Cradle Of Filth (Dani Filth)
A pochi giorni dall'uscita del nuovo album "Darkly, Darkly, Venus Aversa" abbiamo avuto il piacere di farci una bella chiacchierata con Dani Filth, leader e vocalist dei Cradle Of Filth. Nonostante dei disturbi da tempesta elettromagnetica abbiano funestato la telefonata, la disponibilità e la simpatia del cantante ci hanno ripagato, permettendoci di esplorare ogni aspetto del pianeta Cradle Of Filth; dalle fonti d'ispirazione ai progetti per il futuro.
Articolo a cura di Marco Somma - Pubblicata in data: 25/10/10

Un ringraziamento particolare ad Ulisse Sansò ed Alessandra Leoni per l'incredibile e spossante lavoro di traduzione!

 

Ciao Dani, lieto di sentirti!


Ciao! Sono anch'io felice di sentirti! Come stai?


Bene grazie, sono ansioso di riempirti di domande!


Ottimo allora, sono qui!


Ok Dani! A quasi due decenni di distanza dalla nascita della band e dai tempi di demo come "Total Fucking Darkness" un nuovo album (il nono escludendo EP e live) sta per vedere la luce. Cosa devono aspettarsi i fan dall'imminente "Darkly Darkly Venus Aversa"?


... si tratta di un storia d'orrore epico, l'album è sicuramente più "ornato", melodico e al contempo brutale del precedente, direi più serpentino. Incorpora molte parti di tastiera ed il risultato è ancora più atmosferico di quanto fatto in passato. Oltretutto, abbiamo cercato di metterci qualche sonorità old school, ma non era proprio una nostra intenzione. Abbiamo semplicemente lavorato con i nostri ritmi, senza ascoltare altre band. Si è comunque trattato di un processo spontaneo in cui ognuno di noi ha tirato fuori senza pressioni quello che avevamo dentro. Abbiamo cominciato a scrivere e l'idea di un concept su Lilith ha cominciato a tentarmi dopo i primi quattro o cinque pezzi... Ho pensato: "Humm è una direzione!" e cosi siamo andati avanti!


Le fonti d'ispirazione per le passate creazioni sono state moltissime. Cronache su Gilles De Rais, novelle sulla contessa Bathory e opere storiche come "Il Paradiso Perduto" di John Milton. Questa volta è il turno della dea-demone Lilith. Cosa ti ha spinto a dedicarti a lei? Quali sono state le specifiche fonti d'ispirazione per musica e testi?


Ok, come ho cercato un po' di spiegare in passato... vorrei riuscire a chiarire la maniera in cui l'idea stessa della dea Lilith sia stata portata avanti e sia andata incorporandosi! Si è di fatto trattato di spingere oltre una figura già ricca di potere che ha di fatto sempre costituito un'ombra dietro alla band fin dai giorni più remoti. Fin da i tempi di "Principle" e "Cruelty" è stata alla base di tutto ed ha in qualche modo sempre ispirato ed affascinato la band. Volevamo fare qualcosa di più che semplicemente riportarne la storia, che per altro non è molto lunga. Lilith è conosciuta attraverso diverse culture, molte e differenti culture, mesopotamica, ebraica, è in qualche modo rappresentata anche nella bibbia anche se in modo molto superficiale e in altre ancora comparendo in poemi greci e miti persiani. Ma ho voluto creare qualcosa in cui potessimo inserire le caratteristiche del mito più adatte ad inserirsi, come ti dicevo, nel racconto d'orrore gotico che stavamo creando.

 

 

cradle_of_filth_intervista_2010_02_01

Fino a non molto tempo fa il titolo che girava in rete per il nuovo disco era "All Hallows Eve", a cosa è dovuto il cambiamento?

 


Quello è stato un errore! Credo che qualcuno abbia fatto un errore di traduzione, perché di fatto l'album sarà pubblicato il giorno di Ognissanti. Ma va comunque bene, è come un titolo provvisorio e funziona. Il villaggio in cui è ambientata una buona parte della storia si chiama All Hallows Fair. Quindi funziona, errore o no funziona!


La band partirà certamente per un tour di supporto al disco. State preparando qualcosa di particolare dal punto di vista scenografico o saranno live vecchia scuola heavy metal?


Beh... se da una parte l'album può essere apprezzato sia come una sorta di storia tematica e al contempo puoi godere di ogni singola canzone presa fuori dal contesto in stile vecchia scuola, dall'altra il live speriamo possa essere ancora più diretto. Abbiamo cominciato a lavorare con i tecnici del suono e delle luci per ciò che vorremmo on stage legato all'album. Non suoneremo tutto il disco ma le tracce che suoneremo dovranno essere ben rappresentate. Abbiamo solo iniziato a pensare alle proiezioni, ai film sugli schermi, alle luci, all'interazione con la gente. Non so dire precisamente come sarà, perché come ho detto, abbiamo appena finito di ultimare tutti gli artwork e le uscite delle edizioni speciali con demo, i video dei making of, foto... che la gente potrà pre-ordinare andando sul sito www.cradleoffilth.com.


Le collaborazioni eccellenti nella carriera dei Cradle Of Filth sono state molte. Mi vengono in mente Cronos, Ingrid Pitt, Ville Valo... Ce ne saranno anche nel nuovo disco? Qualcuna che vorresti per il futuro?


Ad un certo punto stavamo per lavorare con Diamanda Galas, ma lei sfortunatamente si è ammalata, comunque mi piacerebbe farlo in futuro anche solo per una canzone. Per questo disco comunque non ci saranno ospiti speciali e nessuna cover.


Dani non molto tempo fa so che hai collaborato con il nostro Claudio Simonetti alla colonna sonora del film di Dario Argento "La Terza Madre". Com'è stata quest'esperienza?


In realtà non ho mai incontrato di persona Claudio durante il lavoro, ho potuto solo parlare con lui attraverso la rete. Sono riuscito ad incontrarlo solo dopo le registrazioni. Dario Argento non l'ho incontrato, ma è stato intervistato per il libro "Gospel Of Filth" (vedi più avanti) e credo sia veramente figo! ... Ho sempre sperato prima o poi di incontrare Asia Argento!


cradle_of_filth_intervista_2010_03_01L'orrore è da sempre considerato il figlio scomodo dell'arte, un parto malato dell'ispirazione. Nonostante questo ha sempre avuto una grande influenza nelle creazioni dell'uomo. Tra tanti linguaggi e forme perché scegliere proprio questa come forma d'espressione?


Penso che sia chiaro: la gente ama essere spaventata. È qualcosa che la gente non vuole sperimentare davvero, ma è come una purificazione, una maniera per incanalare e liberare i propri demoni... guardando film dell'orrore! Alcuni sono come raffinati viaggi gotici, ce ne sono molti. Film come "Dracula" ... Io amo tutto questo genere e amo guardarli. Ma penso inoltre, come descritto ed esplorato in "Gospel Of Filth", che siano una sorta di favola solo più adulta. Ci sono alcune favole piuttosto "disturbanti"... Sai, bambini spinti in forni, nonnine malvage ... Nella dimensione dell'orrore puoi godere di certe cose e non avere rispetto per altre, una cosa che non puoi cogliere nel resto della tua vita. Penso sia una valvola di scarico per la gente, in particolar modo nell'ambito della musica gothic o heavy metal. Davvero credo piaccia loro perché... semplicemente perché è quel che è!


Quali sono i tuoi film o registi horror preferiti? Ce ne sono che ti abbiano ispirato particolarmente?


Uno di questi è in special modo Clive Barker. So che non è esattamente un regista ma è stato coinvolto nella produzione di diversi film, sai "Nightbreed", "Lord Of Illusions", "Midnight Meat Train"... Tim Burton in particolar modo... mi piacerebbe se provasse a fare qualcosa di un po' più dark e un po' meno favolistica. Dario Argento di sicuro e Roger Corman per la sua serie di film basati sui racconti di Edgar Allan Poe.


Di pochi mesi fa è anche la pubblicazione del libro "Gospel Of Filth", a cui tu prima facevi riferimento, scritto in collaborazione con Gavin Baddeley. Ti va di spiegare ai fan di cosa si tratta esattamente?


Beh, il libro non è assolutamente un'autobiografia, seppur l'edizione speciale abbia un capitolo autobiografico che ho scritto alla fine. Quello che fondamentalmente è il libro è un'enciclopedia dell'occulto, del cinema horror e tutto ciò che ha a che fare con il lato oscuro della vita. Ma non è tutto... Ripartendo da dai dischi si spinge oltre esplorando ed approfondendo. Ad esempio il capitolo relativo all'album "Dusk And Her Embrace" è tutto legato al gotico. Letteratura gotica, architettura gotica, gruppi... tutto ciò che ha a che fare con il gotico. "Cruelty And The Beast" si lega alle creature del terrore: vampiri, licantropi e leggende medioevali... Damnation e principle sono associati ai racconti di tentazioni. Il tutto è stato fatto in collaborazione con altre persone. Ho menzionato Dario Argento ma abbiamo avuto anche gente come Marylin Manson, James Hetfield, Ville Valo, Diamanda Galas, Clive Barker, Doug Baddeley, Cristopher Lee persone molto diverse tra loro hanno contribuito! È un immenso libro sulla storia dell'occulto ed è una sorta di mappa dei Cradle Of Filth.


Una domanda che si lega in qualche modo a questo discorso del libro... Ci sono pensatori legati all'occulto che apprezzi particolarmente o che trovi affini al tuo modo di vedere le cose? Filosofi o pensatori che dir si voglia come Crowley, Giordano Bruno, Cornelio Agrippa?


Direi più poeti. Come Byron, Baudelaire, Ho sempre stimato molto Nietzsche come filosofo e lo apprezzo ma non mi piace proprio tutto. A livello più personale Aleister Crowley (occultista e filosofo inglese considerato da molti il padre dell'occultismo moderno) è un'importante fonte d'ispirazione, lo è stato per il libro e c'è una stretta correlazione con quanto fatto. Ma devo dire che ho preso più ispirazione dai poeti che dai filosofi.


Ci sono altre sorprese non strettamente musicali come questa che ci aspettano? Film? Libri?


Ebbene sì, ho un libro di poesie che sto scrivendo, con molti riferimenti a "Thornography", abbiamo appena chiamato Sam Araya e sta facendo l'artwork per il mio libro di poesie ... E non è Tom Araya! (ride) Inoltre, i Cradle Of Filth vogliono fare un album orchestrale, intitolato "Midnight In The Labyrinth". Sostanzialmente, è una versione orchestrale che abbiamo fatto, ci mancano da scrivere i cori, di alcune nostra canzoni come "Queen Of Winter, Throned", "The Rape And Ruin Of Angels", quelle canzoni lì. Uscirà prima o poi il prossimo anno. E stiamo facendo una band con me medesimo, Rob degli Anthrax e King dei Gorgoroth e Ice degli Enslaved. Abbiamo fatto una demo con cinque o sei brani e faremo un album l'anno prossimo.


cradle_of_filth_intervista_2010_04_01Dani, recentemente sei finito al primo posto della classifica stilata da Suffolkicon.com per le cose più rappresentative del tuo paese d'origine.


Sì! Tutti quanti devono andare lì e votare per me! Ho bisogno che tutti votino per me, perché se vinco, trasformo Ipswitch in Halloween Town.


Ok, grazie per il tempo e l'attenzione che ci hai dedicato!


Piacere mio, spero ti piaccia il nuovo album.


Spero di riuscire a vederti in occasione del prossimo tour per una bella intervista faccia a faccia.


Lo farò sapere, così quando verrò in Italia sarai il primo della lista.


C'è qualcosa che vorresti dire ai tuoi fan ed agli utenti di SpazioRock?


Grazie di cuore per il vostro supporto! Andate su www.cradleoffilth.com e troverete tutto quello che avete bisogno di sapere, potrete ordinare l'album e l'album in edizione speciale con tutti gli extra. 3 CD ricchi di materiale, un DVD ... E potete comprare le magliette, c'è molta roba in arrivo!

 




LiveReport
Cult of Luna – European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19

Intervista
The Low Anthem: The Low Anthem

Speciale
Music Industry e innovazione tecnologica: la blockchain come strumento per rivoluzionare il mercato

Speciale
Alter Bridge: la nostra top 20