Sirenia (Morten Veland)
I Sirenia di Mr. Morten Veland tornano a proporci il loro gothic metal sinfonico infarcito di melodie zuccherose grazie ad un nuovo album intitolato "The Enigma Of Life". Epitaffio di una carriera un tempo gloriosa o alba di una nuova era? Sentiamo cos'ha da dirci il loquace compositore norvegese...
Articolo a cura di Marco Belafatti - Pubblicata in data: 20/01/11
Benvenuto Morten, come stai?

Bene e tu?

Sto bene, grazie. Cominciamo con l'intervista. “The Enigma Of Life” è il secondo album dei Sirenia registrato con la stessa line-up. Sei soddisfatto del lavoro svolto sino ad oggi dai ragazzi?

È fantastico avere la stessa line-up, condividere la composizione e la registrazione dell'album è qualcosa di veramente positivo. In passato abbiamo sempre avuto problemi e tutte le volte che ci accingevamo a registrare o a comporre del materiale, c'era sempre qualcosa che distraeva la nostra attenzione. Oggi siamo liberi di concentrarci sulla musica, di registrare dischi e non abbiamo bisogno di impiegare il nostro tempo nella ricerca di nuovi membri. Sono sempre stato io a scrivere la musica dei Sirenia, per poi portarla sul palco con la collaborazione di altri musicisti, ma stavolta ho lavorato a stretto contatto con Ailyn sulle parti vocali e penso che insieme siamo riusciti a dar vita ad un album molto melodico, pieno di belle melodie. La stessa performance di Ailyn è cresciuta parecchio, dato che ci ha lavorato molto.

Cosa prova Ailyn dal momento in cui è entrata a far parte di una band famosa come la vostra? Ha mai dimostrato di sentirsi sotto pressione prima di incominciare a registrare l'album?

È difficile per me rispondere a questa domanda, ma sembra che dal momento in cui è entrata nella band, Ailyn ha subito preso confidenza con la musica, inserendosi bene nella band, dimostrando grande serietà e lavorando sodo. Per questo la nostra collaborazione è molto proficua. La mia impressione è che Ailyn sia molto contenta di ciò che fa.

I fan come hanno reagito alla nuova frontwoman?


Come sempre, sai. Cambiare cantante è sempre difficile, poiché la voce viene sempre percepita come la colonna portante del sound di una band ed è al cantante che le persone si relazionano maggiormente. Ci si abitua ad una voce, quindi ad un cambio di cantante conseguirà sempre un responso alquanto variegato; alcuni fan saranno delusi a prescindere, poiché affezionati al cantante precedente. Altri magari non l'apprezzavano e si troveranno ad amare la nuova voce, altri ancora le ameranno entrambe allo stesso modo. In generale credo che il responso sia stato ottimo, soprattutto quando abbiamo suonato dal vivo.

Ok, parliamo del vostro nuovo album. Innanzitutto, perché avete scelto “The Enigma Of Life” come titolo?

Desideravo un titolo “aperto” che potesse riassumere tutte le tematiche e gli argomenti trattati nei brani. Ho pensato che “The Enigma Of Life” potesse essere perfetto. Non si tratta di un concept, scrivo ancora sugli stessi argomenti del passato, ma cerco costantemente di migliorare il mio modo di comporre, di aggiungere nuove sfumature. Quest'album è composto da dodici brani a sé stanti.

Musicalmente parlando, quali sono le differenze principali tra quest'album e il suo predecessore? Secondo me, hai composto il tuo disco più melodico di sempre. Sei d'accordo?

Sì, sono d'accordo. Non credo vi siano grandi differenze tra “The 13th Floor” e “The Enigma Of Life”. In realtà abbiamo cercato di riprendere la formula adottata col disco precedente, definendola meglio e perfezionando il nostro stile. Come hai detto tu, abbiamo lavorato sodo sugli aspetti più melodici. Stavolta conoscevo già la cantante che avrebbe cantato le mie canzoni, quindi ho potuto basare tutte le melodie e gli arrangiamenti sulla sua voce e questo mi ha aiutato parecchio.

sirenia_intervista_2011_02Se dovessi scegliere la canzone che rappresenta al meglio “The Enigma Of Life”, quale sceglieresti e perché?

Domanda difficile! Penso che sceglierei “All My Dreams”. È una canzone tipicamente Sirenia, ma allo stesso tempo possiede un sound diverso, una sorta di atmosfera industrial, con tanto di suoni sporchi ed oscuri. È qualcosa di leggermente diverso rispetto a quanto abbiamo fatto in passato, sebbene rimanga una canzone piuttosto consona al nostro stile, con delle belle linee vocali e tanta melodia.

Fai parte della scena gothic metal da quindici anni ormai. Come percepisci questo genere al giorno d'oggi?

Sì, ho cominciato a suonare questo genere negli anni 90, quando la scena gothic metal era ancora piuttosto piccola e dominata da pochissime band, ognuna col proprio stile. La scena ha continuato a crescere e tante band sono spuntate fuori trasformando il gothic metal in un grande fenomeno commerciale. È stato curioso per me far parte di questo mondo sin dall'inizio.

Un'altra domanda personale: che tipo di musica ascolti generalmente?


Tante cose diverse, principalmente musica della seconda metà degli anni 80 o dei primi anni 90. Amo cantautori come Leonard Cohen, Nick Cave, Johnny Cash, musica classica o band estreme come Emperor e Dimmu Borgir. Ascolto anche glam rock anni 80 come Guns N' Roses, Mötley Crüe e gruppi affini. Della scena gothic apprezzo i The Sisters Of Mercy. Tuttavia non ho comprato molti album dopo il 2000...

L'ultima domanda riguarda i vostri piani futuri. Andrete in tour per promuovere il nuovo disco?

Sì, stiamo proprio valutando questa ipotesi al momento, oltre a fare interviste e a promuovere “The Enigma Of Life”. Programmeremo molti show per il 2011, siamo determinati ad andare in tour per presentare il nuovo album ai nostri fan e a tutti i metal head là fuori. Sono sicuro che ci saranno tanti concerti e non vedo l'ora di suonare!

Vi vedremo anche in Italia?

Credo che ci sarà una possibilità. Desidero tornare in Italia; abbiamo suonato a Milano qualche volta e mi piacerebbe tornarci per questo tour.

Grazie mille per questa intervista. Se ti va, lascia un messaggio ai nostri lettori.

Saluti a tutti i fan italiani dei Sirenia, spero vivamente di vedervi in tour al più presto!


LiveReport
Lamb Of God - Self Titled Album Global Stream - Richmond, Virginia 18/09/20

LiveReport
Black Anima - Live from the Apocalypse 2020 - Milano 11/09/20

Recensione
Napalm Death - Throes Of Joy In The Jaws Of Defeatism

Speciale
L'angolo oscuro #9

Recensione
Finntroll - Vredesvävd

Recensione
Marilyn Manson - We Are Chaos