Pyogenesis (Flo Schwartz)
Acclamata a livello internazionale dalla critica e dai fan, "A King To Disappear" (2017) è probabilmente la migliore opera dei Pyogenesis a tutt'oggi. A tal proposito, abbiamo incontrato a Parigi il frontman e membro fondatore Flo Schwartz.
Articolo a cura di SpazioRock - Pubblicata in data: 15/04/17

 ---SCROLL DOWN FORTHE ENGLISH VERSION---

 

Intervista a cura di Louis Eustache, traduzione di Paolo Stegani

 

Ciao Florian, benvenuto su SpazioRock.it. "A Kingdom To Disappear", il vostro nuovo lavoro in studio, dura soltanto 45 minuti. Pensi sia necessario evitare di inserire troppo materiale in un album per non infrangere l'immersione dell'ascoltatore?

 

Quello era l'obiettivo. Volevamo decisamente un album che non fosse troppo lungo, preferisco che la gente dica "Non avrebbero potrebbero inserire un'altra canzone?" Invece di "Ok, la prossima". Nulla contro i Metallica, ma loro agiscono in maniera opposta da 25 anni. Il loro approccio si basa sulla convenienza economica. Vogliono riempire 70 minuti, vogliono semplicemente arrivare a quel traguardo perché l'album è costato dei soldi e vogliono dare ai fan qualcosa in cambio... ma questo secondo me rende davvero difficile entrare in contatto col disco. Scrivere un album è diverso da compilare qualcosa, capisci che cosa voglio dire? Anni fa, scrivevamo qualcosa come 12-15 canzoni e le inserivamo tutte nello stesso disco. Adesso invece scrivo molte più canzoni ma poi ragiono su come potrebbero funzionare insieme. Per me, ciò che è importante è la drammaturgia del disco: serve una certa tensione perché possa essere costruito. Questo è diventato molto importante per me ma in passato non ero solito nemmeno pensarci.

 

Con "Ho visto la mia anima / è nera e marcia come il carbone / perché tutto quello che vedo è rovina" (testo tratto da "I Have Seen My Soul", ndr.), ciò che intendi dire è che tutti hanno scheletri nell'armadio?

 

La canzone parla del romanzo di Oscar Wilde, "Il ritratto di Dorian Gray". E' stata una delle prime opere di letteratura dell'orrore mai realizzate. Credo che abbia un approccio affascinante e in particolare l'orrore non è un pretesto per mostrare qualcosa di disgustoso ma piuttosto per tenere con il fiato sospeso. Il libro non tratta di qualcosa di sanguinolento o similari, ma ti fa sentire in qualche modo a disagio. I testi parlano di qualcuno che si rende conto di chi è, di avere un lato molto oscuro, e questo è qualcosa che non sapeva fin dall'inizio. Mi piace scrivere canzoni dal mio punto di vista: "ho visto la mia anima, è nera e gelida" è meglio che puntare il dito verso qualcun altro "che ha visto la sua anima". Tutti noi abbiamo una certa quantità di cose che non ci piace di noi stessi ed è ciò che potrebbe essere considerato il lato oscuro.

 


py_aktd_p04Che tipo di reazioni ha ottenuto il vostro nuovo album?

 

Abbiamo ricevuto recensioni e commenti dei fan e tutti sono entusiasti. Le riviste ci hanno dato punteggio pieno, il nostro è l' album del mese di Metal Hammer, che è la bibbia del metal. Tutto questo è veramente fantastico per noi.

 

Il 31 marzo il vostro tour è sbarcato a Milano durante questo tour. Qual è il tuo rapporto con l'Italia?

 

Mi piace l'Italia: mi piace la lingua, mi piace l'approccio e mi piace il cibo, ovviamente. Questo è qualcosa che i musicisti condividono in tutto il mondo: il cibo italiano è il migliore... Sto tornando giusto ora da un ristorante italiano qui in Francia... Non suonavamo in Italia dal 2002 o 2003 ma ho anche un paio di amici italiani che erano tra il pubblico quella sera.

 

Non sono previsti molti concerti per questo tour. E' una scelta deliberata? Vi siete stancati di fare tour col tempo?

 

Non vogliamo più andare in tour per un lungo periodo di tempo. Nel 2002 abbiamo fatto 7 show in Italia, non so se mi spiego. Non vogliamo farlo più: non per l'Italia, naturalmente, ma suonare dovrebbe rimanere un'attività divertente e non trasformarsi in routine.

 

Come spieghi i cambi di line-up che si sono verificati nella band?

 

La vita cambia ... Per esempio, abbiamo avuto un chitarrista (Peter Rutard, poi Sophie Rutard, ndr.) che è diventato una donna. E questo è qualcosa che.. Come puoi gestire una situazione simile? Se quella persona dice: "Tutto questo non è più in linea con la mia vita, io non mi riesco più a vedermi suonare in una band da un certo punto di vista"... Non vorrei dire che siamo una band tipicamente maschile, ma sai... Quella di lasciare il gruppo è stata una decisione della singola persona e c'era da colmare la lacuna.


La band è nata nei primi anni '90. All'epoca non c'era niente di paragonabile a "Do It Yourself" in circolazione. Com'è stato per voi girare un videoclip ad esempio?

 

All'epoca le riprese di un videoclip allora non si realizzavano con il cellulare, mostrando il proprio dito medio ogni 30 secondi. Prima di tutto, era necessaria l'attrezzatura. A partire dalla video-camera. E video-camera significa una pellicola che poi avevi da inviare ad una certa compagnia la sviluppa e la rispedisce in versione beta. Non c'erano i computer portatili con cui poterlo modificare, avevi bisogno di uno studio di editing professionale. Non solo non si poteva farlo da soli, ma era necessario avere una certa competenza. Oggigiorno, chiunque può fare il cinematografo in un certo senso, mentre allora era necessario avere accesso generale all'industria cinematografica. Avevi bisogno di soldi, contatti e dovevi saperti muovere. Stare seduto davanti ad un computer portatile e modificare un video è una cosa che oggi tutti possono fare, ma allora era completamente diverso. Essere stati scelti da MTV era la più grande opportunità che una band potesse ottenere, perché essere in rotazione su quei programmi permetteva di avere sempre più persone ai propri concerti.

 

pyogenesis575. 

---ENGLISH VERSION---

 

Internationaly acclaimed by critics and fans, "A Kingdom To Disappear" (2017) is probably Pyogenesis' finest work to date. We met frontman and founding member Flo Schwartz in Paris.

 

Hi Florian and welcome to SpazioRock.it. "A Kingdom To Disappear" only lasts 45 min - Do you think it is mandatory not to break listener's immersion into the album with too much material?

 

That was the focus. We wanted a record that was definitely not too long, I rather want people to say: "couldn't they add another song?" instead of "next". Nothing against Metallica but they do it the opposite way for 25 years. Their approach is "value for money". They want to fill 70 minutes, they just want to fill it because the record cost money and they want to give the fans something... But that makes it to me difficult to really get in touch with the record. Writing an album is different from compiling, you see what I mean? Back in the years, we wrote something like 12-15 songs and put them all on the record. And nowadays, I write much more songs and then I think about how would they work together. To me, what is important is dramaturgy of the album: a certain tension to be built up. This is really important to me and back in the years I didn't really think about it.

 

By "I have seen my soul, it's rotten black as coal, for all I see is decay" (lyrics taken from "I Have Seen My Soul" Ed.), do you suggest everyone has skeletons in the closet?

 

The song is about Oscar Wild's novel, the picture of Dorian Grey. It's being one of the the very first work of horror literature ever. I think that is a fascinating approach and especially not just horror in a way to show disgusting stuff but thrilling. The book is not about blood and everything, but it makes you feel somehow uncomfortable. The lyrics are about someone who realizes who he is, that he has a very dark side, and he didn't know it from the beginning. I like to write song out of my own perspective, "I have seen my soul it's black as cold" is better than pointing the finger to someone "he has seen his soul". All of us have a certain amount of things we don't like in ourselves which could be the dark side.

 

What kind of feedback have you been getting on the album?

 

We got reviews in the magazines, fans comments and all of them are brilliant, I can't say less. We got full points in the magazines, we're album of the month in Metal Hammer, which is the metal bible. This is really amazing for us.

 

On the 31st of March you performed in Milan on this tour. What's your background with Italy?

 

I like Italy, I like the language, I like the approach, I like the food obviously. This is something musicians share all over the world: Italian food is the best... I'm just coming back from a french Italian place... We hadn't played in Italy since 2002 or 2003 and I had a couple of friends in the audience.

 

You don't have much gigs scheduled on this tour. Is it a deliberate choice, do you get tired of touring with time?

 

We don't wanna tour that much anymore. In 2002, we played something like 7 shows in Italy which is quite a lot. We don't wanna do this anymore, not because of Italy of course, but it should remain fun to play, it shouldn't become a routine.

 

How do you explain the line-up changes that occurred in the band?

 

Life changes... For instance, we had a guitar player (Peter Rutard, later Sophie Rutard, Ed.) who became a woman. That's something... How could you handle this? If that person says: "That doesn't fit to my life anymore, I don't see myself playing in a band in a way"... I wouldn't say we are a typical masculine band but you know... It's a decision of the person to leave and one had to fill the gap.

 

Pyogenesis started in the early 90's. Back then, there was no such thing as "Do It Yourself". What was it like to film a videoclip for instance?

 

Filming a videoclip back then was not filming wih your mobile phone and showing your middle finger every 30 sec. First of all, you needed the equipment. It starts with a camera. Camera means a film you had to send to a certain company that develops the film and get it sent back on beta. There were no laptops to edit. You needed a professional editing studio. It's not just that you couldn't do it yourself but you needed to have the knowledge. Today, everyone is a movie maker somehow. Back then you needed to have general access to the film industry. You needed money, contacts and to know how. Sitting at a laptop and editing a video, everyone can do this but on one of those big studios, that's totally different. Being picked by MTV was the biggest opportunity you could get because if you were on rotation on those programs, you could see more and more people coming to the shows.




Speciale
Dropkick Murphys.. "are back and they're looking for trouble"

Speciale
Metallica: 35 anni in tour

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo lyric video dei White Skull

Speciale
PREMIERE: guarda il nuovo video dei the Cyborgs

Speciale
PREMIERE: guarda "Flesh Tight", il nuovo video dei Triggerfinger

Speciale
Chris Cornell: "I'm gonna break my rusty cage"