Archive (Darius Keeler)
Nall'anno in cui festeggiano ben 25 anni di carriera, gli Archive hanno pubblicato una corposa raccolta (intitolata appunto "25") e iniziato un lungo tour celebrativo, che passerà in Italia tra il 2 e il 4 dicembre, a Roma, Bologna e Milano. Abbiamo parlato di questo e della loro carriera con Darius Keller, fondatore del collettivo inglese insieme a Danny Griffits.
Articolo a cura di Mattia Schiavone - Pubblicata in data: 21/11/19

Ciao Darius, benvenuto su SpazioRock! Quest'anno state festeggiando il vostro 25esimo anniversario e avete pubblicato "25", una raccolta con diverse canzoni tratte dalla vostra discografia e sette nuove canzoni. Per prima cosa, come avete scelto quali canzoni includere?

 

Ciao! In realtà è stato più semplice di quanto pensassi. Abbiamo scelto le canzoni più popolari e quelle che rappresentano maggiormente i vari album. Quando ho ricevuto la prima stampa di prima su vinile ero molto contento ascoltando tutti i brani uno dopo l'altro.

 

Parlando invece delle canzoni nuove, sono state scritte apposta per questa pubblicazione o sono nate negli anni scorsi?

 

Le abbiamo scritte apposta. Solitamente scriviamo musica tutto il tempo, quindi non è stato molto diverso dallo scrivere canzoni per un nuovo album.

 

La band è stata fondata da te e Danny e negli anno avete lavorato con molti diversi artisti. Come li scegliete?

 

Una delle cose che amo della musica è il fatto che tenga insieme anime armoniose. Siamo stati fortunati a incontrare persone davvero talentuose, che hanno il nostro stesso amore per la musica.

 

archiveband2

 

Secondo me, una delle cose migliori riguardo la vostra musica è il fatto che ogni album sia diverso dal precedente e che vi piaccia molto cambiare sempre le carte in tavola. Qual è la tua idea di musica?

 

In realtà non ho una precisa idea di musica, deve semplicemente farmi provare qualcosa di profondo. Quello che scrivo riflette quello che provo in quel determinato momento.

 

A proposito di questo, credi che esista un vostro album che sia più rappresentativo rispetto agli altri?

 

Buona domanda, anche se non credo di poter rispondere con un album nello specifico. I nostri lavori più completi secondo me sono "Londinium", "You Look All The Same To Me" e "Controlling Crowds". Il nostro album peggiore invece è "Take My Head".

 

State anche celebrando l'anniversario con un lungo tour. Come sta andando?

 

Alla grande! Recentemente abbiamo suonato per la prima volta in Scandinavia ed è stato fantastico!

 

A dicembre suonerete in Italia, a Roma, Bologna e Milano. Come ti senti a riguardo? Cosa dobbiamo aspettarci dagli show?

 

Amiamo venire in Italia, i fan sono sempre davvero calorosi. Sarà uno show pieno di energia e lungo due ore e mezza.

 

archiveband

 

A proposito degli show, quanto è difficile lavorare con tutti gli strumenti e i musicisti che avete in modo da ricreare dei suoni perfetti dal vivo.

 

Ci vogliono diversi anni per arrivare ai suoni desiderati, è molto difficile.

 

Alcuni anni fa, quando avete pubblicato "Axiom", avete lavorato anche ad un film collegato all'album. Cosa avete imparato da questa esperienza? Lo rifarete in futuro?

 

È stato uno dei migliori viaggi creativi della nostra carriera. È stato fantastico lavorare con persone che si occupano del lato visivo, ma che hanno le nostre stesse visioni delle cose. Sicuramente cercheremo di fare di nuovo qualcosa di simile in futuro.

 

Come detto prima, avete lavorato con molti artisti nella vostra carriera. Tra tutti gli altri c'è qualcuno con cui vorresti collaborare in futuro?

 

Mi piacerebbe collaborare con i Flaming Lips.

 

Invece, parlando del futuro, state già scrivendo nuova musica?

 

Certamente!

 

Questa era l'ultima domanda, grazie mille per questa intervista! Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

 

Vi mando tanto amore!




LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19

Intervista
The Low Anthem: The Low Anthem

Speciale
Music Industry e innovazione tecnologica: la blockchain come strumento per rivoluzionare il mercato

Speciale
Alter Bridge: la nostra top 20

Speciale
Pink Floyd “The Later Years 1987-2019”