Mammút (Mammút)
In attesa del concerto del 29 ottobre al Serraglio di Milano, abbiamo voluto conoscere meglio i Mammút, band islandese che sfugge ad ogni classificazione musicale…
Articolo a cura di Laura Faccenda - Pubblicata in data: 19/10/17

SCROLL DOWN FOR THE ENGLISH VERSION

 

---ITA--- 

 

Ciao ragazzi, benvenuti su SpazioRock.it! Siamo davvero onorati di fare la vostra conoscenza. Innnanzitutto, complimenti per il vostro ultimo albulm "Kinder Version". Avete dichiarato che è stato scritto "with love, for love". Che cosa si intende con questo?

 

Per noi, scrivere un album è come una montagna russa di felicità, pazzia, delirio e nirvana. Ma, più di tutto, amore. Speriamo che ciò che viene fuori dal nostro cuore in questo album possa raggiungerne tanti altri.

 

L'album è stato lanciato dal singolo "Breathe Into Me". Ci sono motivi dietro questa scelta? Che ruolo ha la canzone all'interno del disco?

 

Quando abbiamo composto "Breathe Into Me", il brano ci ha colpiti come un raggio di sole, dopo lunghi mesi di faticosa scrittura, durante un inverno altrettanto faticoso. Abbiamo avuto la sensazione che, come in un sogno, la canzone avesse legato tutto il materiale precedente con un collante magico e ci ha dato l'ossigeno e la forza per finire l'album. Abbiamo pensato che fosse un bel modo per invitare le persone ad ascoltare il nostro disco.

 

Sul vostro profilo Twitter abbiamo letto che vi dedicate alla musica, all'arte e all'amore. Come conciliate questi tre elementi?

 

In questi anni abbiamo sempre fatto tutto da soli... dalla creazione delle grafiche, ai video, fino all'organizzazione delle performance. Spesso abbiamo chiesto aiuto a qualche nostro amico. C'è tanto di musica, arte e amore in questo senso. È l'unica cosa che conta alla fine...tentare di conciliare ed esplorare questi tre elementi conduce ad una sensazione di vera estasi.

 

Non vi piace essere etichettati all'interno di un genere. Noi non vogliamo farlo e ci piace così! Ma a che cosa o a chi vi ispirate?

 

Naturalmente traiamo ispirazione da qualcosa, tutto e tutti traggono ispirazione, in modo più o meno conscio. Quando diciamo che non siamo definibili a livello musicale è perché, in realtà, non abbiamo mai deciso un genere specifico o delle caratteristiche o un sound precedentemente al momento creativo. La scrittura è sempre aperta e fluente, è argilla da modellare e che prende forma durante un lungo processo. Ma, alla fine, è molto semplice, noi suoniamo rock and roll. E il rock and roll è come un dolce ombrello che copre tutto.  

 

Sono mesi ormai che siete in tour. C'è stato un live di cui conservate un ricordo speciale? Una data in cui è successo qualcosa di particolare?

 

I concerti quest'anno sono stati incredibili e organizzati insieme alla nostra etichetta Bella Union, ai manager, promoters e tutta una squadra fantastica. Per la prima volta abbiamo avuto a fianco delle persone speciali che hanno affrontato con noi questa piacevole pazzia. Molti live sono andati alla grande, principalmente per l'ottima energia della band e del pubblico. Continueremo il tour tra Nord e Sud America, Europa e Gran Bretagna fino al dicembre... e sappiamo che le serate e le performance migliori devono ancora arrivare perché stiamo andando sempre più forte.

 

Come gestite la vita in tour? Parlo a voi ragazzi... si fa sentire la maggioranza femminile?


È tutto molto normale in realtà. Siamo grandi amici da così tanto tempo e non abbiamo mai percepito questa cosa. Probabilmente sarebbe diverso se la band fosse formata da soli uomini ma a noi piace così, confrontarsi con entrambi i sessi crea un maggior equilibrio in numerosi aspetti.

 

mammutbandinterview2017interno1

 

Come vivete il rapporto con il palco?

 

Noi viviamo per esibirci. Lo realizzi quando sai di non aver bisogno di nient'altro. L'energia che si crea tra musicista e pubblico è qualcosa che non si può descrivere a parole. È una magia per noi speriamo sempre che lo sia anche per voi.

 

Il 29 ottobre sarete al Serraglio di Milano. Facciamo un quiz. Quanto conoscete del nostro paese? Magari avete visitato l'Italia anche all'infuori di impegni musicali.

 

No vediamo l'ora di incontrare il fantastico pubblico italiano e mangiare taaaaaaanto cibo. Abbiamo suonato in Italia un paio di volte, a Firenze con gli Of Monsters and Men e anche in qualche zona del centro circa sei anni fa. Non ricordiamo il luogo preciso ma era una specie di ristorante orribile lungo l'autostrada. Alcuni di noi hanno visitato l'Italia in altre occasioni, Milano per esempio, e le fantastiche Cinque Terre. Sarà meraviglioso tornare.

 

Che cosa vi aspettate da quest'unica data in Italia?

 

Vogliamo lasciarvi a bocca aperta con i nostri folli trucchi di magia.

 

Intanto vi ringrazio tantissimo.. prima di salutarci, avete un messaggio per chi verrà al concerto e per i vostri fan italiani?

 

Arrivederci cari amici!

 

---ENG---


Waiting for the next gig happening on October 29th at Serraglio in Milan, we had the pleasure to know the Mammút better, which turns down every musical definition…

 

Welcome to SpazioRock.it! We are honored to have the chance to know you a little bit better. First and foremost, congratulations on your latest album, "Kinder Version", I absolutely enjoyed it! You mentioned that it was created "with love, for love". What do you mean by that?

 

To us, making an album is a rollercoaster of happiness, insanity, delirium and nirvana. But most of all love. We hope that what pores out of our hearts in this album can make its way to other hearts.

 

The first single of this release was "Breathe Into Me". Any specific reasons behind this choice? Is the song playing any particular role in the album?

 

When we wrote "Breathe Into Me" it struck us like a ray of sunshine, after months of heavy writing in an even heavier winter. It felt as if it dreamily wrapped the previously written ones into a bow of magical glue, and gave us oxygen and power to finish the album. We thought it'd be a good way to invite people to enter our beloved album.

 

On your Twitter profile, we read that you "make music, art and love". How do you balance these three elements?

 

Through the years we've always been our own fucked up DIY company when it comes to artwork, videos and performances, often with a little help from our friends. There's been so much music, art and love. It's the only thing that matters after all, and we find balancing and exploring those three truly ecstatic.

 

You don't like being boxed in a specific genre, and we respect that. But there must be something or someone you get inspired by.

 

Of course we get inspired, everything and everyone does, subconsciously or not. The fact that we find it hard to put ourselves in genres or boxes is because we've never decided on a specific genre, vibe or sound in prior to creating the music. The writing is always open and flowy, a clay that molds and grows throughout a long process. But it's simple, we just play rock and roll to be honest. That sweet umbrella covers it all.

 

You've been touring for several months. Is there a specific night you have fond memories of? Maybe when something special happened?

 

The gigs this year have been incredible, and supported by our label Bella Union and our bookers, as well as wonderful promoters and teams, so for the first time we've had good people with us battling in this lovely madness. Lot of concerts stand out, mainly because of good energy in the band and in the audience. We're currently touring S & N America, Europe and Britain until December 2nd, and we know the best night and performance is yet to come, it just gets better and better.

 

How do you manage your daily life on the road? This one is especially for the guys - how does it feel to be around 3 girls all the time?

 

It feels very normal. We've been best friends for such a long time and we never think about it in that way. I guess it would be somehow different though if it was only boys in the band but we like having both genders because it creates a better balance in everything.

 

mammutbandinterview2017interno3
 

How do you deal with being on stage? How do you feel about performing?

 

We live for performing, it's when you realize what it's all about. The energy that comes to life between a performer and the audience is something that words cannot describe. It's magic for us, and hopefully for you too.

 

On October 29th, you'll be playing in Milan, at Serraglio. How much do you know about our country? Have you ever been to Italy on other occasions, other than live music?

 

We just can't wait to meet all the nice people there, and eat the foooooood. We've played there a couple of times, in Firenze with Of Monsters and Men and also somewhere in the middle of nowhere around 6 years ago, we can't remember the place, it was some horrible restaurant by a highway. Some of us have travelled to Italy on different occasions, to Milan for example, and the beautiful Cinque Terre. It will be wonderful to come back to Italy.


What are you expecting from your next show in Italy?

 

We're expecting to blow your minds with our crazy tricks.


Thank you so much for your time. Last question: do you have a message for your Italian fans, and for the people that will be supporting you in Milan?

 

Arrivederci cari amici!




Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo video dei The Clan feat. Punkreas

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo video dei The Clan feat. Punkreas

Intervista
Marlene Kuntz: Cristiano Godano

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta in streaming "War Is Over"

Speciale
Firenze Rocks 2018

LiveReport
The Darkness - "Tour de Prance" 2017 - Milano 08/11/17