Riot (Mark Reale, Don Van Stavern)
SpazioRock ha scambiato due chiacchiere con Mark Reale e Don Van Stavern, rispettivamente chitarrista (e mastermind) e bassista dei Riot. La band americana è tornata alla carica con un album eccezionale, "Immortal Soul", naturale successore del capolavoro "Thundersteel" (1988). La stessa formazione di allora ha partorito un'altra opera di livello assoluto, sorprendente per certi versi, che sottolinea come i cinque musicisti abbiano una corazza indistruttibile. Buona lettura!
Articolo a cura di Daniele Carlucci - Pubblicata in data: 02/11/11
Ciao ragazzi, sono Daniele. Benvenuti su SpazioRock.it! Sono molto felice di vedervi tornati di nuovo in pista con un grande album come "Immortal Soul". Volete parlarci del vostro nuovo disco? Che ci dite riguardo le fasi di songwriting e di registrazione?

Mark: Hey Daniele e SpazioRock.it! Grazie per l'accoglienza. Per me è un piacere essere tornati, così come lo è stato suonare con le diverse incarnazioni della band negli ultimi vent'anni! E' grandioso aver ripristinato questa line-up ed il sound dei Riot, non c'è altra combinazione che potrebbe farlo. Aver ritrovato questo sound caratteristico è fantastico. L'energia di questi ragazzi è di prima qualità. Questo disco è senza ombra di dubbio il seguito di "Thundersteel" e ne sono molto orgoglioso. "Immortal Soul" è un altro grande album nella tradizione dei Riot. Tutti abbiamo portato le nostre idee, le abbiamo provate in Texas e ognuno di noi ci ha messo la propria creatività. Dopodiché abbiamo registrato a New York, Los Angeles e in Texas.

Siete tornati con la line-up di "Thundersteel". Io amo quell'album e devo ammettere che "Immortal Soul" regge il confronto alla grande. "Immortal Soul" è un autentico album dei Riot, scritto con il vostro stile inconfondibile. Vi trovo in ottima forma. L'idea che mi son fatto è che eravate davvero ispirati quando avete iniziato a scrivere l'album. Sbaglio?


Mark: La line-up di "Thundersteel" aveva un grande rapporto ed un tipo di formula per le canzoni che era una certezza. E aveva un sound che la gente amava. Don, a causa del suo background, è stato il responsabile dei molti cambiamenti che il sound dei Riot ha subito durante quel periodo. Lui ha scritto la maggior parte dei brani di "Thundersteel" e sentirete un bel po' del suo riconoscibile stile in "Immortal Soul". Tutti quanti hanno partecipato alla scrittura di questo CD. Mike ha fatto un lavoro eccellente di scrittura e per quanto riguarda le parti soliste di chitarra, Bobby ha certamente suonato la batteria nel solito modo fenomenale e Tony, a parte, si è occupato dei testi e delle parti vocali dell'album. Io mi sono un po' defilato per buona parte del lavoro! Sono molto orgoglioso di questi ragazzi e nulla assolutamente sarebbe stato possibile senza di loro.

Ci potete dire qualcosa riguardo ai testi delle canzoni? Che argomenti avete trattato?

Mark
: In realtà Tony ha scritto tutti i testi di questo CD ed è differente dal solito perché in passato tutti scrivevamo i testi delle canzoni. Probabilmente Tony potrebbe darti una risposta migliore e più esaudiente, ma posso dirti che lui scrive col cuore e trae ispirazione dalle esperienze quotidiane, che siano una dipendenza o un amore o ancora dei momenti folli. E' tutto nell'album!

Dato che l'attuale line-up dei Riot, come detto più volte, è la stessa di "Thundersteel", cosa è cambiato dal 1988, anno in cui avete pubblicato quel capolavoro?

Don: La musica è cambiata immensamente! Oggi sembra che ci siano centinaia di tipi di metal! Power metal, speed metal, doom metal, black metal, death metal, emo, screamo, prog metal! Haha! Ci siamo tutti tenuti impegnati con vari progetti, così siamo stati attenti a tutti i tipi di musica hard rock e metal. E' dura mantenersi ad alti livelli, ma noi faremo del nostro meglio per continuare a regalarvi grande musica. Fortunatamente siamo in grado di esibirci e comporre dopo tutti questi anni ed è merito dei fan. Se loro non continuassero a chiedere la nostra musica, potremmo facilmente scomparire dalla scena.

don_van_stavern_intChe ci dite dell'artwork di "Immortal Soul"? Dov'è Johnny??? Mi aspettavo di vederlo sulla cover, Ha Ha.

Don
: Il titolo e l'artwork di "Immortal Soul" sono una sorta di dimostrazione del lascito dei Riot. Noi non moriamo mai, indipendentemente da quali siano le circostanze. Questa band si è ripresa da problemi interni con il management, da cambi di line-up ed etichette discografiche, dalla morte di membri del gruppo, e così via. Ma i Riot e la loro musica continuano a vivere. Siamo come delle anime immortali! Questo è il motivo per cui Tony ha pensato che sarebbe stato un titolo grandioso per il CD e per Les Paul che resuscita sulla sua copertina! Abbiamo pensato che quel titolo riassumesse tutto quanto. Siamo in giro da così tanto tempo e fino a che saremo in grado di ritornare con dell'ottima musica saremo qui negli anni a venire. Johnny, se ti riferisci alla foca che appare sulle cover, in realtà è stato chiamato The Mighty Tior. Tony ha pensato che avremmo dovuto fare un passo in avanti rispetto ai vecchi tempi e così ha frugato tra nuove idee. Comunque Johnny non è morto!

A proposito, com'è nata l'idea di Johnny?

Mark: Johnny o The Mighty Tior è stata un'idea venuta in mente al management che avevamo all'inizio, una sorta di mascotte della band. Dovrebbe essere un Dio del folclore giapponese, con il corpo di un lottatore di sumo e la testa di una foca, che maneggia un'ascia. Moltissimi fan lo associano alla band. E' una specie di simbolo originale e identificabile. In seguito gli Iron Maiden fecero la stessa cosa con la lor mascotte Eddie The Head, hmmmmm! Haha!

Penso che nell'album ci siano una manciata di canzoni che diventeranno le nuove hit dei Riot. Parlo ad esempio di "Still Your Man", "Crawling", "Riot" e della title-track, tutti brani che ho amato sin dal primo ascolto. Cosa ne pensate?


Mark: Ti ringrazio. Penso che abbiamo messo insieme qualcosa di molto buono. Ce l'abbiamo messa tutta in questo album. Mike ha scritto e suonato molto di più questa volta e Don ha usato nuovamente il suo stile aggressivo mostrato in "Thundersteel". Tony e Bobby hanno aggiunto parti vocali e di batteria fantastiche come sempre e così è stato davvero eccitante e soddisfacente sentire il risultato finale. Credo che abbiamo catturato sound e spirito dei vecchi tempi, riportandolo al 2011/2012.

Siete tornati con un album altisonante. Sembra che per voi il tempo si sia fermato alla fine degli anni' 80. Qual è il segreto del vostro successo?


Mark: Altisonante! Mi piace, grazie! Penso che il titolo del CD lo riassuma piuttosto bene, i Riot sono certamente, in qualche modo, delle anime immortali! Suoniamo da qualche decade ormai e non abbiamo davvero un segreto. Alla gente piace la musica buona e vera, e fino a quando saremo in grado di farlo e fino a che la gente ci apprezzerà, continueremo ad andare avanti ad oltranza!

Steve Jobs è da poco scomparso. E' stato un genio assoluto ed ha influenzato molto anche il mondo della musica con le sue idee rivoluzionarie. Invenzioni a parte, quale eredità lascia alla gente?

mark_reale_intDon: Il suo genio ha cambiato il mondo ed il modo in cui la gente agisce. Specialmente per la musica. Ora si può registrare, inviare, condividere, comperare musica e fare affari completamente online, e pensa a tutte le applicazione che ha creato. Un ottimo esempio è come noi abbiamo registrato questo CD, con due ragazzi in Texas, due a New York e Tony che si è occupato delle parti vocali a Los Angeles. Tutti quanti abbiamo inviato le nostre tracce via internet a Bruno Ravel, il produttore. E tutto con Pro Tools caricato su un server. Questa è tecnologia nella sua massima espressione ed ha cambiato il modo in cui facciamo le cose, sia musicalmente che a livello sociale.

Ho saputo che siete stati costretti a cancellare il vostro tour europeo con gli HammerFall a causa dei problemi di salute di Tony Moore. Come sta? Pensate di tornare in Europa presto?

Don
: Stiamo vedendo se è possibile riprogrammare un tour europeo per l'inizio del prossimo anno. Tony si sta ancora rimettendo, ma è di buon umore e dovremmo tornare operativi in un paio di mesi. Siamo molto contrariati per aver dovuto cancellare il tour, ma era qualcosa che dovevamo fare per Tony. Aveva un'infezione alla mascella che ha richiesto un innesto osseo e tutto ciò ha complicato l'uso della bocca. E, come tu sai, lui ha bisogno di essere al 100% per cantare le nuove canzoni! Certamente rimedieremo in un modo o nell'altro per i fan dei Riot! Presto, lo prometto! Suoneremo al 70,000 Tons Of Metal Cruise in gennaio ed ho sentito che su questa nave c'è un pubblico davvero internazionale, che viene da tutto il mondo. Così spero di vedere qualcuno di voi già in quell'occasione!

Ok, è tutto. Grazie davvero per il tempo che ci avete dedicato. Volete lasciare un messaggio ai vostri fan e ai nostri lettori?

Mark
: Non vedo l'ora di ripresentare la line-up dei Riot di "Thundersteel" al grande pubblico. Il nuovo CD "Immortal Soul" sorprenderà molto le persone che non pensavano saremmo tornati col sound progressive power metal che avevamo in passato. Questi musicisti sono di primissimo livello, l'affiatamento, la creatività e la magia sono ancora qui vent'anni dopo! Ci vediamo e Shine On Metal Soldiers!

Don: Yeah! E grazie mille ai vostri lettori e a tutti i nostri fan là fuori, senza di voi non saremmo qui! Venite e parlate con noi sul nostro forum e veniteci a trovare su Facebook. Ci vediamo presto on the road!


LiveReport
Lamb Of God - Self Titled Album Global Stream - Richmond, Virginia 18/09/20

LiveReport
Black Anima - Live from the Apocalypse 2020 - Milano 11/09/20

Recensione
Napalm Death - Throes Of Joy In The Jaws Of Defeatism

Speciale
L'angolo oscuro #9

Recensione
Finntroll - Vredesvävd

Recensione
Marilyn Manson - We Are Chaos