everytime you are writing a new album, and then you end up picking the best 12 or so that actually make it to the album. Is this something that happened for this album too?
 
 
Yes, it's like that. We have six songs that haven't been used on this album, and they're probably gonna be used on the next Frontiers other records. They're all good songs, but as you write a record you see what you need, coulb be an up-tempo, a ballad, some moods that you haven't got... so we thought of this record and picked the best in order to make a good rounded album. I spent such a lovely time making this record... I went to Sweden and I spent three lovely days recording the videos, and Robert was such a great host, and I think it's essential at this point of my career that I choose to work with people that I like. I really don't need to work with people that I don't like, so I really hope that we make another record.

 

You once said in an interview you don't feel like competing anymore to be the biggest, but you will always compete to be the best. This really hit me. Is competion the key to survive in this business for such a long time?

 

That's very true. I will be honest with you: there are so many great singers out there and I tend not to read too much what people write about me cause I just wanna be the best for me. I mean if I see another great singer I am not envious, I'm like "Wow. What a great singer". There's enough room for everybody in this world. So I'm not gonna be the biggest, that was never my purpose. I just love music, I love singing and writing songs and I just love seing people in the audience singing my songs beacuse it means what I do touches people and I am very lucky to be able to do that. I'm not that young anymore and I am still very busy, I got two or three albums on the go, I got to tour a lot, it' a great life.

 

One of the songs on this new album is an amazing ballad "Something Worth Fighting For". What is according to you as an artist something worth fighting for? And what is not?

 

Happiness and love. And it's what it's all about, even this song. Material things are really meaningless, happiness it's what is important and if something makes you happy and you have to fight to have it, it will always be worth fighting for. Same thing is for love; if you find the person you love. Now look at the world: there's a lot of wars and fights... power is never worth fighting for, I don't think it's important in the scheme of happiness. And if people think those are things worth fighting for their scheme is really poor. Oh, god, you make me sound deep! (Laughs)

 

Since you have one of the most amazing voices I know and we always tend to imagine great singers like perfect creatures or living instruments... what do you normally sing under the shower?

 

(Laughs) Everything! Entering my house you would hear "be quiet!" all the time. I always sing. I walk around the house singing! I can't stop! And it really drives my family nuts because my voice is so loud...(Laughs) I know I'm annoying. But the shower... oh my that's the best place to sing! It has a great acoustic! If you wanna be a singer, and you are a beginner, trust me, start in the shower cause it sounds so much better! Hold a shampoo bottle like a microphone and go!




Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Via Roma"

Speciale
Lacuna Coil (Diego DD Cavallotti)

Speciale
Imagine: un tributo all'amore di John Lennon per Yoko Ono e per la musica

Intervista
Slash Feat. Myles Kennedy And The Conspirators: Myles Kennedy

LiveReport
Europe - Walk The Earth World Tour 2018 - Bologna 02/10/18

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Alien Shivers"